Cosa vedere a Oviedo e dintorni

Cosa vedere a Oviedo

Vedere Oviedo durante il nostro viaggio in Spagna è stata per noi una piacevole sorpresa; non pensavamo che fosse così bella e ci fossero tante cose da fare. I due giorni che abbiamo trascorso nel capoluogo delle Asturie sono volati veloci come il vento e siamo riusciti anche ad esplorare i suoi dintorni.

La città è divisa sostanzialmente in due parti: quella antica, che secondo me è la più affascinante, e la parte moderna, molto vivace e ricca di negozi. Noi le abbiamo esplorate tutte e due, visto che le attrazioni sono equamente distribuite.

Il consiglio migliore che posso darvi è di lasciare la vostra auto in uno dei tanti parcheggi pubblici (o addirittura presso il vostro hotel, se alloggiate in centro) e di gironzolare a piedi; solo in questo modo potrete gustare l’atmosfera spensierata che si gode a Oviedo.

Come arrivare a Oviedo

Cosa vedere a Oviedo
Quartiere commerciale di Oviedo

Se decidete di vedere Oviedo e pensate di raggiungerla in aereo, dovete tenere conto che non esistono voli diretti dall’Italia. Questo significa che dovrete volare su un’altra città, che potrebbe essere Santander o Bilbao, e poi spostarvi verso Oviedo in treno o con una automobile a noleggio.

La seconda opzione è quella che vi consiglio di più, perchè senza l’automobile rischiate di perdervi i dintorni di Oviedo, dove ci sono molte belle cose da vedere. Queste località, di cui vi parlerò tra un attimo, non sono raggiungibili con i mezzi pubblici, e sarebbe quindi un vero peccato non visitarle.

Storia di Oviedo

Cosa vedere a Oviedo
Teatro di oviedo

Come potrete vedere con i vostri occhi, Oviedo è una città molto antica; pensate che la sua storia inizia nel 761 D.C. ad opera di due monaci chiamati Maximo e Fromestano. Essi costruirono una chiesetta che viene considerata come il primo nucleo dell’attuale città.

Oviedo crebbe velocemente fino a diventare capitale del regno delle Asturie; grazie al Re Alfonso II, raggiunse una incredibile potenza e prosperità intorno al IX secolo. Parte della sua fama è dovuta anche al fatto che molti pellegrini diretti a Santiago di Compostela si fermavano nella città, per una sosta e per vedere la bellissima cattedrale.

Purtroppo, la città dovette subire anche degli eventi piuttosto tragici: innanzitutto, nel 1521, essa fu seriamente danneggiata da un vasto incendio, in seguito assediata dalle truppe napoleoniche e infine attaccata durante la Guerra Civile Spagnola. Per fortuna, Oviedo si è sempre rialzata da queste situazioni, mantenendo la sua bellezza.

Cosa vedere a Oviedo

E adesso cominciamo ad esplorare la città e le tante cose da vedere che Oviedo offre.

Il Casco Antiguo

Campo de San Francisco
Campo de San Francisco

Come molte altre città spagnole, anche Oviedo vanta un centro storico che è un vero gioiellino; è formato da una rete di strette stradine che si snodano tra edifici antichi che sprigionano ancora oggi il loro fascino. Camminare in questi vicoli ammirandone i negozi è pura magia, così come lo è fermarsi in uno dei tanti locali per consumare un aperitivo, proprio come fanno i locali!

Cosa vedere a Oviedo: la Cattedrale del Santo Salvadore

La Cattedrale di Oviedo
La Cattedrale di Oviedo

Proprio nel centro storico di Oviedo, potrete vedere una delle attrazioni più belle della città: la Catedral de San Salvador. L’edificio ha una storia millenaria e in un certo senso può essere considerata come il simbolo di Oviedo.

La struttura che oggi ci colpisce per la sua imponenza, nel IX secolo era solo una piccola cappella costruita per volontà dei reali di Spagna e che veniva chiamata Cámara Santa. La sua funzione principale era quella di conservare alcune sacre reliquie; nei secoli successivi, questo nucleo originario venne ampliato e vennero aggiunte altre parti, alcune in stile gotico e altre in stile barocco.

All’interno della cattedrale potrete ammirare alcune piccole cappelle laterali, le tombe di alcuni re delle Asturie e due capolavori di oreficeria, la Croce degli Angeli e la Croce della Vittoria, la prima è considerata come un simbolo della città. Da non perdere anche il chiostro e il Santo Sudario, un lenzuolo che si dice abbia coperto il corpo di Gesù dopo la crocifissione; una specie di Sacra Sindone, insomma. Vedrete anche un pezzo di lígnum crucis, che si dice sia un frammento di legno proveniente dalla croce.

Se avete tempo, visitate anche il Museo della cattedrale, che è situato al piano superiore. Sul sito ufficiale della Cattedrale di Oviedo, potrete trovare altre informazioni e potrete acquistare i vostri biglietti on line.

Non dimenticate, infine, che la Cattedrale è il punto di partenza del Cammino Primitivo che collega Oviedo a Santiago di Compostela.

Cosa vedere a Oviedo: le statue

La statua di Mafalda
La statua di Mafalda

Vedere Oviedo significa anche scoprire le tantissime statue che arricchiscono e abbelliscono il suo panorama urbano. Ad ogni angolo di strada ne trovate una, in stile diverso, e alcune di queste sono state realizzate da prestigiosi artisti. Volete un esempio? In Piazza de la Escandalera troverete la Gorda di Botero, il famoso artista spagnolo dallo stile inconfondibile. La statua rappresenta la maternità.

A poca distanza, la statua in bronzo dedicata al famoso regista americano Woody Allen, in grandezza naturale; è stata realizzata da Vicente Martínez-Santarúa. Nella piazza della cattedrale vedrete la statua della Regenta, creata da Mauro Álvarez Fernandez e ispirata alla Restaurazione Spagnola.

Ma la statua più ricercata e più fotografata è senza dubbio quella di Mafalda, la simpatica bambina ideata da Quino. La trovate all’interno del Campo de San Francisco; quando l’abbiamo trovata, abbiamo visto che c’era la coda per potersi sedere sulla panchina insieme a Mafalda per fare una foto. A proposito, dopo aver reso omaggio alla scultura, fate un giro all’interno del parco cittadino, perchè è davvero bello.

Calle Gascona: il quartiere del sidro

Cosa vedere a Oviedo
Calle Gascona

Oviedo è la capitale spagnola del sidro. Pensate che esiste una strada interamente dedicata a questa bevanda gasata e leggermente alcolica. Nè io nè Gianni lo amiamo molto, però non potevamo mancare una visita in questa zona così caratteristica. Ai due lati della strada i locali che servono sidro si susseguono senza interruzioni. Ne abbiamo scelto uno a caso e abbiamo ordinato del sidro.

Quello che abbiamo trovato estremamente divertente è stata la cerimonia per servire la bevanda. Il cameriere versa il sidro tenendo una mano con la bottiglia ben al di sopra del proprio capo, la mano che regge il bicchiere invece viene tenuta in basso. Pare che questa tecnica serva a far “respirare” la bevanda e renderla più gustosa. Dal momento che il sidro va servito a piccolissime dosi, il rito della mescitura si ripete in continuazione. La cosa divertente è che i camerieri tengono lo sguardo fisso davanti a sè, per cui buona parte del liquido finisce sul pavimento.

Se volete passare una serata in allegria, vi consiglio di passarla in uno dei locali di Calle Gascona, dove si crea un’atmosfera davvero divertente!

Cosa vedere nei dintorni di Oviedo

Con Woody Allen
Con Woody Allen

Se siete in questa zona, non limitatevi a vedere la città di Oviedo, ma fate un giro anche nei suoi dintorni, perchè ci sono alcuni luoghi davvero interessanti. Alcuni distano pochi chilometri, altri sono un pò più lontani, ma sono tutti ugualmente belli.

Le Chiese Preromaniche

Santa Maria del Naranco
Santa Maria del Naranco

A solo tre chilometri da Oviedo, troverete due chiese preromaniche che vale proprio la pena di visitare. La prima che incontrerete è Santa Maria del Naranco, che prende il nome dal Monte Naranco, sul cui fianco è situata; a solo 100 metri giace San Miguel de Lillo. Entrambe le strutture sono state dichiarate Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’Unesco.

Potete comodamente arrivarci in macchina, ma se ne siete sprovvisti, potete utilizzare il pullman; dovete prendere la linea A2 per arrivare nella zona e la linea A1 per tornare indietro. Noi ci siamo limitati ad ammirare le due chiese dall’esterno, ma se volete potete visitare anche la parte interna acquistando il vostro biglietto on line sul sito ufficiale. Il costo è di soli 3 euro e comprende la visita di entrambe le chiese.

Cabo de Peñas

Cabo de Peñas

Cabo de Peñas è probabilmente la cosa che ci è piaciuta di più nei dintorni di Oviedo. Abbiamo deciso di perlustrare la zona costiera e ci siamo imbattuti in questo capolavoro della natura. Si tratta di un tratto di costa che si affaccia sul Mar delle Asturie, una scogliera a picco sul mare che ti toglie il fiato con la sua bellezza.

Al nostro arrivo, il tempo era piuttosto annuvolato, ma appena è uscito il sole abbiamo potuto goderci i colori incredibili del mare; la zona è molto selvaggia, e fortunatamente non molto frequentata. Inoltre, ci è piaciuto molto il tozzo faro che domina l’area.

Se volete, potete anche approfittare del ristorante Cuatro Vientos, potete bere qualcosa comodamente seduti sulla terrazza che si affaccia sul mare; oppure potete anche mangiare dell’ottimo pesce a prezzi davvero contenuti.

Cosa vedere nei dintorni di Oviedo: la città di Gijon

Gijon si trova a circa 24 chilometri da Oviedo, ed è una cittadina che vi consigliamo di vedere, vale la pena dedicarci almeno mezza giornata. Essa è affacciata sul mare, e quindi le sue spiagge sono tra le cose da vedere e fotografare. A noi è piaciuto molto passeggiare sul suo lungomare, che vanta tantissimi locali frequentati soprattutto di sera.

Non perdetevi la Chiesa di San Pedro Apostol, che vanta una posizione fantastica proprio sul mare, e Plaza Mayor, la cui caratteristica è quella di avere un solo lampione nel centro.

Dove dormire a Oviedo

Sidro
Sidro

Per dormire, abbiamo scelto un hotel un pò fuori da Oviedo, visto che i prezzi degli alloggi in centro città sono abbastanza elevati, soprattutto se cercate un hotel fornito di parcheggio. In 5 minuti di orologio eravamo in centro e dovevamo solo trovare un parcheggio sotterraneo per lasciare l’auto e poi girare la città come più ci piaceva.

Per ogni altra informazione, potete consultare il sito ufficiale del turismo di Oviedo.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Santuario di Covadonga e i laghi di Enol 
Cosa vedere a Santander e dintorni
San Juan de Gaztelugatxe, la location di “The Game of Thrones”
Cosa vedere a Bilbao in due giorni
Cosa vedere a San Sebastian in un giorno


14 Comments to Cosa vedere a Oviedo e dintorni

  1. Claudia ha detto:

    La sidra è una bevanda super caretteristica del nord della Spagna, ti dirò che nemmeno a me piace molto…però bisogna provarla, soprattutto poi per vedere appunto come viene servita, che è una scena molto caratteristica. Non so poi se vi è capitato di vederlo bere direttamente dal porron, che è appunto la bottiglia dalla forma particolare, proprio per bere la sidra!

    • Teresa ha detto:

      Abbiamo visto solo il rito del versamento, tutti bevevano dal bicchiere normale, non c’erano bottiglie particolari!

  2. Marina ha detto:

    Oviedo è una delle poche città spagnole che non ho visitato: un gran peccato direi, leggendo il vostro articolo! Come fan di Mafalda la foto con la sua statua non me la perderei, così come la visita alle due bellissime chiese preromaniche che si trovano nei dintorni.

    • Teresa ha detto:

      Naturalmente devi anche andare a vedere la strada del sidro, anche se la bevanda non ti piace, devi assolutamente vedere come la servono!

  3. Sara ha detto:

    Articolo molto bello, dettagliato e pieno di spunti utilissimi soprattutto per me che non ho mai visitato la città. Ne farò tesoro per la prossima gita fuori porta. Grazie❤

  4. Non abbiamo mai preso in considerazione di fare una tappa a Oviedo sai? Abbiamo sempre erroneamente pensato che non ci fosse molto da fare o da vedere. Il tuo articolo ha smentito le nostre supposizioni. Segno il prossimo road trip!

  5. ANTONELLA ha detto:

    Molto simpatica l’idea delle statue! Tra questa caratteristica e il sidro versato dall’alto mi sembra di capire che Oviedo non solo è molto bella dal punto di vista architettonico ma anche molto piacevole e divertente.

  6. Sai che mi hai fatto scoprire una destinazione che non avevo mai preso in considerazione? Praticamente mi sa che ti devo fare un regalo perché quando finalmente organizzerò questo viaggio, tutte le tappe me le avrai già “preparare” tu 😊

    • Teresa ha detto:

      In effetti, il giro che abbiamo fatto è stato fantastico e molto articolato, tra città, mare e montagne. Aspetto il tuo regalo 🙂

  7. Patrizia ha detto:

    Hai detto sidro? Forse sai già che è una delle mie passioni e andrei ad Oviedo in giornata anche solo per quello! Mi sembra comunque un luogo bellissimo, con molte attrattive da offrire. Ci andrò sicuramente un giorno!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress