Gili Air: un paradiso incontaminato

Gili Air

L’isola di Gili Air è una delle tre isole che compongono l’arcipelago delle Gili, un un gruppetto di minuscole isole che si trova a nord-ovest di Lombok. Le altre due sono Gili Meno e Gili Trawangan.

Esse fanno parte del Triangolo dei Coralli: si tratta di una area marina che coinvolge sei stati, cioè Indonesia, Malaysia, Papua Nuova Guinea, Filippine, Isole Salomone e Timor Est.
La zona presenta la più grande biodiversità marina della terra e, per questo motivo è la gioia di qualunque appassionato di snorkeling.

Quale isola scegliere

Ma quale delle tre scegliere e perche abbiamo optato per Gili Air? Molto semplice: leggendo varie guide e vari blog abbiamo scoperto le differenze tra le tre location.

L'isola di Gili Air
Il porto di Gili Air

Trawangan è l’isola principale: è molto turistica e affollata, l’ideale per chi cerca movimento e vita notturna.

Gili Meno, invece, è veramente minuscola: il mare è sicuramente stupendo, ma oltre quello non c’è altro, gli alloggi sono molto spartani e l’isola è visitabile in circa 20 minuti.

Per questo motivo, Gili Air ci è sembrato il giusto compromesso: niente folla, ma neanche l’isola deserta di Robinson.

Volendo, potete comunque fare un’escursione alle altre due isole; soprattutto a Gili meno, dove potete rilassarvi per una mezza giornata.

L'isola di Gili Air
Barche a Gili Air

Quando andare a Gili Air

Il periodo migliore per visitare le isole Gili va da aprile ad ottobre.

Le temperature sono gradevoli tutto l’anno, ma nei mesi che corrispondono al nostro inverno esiste la forte possibilità di affrontare delle piogge torrenziali.

Considerando che non c’è molto da fare, se non le attività connesse al mare, e che un soggiorno alle Gili significa vivere all’aria aperta la maggior parte del tempo, non ha molto senso farsi rovinare la vacanza dalla pioggia.

A noi è capitata una serata di forte pioggia, e muoversi è stato un problema perchè le strade si erano letteralmente trasformate in torrenti fangosi.

L'isola di Gili Air
La spiaggia

Se poi i vostri programmi lo permettono, evitate il mese di agosto, quando moltissimi turisti si riversano sulle isole per godersi un pò di relax dopo un giro a Bali o Giava.

Come arrivare all’isola di Gili Air

Il traghetto è l’unico modo per arrivare. Dovrete recarvi al porto di Padangbai a Bali, da dove vi imbarcherete per la vostra destinazione.

Ci sono varie compagnie che effettuano questo servizio, e che applicano delle tariffe diverse. Anche la frequenza delle partenze cambia a seconda della compagnia. In questo sito trovate comunque tutte le informazioni che vi servono.

Oltre che il prezzo, controllate anche se la compagnia effettua il servizio di pick up dal vostro hotel.

La spiaggia di Gili Air
La spiaggia di Gili Air

In generale, la durata del viaggio è di un’ora e mezzo, perchè il traghetto fa una sosta anche a Lombock per scaricare e caricare passeggeri, dopo aver toccato Gili Air proseguirà per Gili Trawangan.

Se invece siete a Lombock, potete considerare di prendere anche il traghetto pubblico; in questo caso troverete prezzi e orari direttamente nel porto di Lombock.

Dove dormire

Come dicevo, l’isola è piccola, ma si sta aprendo al turismo, di conseguenza stanno nascendo sempre nuove possibilità per soggiornarvi. Però al momento la disponibilità non è enorme, quindi io vi suggerirei di prenotare con anticipo, eviterete così di trovare tutto pieno!

Ma non aspettatevi resort di lusso, overwater bungalows o cose simili; ci sono degli hotel molto carini e in cui si sta davvero benissimo, ma niente sfarzo eccessivo.

Il mare di Gili Air
Il mare di Gili Air

Noi avevamo optato per il Manta Dive Resort, non tanto perchè è considerato il migliore dell’isola, ma soprattutto perchè è situato sul lato dell’isola considerato il migliore per lo snorkeling.

Dove mangiare

Avete l’imbarazzo della scelta; sul perimetro esterno dell’isola, proprio sul mare, ci sono tantissimi ristoranti. Praticamente tutti servono dell’ottimo pesce e cibo locale; qualcuno offre anche la pizza o la pasta, ma vi consiglierei di lasciar perdere.

I prezzi sono bassi; in generale non spendevamo mai più di 15/20 euro per una cena; a mezzogiorno invece ci arrangiavamo in spiaggia con un panino, un’insalata o comunque qualcosa di leggero.

A proposito, vi consiglio di arrivare sull’isola con un bel pò di contanti perchè difficilmente accettano le carte di credito e per il momento non esiste un ATM dove prelevare.

Temporale in arrivo
Temporale in arrivo

L’isola di Gili Air

Ed eccoci a destinazione! Finalmente siamo a Gili Air.

La prima cosa che dovete fare è noleggiare un carretto che vi porti al vostro alloggio. Eh si, qui a Gili non ci sono strade, ma solo sentieri, alcuni sono degli sterrati, altri piste di sabbia.

Il nostro hotel era davvero molto vicino al porto, ma trascinare le valigie nella sabbia era davvero faticoso, quindi abbiamo contrattato il prezzo con un ragazzo del posto per farci portare a destinazione con il carretto tirato dagli asinelli. Il prezzo è piuttosto elevato e non esiste possibilità di trattativa, visto che sembra che esista un accordo tra i “tassisti” quindi il prezzo non può essere modificato.

Il carretto è infatti l’unico mezzo di trasporto, a parte le biciclette e qualche motorino. Noi ci siamo mossi prevalentemente a piedi; è il modo migliore per girare l’isola, fermandosi ad ammirare il panorama o buttandosi in acqua per un bagnetto rinfrescante.

Al ristorante
Al ristorante

Per fare il giro dell’isola ci vuole davvero pochissimo, quindi tutti i giorni ci facevamo una bella passeggiata; percorrevamo tutto il perimetro dell’isola, costeggiando la riva del mare fino a ritornare al punto di partenza.

Non dimenticate di portare con voi le scarpette da snorkeling; in alcuni tratti ci sono delle rocce che potrebbero ferirvi i piedi.

E a proposito di snorkeling: Gili Air in questo senso è un piccolo paradiso! Abbiamo visto tantissimi pesci e, in un paio di occasioni, ci siamo imbattuti con delle tartarughe che nuotavano pacifiche proprio davanti al nostro resort. Che emozione!

Escursioni

Si possono fare alcune escursioni; la più popolare è una mezza giornata a Gili Meno per visitare l’isola e fare snorkeling.

Tartaruga nel mare di Gili Air
Tartaruga nel mare di Gili Air

Potete informarvi sui prezzi e sugli orari presso una delle tante agenzie che troverete sulla spiaggia.

Oppure potete fare immersioni, esiste un ottimo centro diving (proprio all’interno dell’hotel che avevamo scelto); qui potete prendere il patentino, se già non lo avete e poi divertirvi ad esplorare le acque cristalline di Gili Air.

Infine, come abbiamo fatto noi, potete farvi organizzare una battuta di pesca. In realtà non abbiamo pescato niente, però è stata una divertente gita in barca dalla quale siamo tornati rossi come due peperoni!

Le Secret Gili

Sono due gruppi di isole ancora praticamente sconosciute, allo stato selvaggio, dove il turismo di massa è ancora lontano (grazie a Dio). Queste isole “segrete” si trovano al largo della baia di Lembar, a ovest di Lombok. Si possono visitare con una escursione in giornata, partendo dal porto di Gili.

Gili Nanggu
Gili Nanggu

Il primo gruppo è costituito dalle isole Gili Nanggu, Gili Kedis, Gili Sudak, Gili Tangkong. E’ possibile pernottare solo a Nanggu e a Sudak, in alloggi molto semplici e spartani, ma volete mettere che emozione godersi il silenzio assoluto ed una spiaggia praticamente tutta per voi?

Il secondo gruppo, invece, è formato da isole più grandi: Gili Gede, Gili Asahan, Gili Layar, Gili Ringit. L’unica ad essere disabitata è Gili Layar, mentre sulle altre vivono piccoli nuclei di pescatori. Esistono delle strutture ricettive in grado di assicurare un certo livello di comodità, ma il wifi è praticamente inesistente. Ma del resto non credo che sia un problema, visto che non si va visitare le isole Gili per chattare con amici!

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Il nostro itinerario di viaggio in Indonesia
Le risaie di Bali, patrimonio dell’Unesco
Yogyakarta: cosa vedere in due giorni
Prambanan, il fascino della religione hinduista
Borobudur, il tempio buddhista a Java
I templi di Bali
Perchè visitare Ubud durante il vostro viaggio a Bali


134 Comments to Gili Air: un paradiso incontaminato

  1. La Kry ha detto:

    Grazie al vostro articolo al mio bestio è tornato in mente che lui, in effetti, possiede un patentino da sommozzatore che sta lì in un cassetto da un po’ a prendere polvere… magari torna buono!

  2. Lara ha detto:

    Sembra veramente un posto tranquillo, dove poter vivere la natura e la tranquillità che regala. Mi è piaciuta la foto a tavola, anche noi in Indonesia mangiavamo pesce fresco arrostito, una delizia!

  3. Viola ha detto:

    Il fatto che non vi siano megaresort o overwater villa me la fa amare! Sembra un’isola ancora abbastanza autentica e mi piacerebbe molto visitarla! Grazie per i preziosi consigli

    • Teresa ha detto:

      No, assolutamente niente resort o overwater bungalow; è un piccolo mondo ancora integro e incontaminato che vale la pena di vedere!

  4. Sara Bontempi ha detto:

    Che meravigliosa esperienza, soprattutto il carretto con gli asinelli e le passeggiate lungo mare!

  5. Sara ha detto:

    Finalmente un articolo utile a scegliere in quale isola delle Gili andare… l’anno prossimo è previsto un viaggio a Bali e prenderò sicuramente spunto dai vostri consigli! Grazie!

  6. Valentina ha detto:

    Siamo in partenza per Bali e abbiamo deciso di dedicare 3 giorni a Gili Air anche grazie al vostro articolo! Sappiamo che agosto è il mese più turistico ma speriamo di trovare comunque la pace che cerchiamo!

    • Teresa ha detto:

      Se le cose non sono cambiate, a Gili Air troverete pace e tranquillità; fammi sapere come vi siete trovati!

  7. ANNA & BEPPE ha detto:

    Le Gili e chi se le dimentica!!!!! Abbiamo passato una vacanza stupenda su queste isolette…sono una più bella dell’altra e con caratteristiche differenti!!!

  8. Rita ha detto:

    Le Gili♥️♥️ sono legata con affetto a questo piccolo arcipelago. Ho sempre soggiornato a Trawangan, ma concordo con te, in alcuni momenti c’è davvero tanta gente, la prossima volta magari cambio. Mi hai riportata tra le tartarughe, le cenette con i piedi nella sabbia…grazie!

    • Teresa ha detto:

      Io ho dei bellissimi ricordi di questa isoletta, compresa la sera in cui è venuto giù il diluvio universale e nelle stradine il fango ci arrivava a metà polpaccio 🙂

  9. Teresa ha detto:

    Bellissime isole dove riconnettersi con se stessi e con la natura, tra snorkelinng (che io adoro) e passeggiate.

  10. Tamara ha detto:

    Bellissimo articolo, non conoscevi assolutamente questi posti, ora avrei tanta voglia di partire 😍

  11. sara bontempi ha detto:

    Ma che luogo paradisiaco, partirei anche subito per un luogo così! Mi mancano tantissimo i viaggi nei paesi caldi e di mare.

  12. Laura ha detto:

    Sembrano un paradiso. Il fatto di essere ancora abbastanza incontaminate poi, le rende ancora più affascinanti!

    • Teresa ha detto:

      Il fascino delle Gili, oltre al mare stupendo, è proprio il fatto di essere incontaminate e ancora non scoperte dal grande turismo!

  13. Cristina ha detto:

    Davvero splendide queste isole. Mi piacerebbe tornare in asia. Ho ancora i voucher della Thai chissà che riesca ad usarli prima o poi!

    • Teresa ha detto:

      Io spero che tu possa usare i tuoi voucher al più presto, ormai è ora di lasciarci tutto alle spalle e ricominciare a viaggiare!

  14. Teresa ha detto:

    Non sono mai stata in Indonesia, ma mi piacerebbe molto, e anche io sceglierei l’isoletta più tranquilla: non mi interessa la vita notturna o i resort lussuosi, ma godere delle bellezze naturali in tranquillità!

    • Teresa ha detto:

      Allora sei proprio come noi: abbiamo scelto Gili Air per la sua bellezza, ma soprattutto per la sua tranquillità, visto che cercavamo innanzitutto relax!

  15. Sara ha detto:

    Grazie per avermi fatto conoscere questa parte di mondo per ancora inesplorata. Articolo pieno di informazioni utili. Lo terrò in considerazione per il mio prossimo viaggio!!!

    • Teresa ha detto:

      Ti garantisco che Gili Air è davvero un posto bellissimo, noi lo abbiamo apprezzato molto, sia per il mare che per la tranquillità che garantisce!

  16. miriana ha detto:

    grazie per averci fatto conoscere meglio quest’isola poco conosciuta e lontana dai turisti, sono una grande amante e cercatrice assidua di posti del genere.

  17. Monica ha detto:

    Avrei scelto anch’io Gili Air per i vostri stessi motivi. Da tanto voglio visitare l’Indonesia, ma avendo poco tempo a disposizione (mai più di 7/10 giorni attaccati) mi frena un po’ sia il costo che la durata del volo…

    • Teresa ha detto:

      I giorni che dici tu per l’Indonesia sono davvero pochini, ce ne vogliono almeno cinque solo per visitare Bali. Magari aspetta per quando avrai delle ferie più lunghe!

  18. Monica ha detto:

    Mi sono letteralmente innamorata delle isole Gili. Adoro i posti incontaminati e lontani dal turismo di massa. Si può andare liberamente o solamente con guide locali?

    • Teresa ha detto:

      Puoi andarci in assoluta libertà! Noi abbiamo prenotato il traghetto da Bali, un taxi che ci portasse al porto e infine l’hotel. Ed è stato fantastico!

  19. Selena ha detto:

    Ho adorato Gili Air, è decisamente la mia preferita delle isole Gili 🙂 E’ stato bello leggere questo racconto di viaggio e sognare di poter tornare lì. Tra l’altro abbiamo anche soggiornato nello stesso hotel, che coincidenza 😀

  20. Lucy ha detto:

    Avrei proprio bisogno di una vacanza in un luogo del genere. Quei posti dove non c’è internet, ti dimentichi di tutto e ti godi il momento. Unico neo per la mia sensibilità, l’uso degli asinelli per accompagnare i turisti: nel mio mondo ideale non ce n’è bisogno. Ciò detto, mi piacerebbe un sacco fare snorkeling e osservare le tartarughe!! *_*

    • Teresa ha detto:

      Gli asinelli non vengono sfruttati, devono camminare solo per poche centinaia di metri e onestamente mi sono sembrati ben tenuti. Comunque, puoi sempre andare a piedi 🙂

  21. Lucia ha detto:

    Non sono ancora stata in queste zone ma mi sembra che meritino veramente di essere viste. Grazie per i preziosi consigli li terrò a mente quando ci andrò.

  22. Libera ha detto:

    Mi avete convinto già dai primi paragrafi ! Un itinerario davvero interessante e che relax !!

  23. Alice ha detto:

    Davvero utile questo tuo articolo! Grazie mille!

  24. cinzia ha detto:

    Potevo non venire a leggere la vostra avventura alle isole Gili? io preferisco Meno, perchè secondo me ha la spiaggia più bella, ma comunque alla fine sono molto simili.
    Che pace e relax, e che voglia di stare a piedi nudi in una di queste isolette

    • Teresa ha detto:

      Gili Meno ci attirava molto, ma temevamo che alla lunga ci saremmo annoiati, quindi abbiamo scelto una via di mezzo!

  25. Francesca ha detto:

    Bellissima, ora che riaprono prima di rientrare alla base, mi soffermerò in Indonesia per un po’… a proposito… servono vaccini particolari?

    • Teresa ha detto:

      Quando ci siamo stati noi, non abbiamo fatto assolutamente nessuna vaccinazione. Bisogna vedere cosa stabiliranno adesso per la faccenda Covid. Prima di partire è bene che tu ti tenga informata.

  26. Paola ha detto:

    Che destinazione da sogno! Mi sono innamorata di queste isolette indonesiane leggendo il vostro articolo. Sicuramente anche io avrei scelto Gili Air, il compromesso tra isola deserta e quella con troppa “vita” 🙂

    • Teresa ha detto:

      Infatti, posso confermarti che la scelta è stata quella giusta; è stata una vacanza rilassante dopo aver corso come matti per mezza Indonesia. Prima la cultura e poi il relax!

  27. Lara Bradamilla ha detto:

    Ci dovevamo andare nel 2018, poi c’è stato il terremoto e ci siamo spostati a Nusa Lembongan.
    Ci siamo ripromessi di tornare per festeggiare i nostri 40 anni.

  28. Veronica ha detto:

    In questo momento in cui il mio raggio d’azione non supera i 10 km per via del lockdown, la lettura di questa tua destinazione esotica mi ha riempito di nostalgia.

    • Teresa ha detto:

      Purtroppo siamo tutti nella stessa barca: tanta voglia di viaggiare e poca possibilità di farlo! Speriamo che la situazione cambi al più presto!

  29. elisabetta ha detto:

    Mi hai fatto ritornare in Indonesia 🤩 pensa che ero stata alle isole Gili anni fa con mia sorella ( le avevo regalato per la laurea un viaggio a Bali e isole Gili) e lì abbiamo nuotato tra le tartarughe marine! Davvero stupendo

    • Teresa ha detto:

      Rivivere i viaggi fatti fa venire un magone tremendo, visto che al momento siamo bloccati a casa e non sappiamo ancora cosa succederà nei prossimi mesi. Speriamo che la distribuzione dei vaccini ci aiuti a risolvere la situazione una volta per tutte!

  30. Valentina ha detto:

    Mi sta incuriosendo molto l’Indonesia e appena sarà possibile riprendere a viaggiare tranquillamente, mi piacerebbe visitare Bali e le Gli. L’acqua è davvero cristallina, vorrei teletrasportarmi lì ora 🙂
    Che bello poi che non ci sono strade asfaltate, ma solo sentieri… un’isola ancora selvaggia che sicuramente mi potrebbe piacere 🙂

    • Teresa ha detto:

      Bali va assolutamente visitata almeno una volta nella vita. Tutti dicono che è troppo turistica, ma questo non sminuisce il suo fascino. E dopo le folle balinesi, un soggiorno alle isole Gili ci sta proprio.

  31. Chiara ha detto:

    Un vero e proprio paradiso terrestre! Avevo organizzato tutto per luglio scorso, poi è arrivato il Covid ed è saltato tutto😥.
    Speriamo di tornare presto a viaggiare!

  32. Cristina ha detto:

    Teresa mi viene da piangere! Avevo in programma Bali, Lombok e le Gili proprio quest’estate! Purtroppo il biglietto ce lo siamo fatto rimborsare ma speriamo di prenderne uno presto e di sfruttare i tuoi consigli!