Cosa vedere a Sapa, in Vietnam

Cosa vedere a Sapa? E quale è il periodo migliore per andarci?

Si trova nella zona settentrionale del Vietnam, quasi a ridosso del confine con la Cina. E’ un’area che offre panorami naturali mozzafiato, risaie a terrazza a perdita d’occhio e vette spesso innevate tra cui spicca il Fransipan, la montagna più alta del Vietnam.

Sapa La città
Sapa La città

Considerando la sua posizione geografica, il periodo migliore per andarci va da aprile a ottobre, in quanto le temperature sono più miti.
Ma Sapa ha un suo fascino anche nel resto dell’anno, e se non vi preoccupa il freddo potreste visitarla anche in inverno.

Noi siamo stati fortunati, infatti durante la nostra visita a dicembre abbiamo trovato delle splendide giornate di sole e una temperatura molto gradevole di giorno; la sera faceva abbastanza freddo, ma non era insopportabile.

Cosa vedere a Sapa Panorama
Panorama

Altri viaggiatori che abbiamo incontrato ci hanno detto che un paio di giorni dopo nevicava a tutto andare e la temperatura era calata fino allo zero.

La scelta del periodo dipende da cosa volete vedere a Sapa; se intendete fare lunghe passeggiate, allora è meglio andare sul sicuro e scegliere i mesi estivi.

Sapa Risaie
Risaie

Come arrivare a Sapa in autobus

Ancora una volta la scelta spetta a voi! Potete scegliere di arrivarci in treno o in autobus.
Sapa dista circa 317 chilometri dalla capitale Hanoi. Il tragitto richiede circa 5 ore in auto/pullman. Questa opzione è più costosa, perchè in generale si tratta di piccoli pullman con servizio “vip”, e che trasportano un numero limitato di passeggeri.

L’autobus però costituisce il mezzo più veloce; inoltre vi porterà proprio al centro della città, cosa secondo me molto importante.

Sapa Risaia
Risaia

Noi avevamo viaggiato con la Pumpkin Limousine All’andata il veicolo popteva ospitare 8 passeggeri, mentre quello che abbiamo utilizzato al ritorno era più grande.

Io consiglio questa compagnia perchè dispone di mezzi estremamente comodi, con sedili grandi e confortevoli, monitor incorporati nel sedile davanti, forniscono una bottiglia d’acqua a testa e anche mezz’ora di wifi.

Sia nel viaggio di andata che di ritorno sono incluse due soste per sgranchirsi le gambe e usare la toilette; e soprattutto ad Hanoi effettuano servizio di pick up dal vostro hotel. Il costo è di 20 dollari a tratta.

Cosa vedere a Saoa Donna Dao
Donna Dao

Come arrivare a Sapa in treno

Il viaggio in treno è più costoso e anche più lungo, più meno 8 ore; ci sono dei treni che viaggiano di notte. Arriverete a destinazione in tempo per cominciare la vostra visita e decidere cosa vedere a Sapa.

Ma a mio avviso, viaggiando di notte, perderete molti bellissimi panorami; noi abbiamo trascorso il viaggio in pullman con il naso appiccicato al finestrino per goderci la vista.

Sapa Villaggio Etnico
Villaggio Etnico

Inoltre, come già dicevo, una volta giunti alla stazione di Sapa, dovrete trovare un mezzo che vi porti in città o al vostro hotel. La stazione si trova infatti a Lao Cai, a circa 35 chilometri di distanza; ma la strada è piuttosto stretta e tortuosa, quindi dovete calcolare almeno un’altra ora di viaggio.

Il costo del biglietto del treno varia in base al tipo di vagone letto che sceglierete; il più economico è comunque più costoso del pullman, ma il prezzo sale se sceglierete delle carrozze di lusso.

Sapa Artigiano
Artigiano

Cosa vedere a Sapa

E finalmente arriviamo a esplorare le cose più belle di Sapa e che sono il motivo principale per visitare questa città!

Innazitutto il panorama naturale; tanto verde, tanta natura, alte montagne non potranno non colpirvi. Siamo ad un’altezza di oltre 1600 metri, quindi l’aria è fine e trasparente.

Non per niente nei secoli passati Sapa era la zona di villeggiatura preferita dai dominatori francesi. Oggi l’area conosce un turismo internazionale che trascorre qui qualche giorno alla scoperta della sua bellezza, ma anche un turismo locale per chi vuole concedersi qualche giorno di relax.

Sapa Bambine H’mong
Bambine H’mong

E in tutto questo verde le risaie a terrazza; nel periodo in cui siamo stati noi (dicembre) erano asciutte, ma non per questo meno affascinanti.

Nel periodo estivo, potrete vedere molte persone al lavoro nelle risaie. E sono tutti membri delle etnie che vicono nei pressi di Sapa

Nei dintorni di Sapa

Questa è la cosa che ci ha affascinati di più. Nei dintorni di Sapa ci sono alcuni villaggi abitati da etnie del Vietnam.

Donna al mercato
Donna al mercato

Essi mantengono ancora vive molte delle loro tradizioni; creano oggetti artigianali e soprattutto sono molto pittoreschi nei loro abiti coloratissimi.

Esistono tantissime etnie nel Vietnam, ma solo otto sono concentrate nella zona di Sapa. Gli H’mong, i Dao, i Tay, i Giay sono i gruppi più numerosi e meglio rappresentati.

Potrete vederne in città, quando si recano al mercato per vendere i prodotti da loro coltivati o i loro manufatti artigianali; oppure potrete recarvi direttamente nei loro villaggi.

Bambina in costume etnico
Sapa Bambina in costume etnico

In questo caso è opportuno affidarvi ad una guida, perchè nessuno di loro parla inglese e quindi possono esserci problemi di comunicazione. Inoltre alcuni villaggi sono abbastanza vicini e raggiungibili in macchina; altri sono più distanti e comunque inerpicati sui lati delle montagna e da soli non riuscireste a raggiungerli.

Cosa vedere nei villaggi etnici a Sapa

Noi abbiamo visitato il primo villaggio nel pomeriggio del nostro arrivo; gli abitanti sono stati molto accoglienti e ci hanno seguiti per tutto il percorso continuando a parlarci e a sorridere.

Alla fine, ci hanno offerto (si fa per dire, perchè alla fine abbiamo dovuto pagare) un bagno ai piedi con erbe miracolose e altrettanto misteriose da cui avremmo dovuto trarre un gran beneficio. A me non pare che abbiano fatto un grande effetto, ma è stato divertente.

Casa in un villaggio etnico
Casa in un villaggio etnico

Il giorno dopo è stata molto più dura perchè abbiamo dovuto affrontare un trekking abbastanza difficile su uno sterrato ripido e impervio. Abbiamo rischiato di cadere varie volte, ma che spettacolo: il panorama delle risaie e delle montagne davanti a noi era da cartolina.

Poi, con la macchina abbiamo raggiunto un secondo villaggio; questo sembrava un pò più “civilizzato” degli altri: le strade erano più comode e meno disastrate e anche gli edifici parevano in condizioni migliori.

Donna Hmong nera
Donna Hmong nera

Comunque, è stata una esperienza davvero interessante scoprire il modo in cui vivono queste persone, il loro stile di vita semplice e il modo in cui portano ancora avanti le loro tradizioni, con orgoglio.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Vietnam – il nostro itinerario di viaggio
Cose da vedere ad Hanoi
Cosa fare a Ninh Binh e Tam Coc


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress
error: Content is protected !!