Delta del Mekong: tour del Vietnam più autentico

Delta del Mekong

Il Delta del Mekong è, secondo me, une delle aree più autentiche del Vietnam; ed è una tappa da inserire assolutamente nel vostro viaggio.

Il Mekong è il 12esimo fiume al mondo per lunghezza: infatti nasce nel lontano Tibet e attraversa buona parte della regione indocinese prima di formare il famoso delta e riversarsi nel Mar Cinese meridionale. In totale, il percorso del fiume, dalla sorgente fino alla piana del Mekong, supera i 4000 chilometri.

L’escursione non può essere effettuata in autonomia, perchè da soli è molto difficile trovare un barcaiolo che vi porti in giro sul fiume; dovrete quindi rivolgervi ad una agenzia. Se volete, potete prendere un tour privato o uno collettivo; in ogni caso è indispensabile avere una guida, perchè sono poche le persone che parlano inglese in questa zona.

Ma vediamo come arrivare in questa area situata nel Vietnam meridionale e cosa fare.

Barconi sul Delta del Mekong
Barconi sul Delta del Mekong

Come arrivare sul Delta del Mekong

Potete raggiungere il Delta del Mekong in auto o pullman da Ho Chi Minh City, oppure da qualunque parte del Vietnam in aereo fino a Can Tho.

Nel primo caso, la distanza è veramente breve, circa 168 chilometri; quindi ci vuole davvero pochissimo per coprirla, se siete in automobile. In pullman ci vuole molto di più, circa quattro ore, malgrado il pullman sia diretto. Il pullman parte ogni ora dalla stazione Ho Chi Minh Thanh Buoi e il prezzo del biglietto si aggira intorno ai 6 euro. Potete acquistare il vostro biglietto on line sul sito di Baolau.

Da qualche anno, il Delta del Mekong è collegato al resto del paese tramite il piccolo aeroporto di Can Tho. Noi siamo arrivati in automobile ma al ritorno abbiamo preso un volo per Hanoi, visto che il Delta è stata l’ultima tappa del nostro viaggio; infatti dopo aver trascorso la notte nella capitale abbiamo preso il volo per tornare in Italia.

Piccola imbarcazion
Piccola imbarcazione sul Delta del Mekong

Cerca escursioni da Ho Chi Minh City

Quando visitare il Delta del Mekong

Le guide turistiche suggeriscono di visitare questa area da novembre a maggio, visto che poi inizia il monsone, quindi le temperature salgono di molto così come l’umidità ed il rischio di piogge.

Nel periodo di dicembre, quando lo abbiamo visitato noi, le temperature erano davvero gradevoli, faceva caldo ma senza essere afoso. L’umidità era accettabile, ma purtroppo il cielo è stato quasi sempre nuvoloso e quando ci siamo recati a visitare il mercato galleggiante di Cai Rang ha anche piovuto a sprazzi. Quindi vi consiglio di portare con voi un impermeabile molto leggero perchè potreste averne bisogno.

Escursione sul Delta del Mekong
Escursione sul Delta del Mekong

In barca sui canali del Mekong

La nostra esplorazione inizia dalla zona di Ben Tree, una delle principali cittadine del delta. Siamo stati caricati insieme ad altri turisti su grandi barconi per navigare sui canali molto larghi e abbastanza profondi del Delta. Niente di particolarmente emozionate, perchè avremmo potuto essere in qualunque zona del mondo.

Il colore del fiume Mekong tende al marroncino, ed è piuttosto torbido; questo perchè le acque e il fondo fangoso sono smosse continuamente dal passaggio di imbarcazioni piccole e grandi. Non dimenticate che il fiume viene utilizzato regolarmente dai locali per spostarsi e per trasportare merci, quindi, soprattutto sulle arterie principali, il traffico è davvero intenso.

Un paio di volte è capitato di passare sotto a dei ponti piuttosto bassi, quindi il barcaiolo ha dovuto abbassare il tettuccio della barca, e di conseguenza ci siamo dovuti piegare perchè lo spazio sopra era inesistente.

Sui canali del Delta
Sui canali del Delta

La fabbrica di mattoni e di caramelle

La prima sosta è stata alla fabbrica di mattoni; la nostra guida ci ha mostrato come i mattoni vengano ancora fabbricati in maniera artigianale in un forno a legna, poi vengono essiccati prima di essere utilizzati o venduti.

A poca distanza, invece, abbiamo visitato una fabbrica di caramelle a base di cocco; per me, che adoro il cocco e sono golosa, è stata una esperienza sublime! Ho trovato molto interessante la procedura con cui le caramelle vengono prodotte, ma soprattutto ho assaggiato e comprato tutto quello che potevo.

Se non vi piacciono le caramelle, potete comunque acquistarne qualche pacchetto da regalare ad amici e parenti al ritorno a casa, visto che sono una cosa davvero insolita.

La fabbrica di caramelle
La fabbrica di caramelle

In giro tra i villaggi del Delta del Mekong

A bordo di un tuk tuk, abbiamo proseguito per la tappa successiva: pranzo in un ristorante. Quello che è stato divertente è stato il viaggio: abbiamo attraversato stradine molto strette costeggiate da una vegetazione incredibilmente rigogliosa e questo ci è piaciuto molto di più del pranzo stesso.

Se preferite, potete fare lo stesso giro in bicicletta, ma state certi che qui non troverete automobili; le strade sono strette e non permetterebbero il passaggio di auto.

Sempre in bicicletta, potete fare un giro tra i villaggi situati nella zona del Delta. Molte delle guest houses offrono il noleggio gratuito delle bici, quindi perchè non approfittarne? Ricordate però di portare con voi una mappa, visto che non esistono indicazioni stradali di nessun tipo.

La natura qui è splendida, le abitazioni che incontrerete sono davvero molto modeste ma la gente è molto cordiale e sempre sorridente.

Mercato galleggiante di Cai Rang
Mercato galleggiante di Cai Rang

Cerca le escursioni sul Mekong al miglior prezzo

Mangiare a Can Tho

Abbiamo trascorso la notte a Can Tho, in un hotel senza infamia e senza lode; l’unico vantaggio era la posizione centralissima. A piedi abbiamo raggiunto il lungofiume per cenare.

Qui troverete ristoranti per tutti i gusti e per tutte le tasche, ma cercate di trovarne uno che abbia la terrazza che si affaccia sul fiume; noi ne abbiamo trovato uno, il cibo che ci hanno servito era ottimo (ma del resto, in Vietnam lo è sempre), ma soprattutto è stato affascinante vedere il traffico di barconi su e giù per il fiume, che a tratti sembrava più affollato di una autostrada.

Dopo cena, rientrando in hotel, abbiamo trovato un mercatino notturno, uno di quelli che io e Gianni amiamo tanto: peccato che poco dopo aver cominciato il nostro giro ha cominciato a diluviare e siamo stati costretti a scappare via perchè eravamo senza ombrello e impermeabile.

Mercato galleggiante di Cai Rang
Mercato galleggiante di Cai Rang

I mercati galleggianti del Delta del Mekong

Ma il clou del tour del Delta del Mekong, secondo me, è il mercato galleggiante di Cai Rang. Avendo visitato i mercati della Thailandia, mi aspettavo una cosa abbastanza simile, ma mi sbagliavo.

Siamo saliti su un barcone e ci siamo diretti verso il centro del fiume, dove c’erano tantissime altre barche e ognuna di loro era un “negozio”. Infatti, ognuna delle barche vendeva i suoi prodotti: frutta e verdura soltanto, niente abiti o souvenir. Questi barcaioli arrivano alle prime luci dell’alba dalle zone vicine per vendere i loro prodotti.

Con nostra sorpresa, abbiamo anche scoperto che alcuni barcaioli vendevano cibo cucinato: dal caffè alla zuppa di noodles. Ero tentata all’idea di prendere un caffè, ma un piatto di noodles all’alba ancora non lo reggo!

Fate attenzione: alcuni dei barconi più grandi, che si chiamano sampan, hanno degli occhi dipinti sulla prua: è una specie di portafortuna, gli occhi servono a tenere lontani gli spiriti maligni del fiume.

Quello di Cai Rang è il mercato più grande e più frequentato dai turisti, ma ne esiste un altro, più piccolo e meno noto: si tratta del mercato di Phon Dien, situato a una decina di chilometri a occidente.

Casa sul fiume
Casa sul fiume

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Vietnam: itinerario di viaggio in 15 giorni
Cosa vedere ad Hanoi, la capitale del Vietnam
Cosa fare a Ninh Binh e Tam Coc
Cosa vedere a Sapa, in Vietnam
La Baia di Lan Ha, la gemella della Baia di Halong
Cosa vedere a Hoi An, la città delle lanterne
Cosa vedere a Hue, l’antica capitale del Vietnam


30 Comments to Delta del Mekong: tour del Vietnam più autentico

  1. Beatrice ha detto:

    che meraviglia! questo è un viaggio che avrei tanta voglia di fare. ma purtroppo temo che dovremo aspettare il 2022!

    • Teresa ha detto:

      In effetti, la situazione è ancora molto incerta e confusa e per poter programmare qualunque viaggio dobbiamo aspettare! Speriamo bene!

  2. Rossella ha detto:

    Siamo stati in Oriente (Thailandia) per la prima volta nel 2019 e ce ne siamo innamorati. Il mio viaggio ideale sarebbe stato proprio Vietnam e Cambogia, ma mio marito era particolarmente titubante perché preoccupato forse da ciò che gli era completamente sconosciuto come mondo. Così abbiamo optato per un viaggio in un Paese ritenuto più semplice da visitare, a detta di molti. Ora è tranquillo all’idea di tornare in Asia e penso proprio che il Vietnam sarà una prossima meta.

    • Teresa ha detto:

      La Thailandia è sicuramente il paese ideale per un primo approccio con l’Oriente; non posso dire nulle sulla Cambogia perchè non ci sono stata, ma anche il Vietnam è un paese “facile” e secondo me meno turistico della Thai! Provare per credere!

  3. valeria ha detto:

    Il Vietnam i affascina molto, premetto che non conosco per niente l’Oriente. Il Mekong mi ricorda un libro che ho amato tanto (a dire il vero anche il film mi è piaciuto), ovvero L’amante di Marguerite Duras: le vicende si snodano proprio intorno agli scenari della foce del Mekong.

    • Teresa ha detto:

      In effetti abbiamo visitato la casa dove è stato ambientato il film che hai citato ed è molto bella; si trova tra il Delta del Mekong e Can Toh, anche quella sarebbe da inserire in un itinerario di viaggio in Vietnam.

  4. anna ha detto:

    Il nostro itinerario prevedeva dal delta del Mekong di proseguire verso la Cambogia, cosa che abbiamo fatto lungo il Mekong in barca. Per questo motivo abbiamo deciso (trattandosi anche del nostro viaggio di nozze) di concederci un piccolo lusso: una visita guidata con autista da Ho Chi Minh City con 2 notti in hotel sul delta del mekong. Decisione assolutamente sbagliata purtroppo. La nostra guida era molto inesperta (avevo l’impressione che fosse l’autista che le forniva molte informazioni in vietnamita). Ci hanno sbattuto da una parte all’altra senza che capissimo molto 🙁 Tutto il resto del viaggio è stato organizzato in autonomia e vissuto ogni singolo minuto per cui mi dispiace davvero di aver visitato “male” questa zona del Vietnam. Un giorno bisognerà riparare e tornarci e questa volta voglio fare l’homestay e il giro in bici, non mi voglio perdere nulla!

    • Teresa ha detto:

      Mi dispiace davvero che il tuo tour sia stato all’insegna degli inghippi, perchè secondo me è una delle zone più affascinanti del paese. Comunque, anche io vorrei tornarci perchè me ne sono davvero innamorata!

  5. Valentina ha detto:

    Il Vietnam è uno di quei Paesi asiatici che mi incuriosisce davvero molto. Sto raccogliendo varie informazioni su questo stato – questo tuo articolo sulla gita al delta del Mekong mi è stato molto utile – così per quando sarà possibile tornare a viaggiare, avrò una bozza di itinerario pronto 🙂
    Quanti giorni siete stati in Vietnam? Ho letto che due settimane sono poche e che occorrerebbero minimo 20 giorni!

    • Teresa ha detto:

      Diciamo che in un paio di settimane si riesce a vedere molto, però devi fare tutto di corsa. Noi volevamo anche aggiungere qualche giorno di mare, ma purtroppo non è stato possibile. Poco male, visto che abbiamo tutte le intenzioni di tornarci con più calma!

  6. Michela ha detto:

    Purtroppo non ho mai avuto l’occasione di visitare il Vietnam benché ci abbia scritto una tesi di specialistica sopra! Sicuramente deve essere stato molto interessante entrare in contatto con una cultura diversissima dalla nostra!

    • Teresa ha detto:

      Il nostro tour del Vietnam è stata una gran bella esperienza, non solo per le cose che abbiamo visto, ma per la calorosa ospitalità da parte dei locali!

  7. Arianna ha detto:

    Hai ragione è una parte del Vietnam imperdibile, ho fatto un giro simile al tuo e l’ho apprezzato molto. La parte però che ho preferito del Vietnam è la zona di Sapa con tutte le popolazione tradizionali.

  8. Federica Assirelli ha detto:

    Credo che mi interesserebbe più vedere i villaggi lungo il Mekong che navigare sul fiume. Le sue acque non sono piacevoli come purtroppo l’acqua di tutti i fiumi del sud-est asiatico! Ho visto anch’io i piccoli mercati sulle barche nella bellissima baia di Ha Long sempre in Vietnam. Molto interessanti anche per chi come me ama la fotografia di viaggio!

    • Teresa ha detto:

      Secondo me, tutto il Vietnam è una pacchia per chi ama fotografare, ci sono tanti scorci paesaggistici che meritano una foto; a noi è piaciuto anche fotografare i locali con i loro costumi tipici!

  9. Francesca ha detto:

    Siamo stati in Vietnam, ma la nostra visita ha riguardato in particolare le città più storiche e non abbiamo avuto modo di scoprire la zona del Mekong. Merita sicuramente e il tuo racconto ci ha creato la voglia di tornarci di nuovo!

    • Teresa ha detto:

      Le città del Vietnam, da Hanoi a Saigon, sono tutte molto belle; però a noi piacciono di più i panorami naturali e in quanto a questo il Delta del Mekong è assolutamente imbattibile!

  10. Eliana ha detto:

    I mercati galleggianti devono essere davvero affascinanti! Che dire poi di tutta questa zona, qui si respira il Vietnam più autentico! Complimenti per questo viaggio!

    • Teresa ha detto:

      E’ una parte del Vietnam che abbiamo anche visto nei vari film sulla guerra, visto che purtroppo il conflitto è arrivato anche lì anche se non in modo massiccio.

  11. paola ha detto:

    Anche per me è stato un viaggio incredibile: il Vietnam mi ha stregato e soprattutto il Delta del Mekong. Sono stata qualche giorno a Vinh Long ed è stato meraviglioso!

    • Teresa ha detto:

      A me è piaciuto tanto il Vietnam, non escludo di tornarci una seconda volta per rivedere alcune cose che abbiamo visto in modo un pò frettoloso per mancanza di tempo.

  12. Sara - Slovely.eu ha detto:

    Il Vietnam è da tempo tra i viaggi che vorrei fare e sicuramente il delta del Mekong non può mancare!
    Sono stata su questo fiume in Laos, a Vientiane e Luang Prabang: sempre marrone, al mattino a dicembre faceva un freddo micidiale andare su quelle barchette tipiche lunghe e strette, però sono luoghi davvero suggestivi e la gente sempre molto gentile e disponibile. Mi sono sempre trovata bene nel sudest asiatico, spero di poter tornare presto, magari proprio in Vietnam!

    • Teresa ha detto:

      A parte la mia amata Africa, il sud-est asiatico è una delle zone del mondo che amo di più. C’è tanto da vedere ed esplorare e sicuramente ci tornerò appena sarà possibile!

  13. Elena ha detto:

    I vostri viaggi sono sempre incredibili! È da molto che ho nella lista un viaggio in Vietnam e l’esperienza sul fiume è sicuramente una cosa da non perdere. Quando poi ho letto che avete fatto tappa ad una fabbrica di caramelle, mi si sono illuminati gli occhi. Io le adoro! Ma poi girare in mezzo alla folta vegetazione, mi fa subito pensare a quante foto potrei scattare. Credo che questo tour faccia proprio al caso mio! 😋

    • Teresa ha detto:

      Non parliamo delle foto, ne abbiamo scattate tante che fare una scelta di quelle da inserire nell’articolo è stato un dramma. E’ un posto molto ricco di spunti fotografici!

  14. Annalisa Trevaligie-Travelblog ha detto:

    Ho visto tantissime foto di questo mercato galleggiante, e solo questo vale la visita secondo me. Non ho mai preso in considerazione l’Asia… sono più per l’Occidente, ma chissà che non cambi idea dopo tutte queste quarantene.

    • Teresa ha detto:

      Anche se la mia destinazione top rimane l’Africa, amo molto l’Oriente. Ci sono tante bellissime cose da vedere e, oltretutto, è una destinazione economica.

  15. ANTONELLA ha detto:

    Il delta del Mekong è nel mio immaginario da anni quindi ho letto con molto piacere la tua descrizione e per qualche minuto mi è sembrato di essere lì, in barca sulle acque fangose del fiume ad ingozzarmi di caramelle al cocco (io adoro il cocco e quindi quello avrei fatto!). Il sogno rimane, spero di realizzarlo prima o poi!

    • Teresa ha detto:

      Spero che tu riesca ad andare in Vietnam e a visitare il Delta del Mekong; è un posto incredibilmente suggestivo e tra le cose che ho visto in questo viaggio è stata una delle più piacevoli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress