Cosa vedere a Martina Franca

Cosa vedere a Martina Franca

Martina Franca, la piccola e ridente cittadina situata nella Valle d’Itria, offre molte cose da vedere. Ma al di là dei singoli monumenti, a noi è piaciuta molto la sua atmosfera fuori dal tempo, i suoi stretti vicoli, la cordialità dei suoi abitanti. Insomma, ci abbiamo passato una giornata splendida e rilassante.

La maggior parte dei turisti, considera le spiagge come la parte migliore della Puglia, ma non è così! Questi piccoli borghi dell’entroterra, come Martina Franca, Locorotondo, Cisternino e molti altri rappresentano la vera tradizione culturale pugliese, senza trascurare l’aspetto enogastronomico.

E ve ne accorgerete voi stessi se deciderete di trascorrere qualche giorno nella Valle d’Itria, visitando i suoi bellissimi paesi.

Cosa vedere a Martina Franca
Porta d’ingresso al centro storico

Come arrivare a Martina Franca

Il borgo è facilmente raggiungibile in auto dalle maggiori città pugliesi.
Dista circa 57 chilometri da Brindisi; ci arriverete percorrendo prima la Strada Statale 16 e poi la Strada Provinciale 14.

La distanza da Taranto è inferiore; solo 31 chilometri la dividono dalla città dei due Mari, e la strada da percorrere è la Strada Statale 172.

Esistono anche dei collegamenti ferroviari, troverete tutte le informazioni sugli orari sul sito delle Ferrovie del Sud Est.

Fontana in un vicolo
Fontana in un vicolo

Cosa vedere a Martina Franca

L’architettura barocca di Martina Franca vi coinvolgerà fin dal vostro arrivo; soprattutto in una calda giornata di sole (nel nostro caso, anche troppo calda!) la cittadina ha un aspetto luminoso, grazie agli edifici bianchi che la compongono.

I monumenti principali sono raccolti tutti attorno al centro storico, quindi potrete visitarli spostandovi a piedi. Del resto non avete scelta, visto che la zona è rigorosamente pedonale. Quindi, parcheggiate la macchina e preparatevi ad una bella passeggiata.

Tra l’altro, tutti gli edifici che hanno un interesse storico o architettonico sono ben segnalati, quindi non rischiate di perdervi niente.

Cosa vedere a Martina Franca
Cartello

Palazzo Ducale e altri palazzi nobiliari

Il primo monumento che abbiamo incontrato, subito dopo aver varcato la porta che conduce al centro storico, è il Palazzo Ducale. L’ingresso principale domina la villa comunale di Martina Franca, con la sua fontana centrale.

Il palazzo è veramente molto antico, risale al ‘600, quando il Duca Petracone Caracciolo, signore della città, ne ordinò la costruzione. L’edificio fu eretto sulla struttura di un palazzo già esistente.

La facciata è imponente, quasi a simboleggiare il potere della famiglia Caracciolo; ma la vera bellezza del palazzo è all’interno, dove potrete ammirare delle sale con i soffitti completamente affrescati. Le tre più belle sono le sale del Mito, della Bibbia e dell’Arcadia.

Oggi, il Municipio di Martina Franca è ospitato in questa struttura, insieme al Museo del Bosco delle Pianelle e il Museo di Filippo I d’Angiò.

Durante la vostra passeggiata, date una sbirciatina anche ad altri due palazzi importanti nella storia della cittadina: Palazzo Nardelli, Palazzo Torricella e soprattutto Palazzo Turnone. All’interno di quest’ultimo, è ospitato il Conservatorio di Santa Maria della Misericordia.

Balconi sulla facciata di un edificio
Balconi sulla facciata di un edificio

Edifici religiosi nel centro storico

E’ sorprendente vedere quanti edifici religiosi sono concentrati all’interno del centro storico di Martina Franca; ci siamo divertiti ad esplorarli tutti, percorrendo gli stretti e pittoreschi vicoli del paese.

Tra queste, mi sento di segnalarvi la Chiesa della Beata Vergine del Carmelo, la Chiesa di Sant’Antonio da Padova, quella di San Vito, la chiesa di San Domenico e quella di Cristo Re.

Una curiosità: è molto difficile fotografare le facciate di questi edifici religiosi, poichè si affacciano quasi tutte su stradine così strette che non è possibile indietreggiare abbastanza per riprenderle. Ma mi raccomando, entrate in ognuna di esse, perchè vi stupiranno per la loro bellezza.

Palazzo Ducale di Martina Franca
Palazzo Ducale di Martina Franca

Basilica di San Martino

La situazione cambia per quanto riguarda la Basilica di San Martino. Essa si affaccia sulla ampia Piazza Plebiscito in tutto il suo splendore e imponenza.

Devo confessare che tra tutte le cose che ci avevano consigliato di vedere a Martina Franca, è quella che mi è piaciuta di più! Si tratta di uno degli esempi migliori dello stile barocco che caratterizza la città.

La costruzione della Basilica risale alla metà del ‘700. Sul portale della facciata si può ammirare una scultura che ritrae la figura di San Martino e del povero.

L’interno, invece, è caratterizzato dalla presenza di una sola navata; ai lati dell’altare principale, noterete due statue di marmo che raffigurano rispettivamente la Carità e la Maternità. Inoltre, sempre all’interno, sono conservate le reliquie di Santa Comasia. Insieme a San Martino, è la patrona di Martina Franca.

Pare che il 2 novembre, in occasione dei festeggiamenti per San Martino, la città diventi particolarmente affascinante, grazie alle luminarie che si accendono per celebrare il santo.

Cosa vedere a Martina Franca
Campana

Cosa e dove mangiare a Martina Franca

Mangiare a Martina Franca è una esperienza quasi “mistica”; passatemi la parola, visto che i piatti tipici sono veramente divini!

Si sa, la cucina pugliese è ottima e genuina e in questo piccolo borgo del tarantino vi serviranno delle pietanze ottime. Tra queste, le famose orecchiette e il capocollo martinese, una vera delizia.

E se vi piace un bicchiere di buon vino, dovete assolutamente provare il prodotto tipico del paese, il Martina Franca DOC.

Ma dove mangiare? La scelta è molto varia: nascosti nei vicoli del centro storico, troverete tantissimi ristorantini, ognuno dei quali offre piatti tipici della zona che vi piaceranno tantissimo!

Basilica di San Martino
Basilica di San Martino

Cosa comprare a Martina Franca

Se volete fare un pò di shopping, troverete moltissimi prodotti da comprare, per voi stessi o come regalo dalla Puglia per i vostri amici.

Oltre al vino che vi ho già citato, potrete scegliere tra l’ottimo e gustoso olio pugliese, la marmellata di arancia, i “torcetti” di mandorle (sono dei dolci veramente squisiti!), oppure prodotti caseari come la mozzarella, la burrata e il caciocavallo.

Aperitivo a Martina Franca
Aperitivo a Martina Franca

Turismo a Martina Franca

Negli ultimi anni, il turismo a Martina Franca e dintorni è cresciuto moltissimo, grazie alla bellezza del paese e delle tante cose che ci sono da vedere.

Questo significa che, in alcuni periodi, il piccolo borgo si riempie di visitatori e di turisti che vogliono apprezzarne la loro bellezza. Il mio consiglio, quindi, è di consultare il sito ufficiale del turismo per restare informati sugli eventi o per prenotare un alloggio o un ristorante.

Piazza Plebiscito a Martina Franca
Piazza Plebiscito a Martina Franca

Martina Franca: cosa fare la sera

Martina Franca è una città vivace anche di sera, e se la cosa vi interessa troverete delle ottime opportunità per la movida notturna. Posso garantirvi che non vi annoierete.

Oltre ad una lauta cena in un ristorantino tipico, potrete scegliere tra una passeggiata nei vicoli, oppure potrete bere un drink in un pub o in una lounge bar.

Infine, per i più giovani e per i più scatenati, non mancano le discoteche dove ballare tutta la notte e divertirsi.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Brescello, il paese di Don Camillo e Peppone
Visita al borgo ligure di Cervo
Risiera di San Sabba a Trieste


26 Comments to Cosa vedere a Martina Franca

  1. Samanta ha detto:

    La tua descrizione di Villa Franca mi ha ricordato le atmosfere di “Mine Vaganti”, pure se questo ultimo è, in realtà, ambientato a Lecce. La Puglia è una meta che sogno da tempo, complice un’amica che ci è nata e le sue descrizioni sempre accattivanti di tutto ciò che c’è da fare o da vedere. Insomma: se sarà possibile, in primavera ci farò una scappata e, tra un torcetto e l’altro, mi lascerò incantare da questo posticino meraviglioso!

    • Teresa ha detto:

      Mi auguro vivamente che la situazione cambi e che per la prossima primavera saremo tutti liberi di muoverci e di viaggiare dove e come vogliamo; ma sono sicura che la Puglia ti piacerà tantissimo!

  2. Ilenia ha detto:

    La Puglia non delude mai come al solito; Martina Franca mi sembra una cittadina veramente graziosa e ricca di luoghi della cultura da visitare, come piace a me. Le foto, inoltre, mi sembrano riassumerne alla perfezione l’essenza

    • Teresa ha detto:

      Decidere quali foto inserie nell’articolo è stato davvero difficile; ne ho scattate una quantità paurosa, perchè Martina Franca è una continua fonte di sorprese e offre tanti angolini nascosti e bellissimi!

  3. Marilù ha detto:

    Però, ci sono una varietà di cose da fare senza mai annoiarsi da quelle parti,poi mi piace la sua l’architettura e di sicuro il suo ottimo cibo, in quale periodo consigli di vederla?

    • Teresa ha detto:

      Eviterei di andarci in luglio e agosto, come invece abbiamo fatto noi; intanto perchè c’è una elevata presenza di turisti, ma soprattutto perchè il caldo può essere veramente feroce!

  4. Chiara ha detto:

    Anche noi abbiamo visitato Martina Franca quest’estate, abbiamo trascorso tre giorni in Valle d’Itria andando alla scoperta di tutti i suoi borghi più caratteristici!

    • Teresa ha detto:

      Che bella la Valle d’Itria, con tutti i suoi splendidi paesi, a partire dal più famoso Alberobello fino a Martina Franca e Locorotondo!

  5. Moira ha detto:

    Zona di Puglia davvero splendida. Ci siamo state anche noi qualche settimana fa e ci siamo ritrovate a girare in paesi e borghi davvero meravigliosi. A Martina Franca abbiamo mangiato anche un’ottima pizza con capocollo locale davvero favolosa!

    • Teresa ha detto:

      Il Capocollo di Martina Franca è gustosissimo, non fosse altro che per mangiare quello bisognerebbe tornare in questa cittadina più e più volte!

  6. Arianna ha detto:

    La Valle d’Itria è splendida e i paesi che vi si trovano sono delle piccole perle, tra queste sicuramente Martina Franca, mi è piaciuta molto così barocca e ban tenuta, cresciuta molto turisticamente negli ultimi tempi!

    • Teresa ha detto:

      E’ vero, da un punto di vista turistico, Martina Franca è molto cresciuta negli ultimi anni, come del resto tutta la Puglia.

  7. Francesca ha detto:

    Da pugliese trapiantata nel Lazio ti ringrazio per questo bell’articolo! Adoro Martina Franca, così come tutti i piccoli borghi pugliesi. Ogni angolo è un piccolo quadro colorato da scoprire e, soprattutto, fotografare. E si mangia benissimo! 😀

    • Teresa ha detto:

      Io sono pugliese come te, trapiantata in Liguria, ma torno sempre molto volentieri in Puglia e ogni volta ne scopro un nuovo pezzetto. Quanto al cibo, che dire? E’ un vero attentato alla dieta!

  8. paola ha detto:

    Ho un grandissimo amore per la Puglia. Adoro i suoi colori, il suo cibo e quella parlata strana e musicale. Non sono però mai stata a Martina Franca e mi sembra un’altra chicca pugliese da non perdere. Mi toccherà andare a vedere…

  9. Helene ha detto:

    Mi sembra un luogo davvero interessante da visitare. Della Valle dell’Itria conosco personalmente solo Alberobello e siccome i nostri viaggi sono orientati principalmente alla visita di paesi e cittadine e non tanto come vita da spiaggia, sono sempre alla ricerca di nuove località da mettere in lista. Grazie dei suggerimenti.

    • Teresa ha detto:

      Quando vado in Puglia, io mi divido tra la vita di spiaggia e la visita ai borghi e paesini; Martina Franca per me è stata davvero una bella scoperta!

  10. valeria ha detto:

    A dirla tutta Martina Franca mi ricorda un po’ i paesini descritti nel Gattopardo (so che questo romanzo era ambientato in Sicilia). Il barocco pugliese è qualcosa di spettacolare, maestosi e imponenti palazzi che chissà quante cose hanno visto.

  11. Beatrice ha detto:

    Mi hanno sempre parlato di Martina Franca come di una città che non ti aspetti, ma prima di vedere queste foto non avevo idea che fosse così carina. Devo dire che il vostro racconto di questa zona d’Italia mi sta davvero convincendo che devo partire per queste zone.

    • Teresa ha detto:

      Ad essere onesta, anche io non pensavo che Martina Franca mi sarebbe piaciuta così tanto! E’ stata davvero una bella sorpresa, a parte il caldo micidiale!

  12. ANTONELLA ha detto:

    Il barocco mi sta affascinando sempre di più. Quello pugliese, che mi ricorda molto quello siciliano, è così diverso da quello di Roma e così più elegante. I palazzi di Martina Franca mi fanno pensare ad un passato di splendore con feste e balli nelle sale affrescate e le strade sembrano dei salotti. Non ci sono ancora stata ma la Valle d’Itria mi attira moltissimo

    • Teresa ha detto:

      Il barocco è uno degli stili architettonici più affascinanti; il Salento ne è un esempio apprezzabile, mentre non saprei dirti nulla della Sicilia visto che non ci sono mai stata.

  13. Ho sempre sentito parlar bene di Martina Franca e nel tuo articolo trovo solo conferme. Speriamo di poterci andare presto per un week end, magari in primavera.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress