Cosa vedere a Bilbao in due giorni

Cosa vedere a Bilbao

In due giorni è sicuramente possibile vedere Bilbao e molte delle sue tante attrazioni, ma dal momento che è una città che offre moltissimo, bisogna fare le cose un pò di corsa e magari fare una selezione.

Questa bella città è stata la seconda tappa del nostro viaggio nella Spagna del Nord e l’abbiamo trovata molto interessante dal punto di vista culturale, molto meno dal punto di vista paesaggistico e naturale. L’impressione che ne abbiamo avuto è quella di un miscuglio tra antico e ultra moderno: come se una vasta gamma di edifici moderni si fosse sviluppato attorno ad un cuore molto antico e pittoresco.

Si tratta della più grande città dei Paesi Baschi, il suo nome in lingua basca è Bilbo. Si trova nella provincia di Biscaglia, o Bizkaya in basco. Non è affacciata sul mare, come molte delle città che abbiamo visitato durante il nostro viaggio, ma dista non più di 20 chilometri dall’Oceano Atlantico. E’ attraversata dal fiume Nervion che la taglia in due e che le da un fascino molto particolare.

Consigli per vedere la città di Bilbao

Cosa vedere a Bilbao
Municipio di Bilbao

Dove dormire a Bilbao

Il primo consiglio che mi sento di darvi è quello relativo all’alloggio. Il prezzo delle sistemazioni in centro non è molto abbordabile, soprattutto se state viaggiando come noi in agosto, periodo di altissima stagione. Per questo motivo abbiamo preferito prenotare fuori città, a circa una decina di chilometri, risparmiando circa 30 euro a notte. In pochissimi minuti raggiungevamo il centro della città senza nessun problema.

Parcheggi

Trovare un parcheggio in città non è molto facile, non se ne trovano nemmeno a pagamento. Per fortuna ci sono i parcheggi coperti che sono una utilissima risorsa per chi, come noi, deve lasciare la macchina per qualche ora. Quello più vicino al centro, che abbiamo utilizzato praticamente sempre, è l’Arenal, che è praticamente attaccato alla città vecchia ed è in una posizione strategica per visitare tutte le attrazioni della zona. L’indirizzo è Areatzako Pasealekua, 1. Il prezzo non è proprio economico, visto che si aggira sui 2,50 euro all’ora.

Vedere Bilbao con la Bilbao-Bizkaia Card

Teatro Arriaga

Un’altra valida opzione per muovervi all’interno della città e vedere le bellezze di Bilbao sono i mezzi pubblici. La città è dotata di una efficiente metropolitana, che vi tornerà utile soprattutto per spostarvi fuori della città per visitare attrazioni come il quartiere di Portugalete. Esiste anche una linea di tram che percorre in senso orario e antiorario tutto il perimetro della città, ed è estremamente comoda.

Per risparmiare sui mezzi pubblici vi consiglio di acquistare la Bilbao-Bizkaia Card. Si tratta di una carta che vi permette di utilizzare liberamente qualunque mezzo pubblico, senza dover acquistare ogni volta il biglietto. Una volta in possesso della carta, potrete usufruire anche di visite guidate gratuite ad alcuni dei monumenti di Bilbao, oppure potrete saltare le file per alcune attrazioni. Infine, godrete di sconti presso alcuni negozi, hotel e ristoranti.

Potete scegliere tra vari tipi di carta in base alla validità: troverete la carta valida, 24 ore, 48 ore e 72 ore. La carta può essere acquistata direttamente presso questo sito.

Cosa vedere a Bilbao

E finalmente parliamo delle cose che è assolutamente obbligatorio vedere durante un soggiorno a Bilbao. Alcune visite sono più impegnative e durano di più, mentre altri monumenti vanno visti e apprezzati solo dall’esterno.

Casco Viejo

Casco Viejo
Nel Casco Viejo

Abbiamo cominciato la nostra giornata a Bilbao andando a vedere il Casco Viejo, cioè la città vecchia. E’ un dedalo di vicoli e stradine che ospita moltissimi bar, ristoranti e negozietti tipici. Ma soprattutto al suo interno troverete molti edifici storici e culturali. Tra questi, non perdete il Bilboko Euskal Museoa, cioè il Museo Basco, che vi farà conoscere la storia e la cultura di Bilbao e dei Paesi Baschi.

Il centro storico si trova sulla riva settentrionale del fiume Nervion e si sviluppa a partire dalle sette strade originali della città, le strade più antiche, conosciute come le Siete Calles. Se come noi vi troverete nella zona dopo le cinque del pomeriggio, troverete tantissima gente che passeggia, sorseggia un drink al bar e mangia tapas.

Teatro Arriaga

Cosa vedere a Bilbao
Interno della cattedrale di Bilbao

Poco prima di entrare nel Casco Viejo di Bilbao potrete vedere un imponente edificio situato al centro di una piazza. Si tratta del Teatro Arriaga. E’ anche conosciuto come Teatro di Città ed è stato restaurato per ben due volte. Il primo restauro fu necessario in seguito ad un incendio che ne devastò la struttura; successivamente venne semidistrutto durante la guerra carlista. Infine, un nuovo incendio rese necessaria la chiusura del teatro 1914.

Esso prende il nome da Juan Crisostomo de Arriaga, un noto compositore spagnolo. Con il suo stile neo-classico, il teatro ricopre un ruolo molto importante nella vita culturale di Bilbao, visto che ospita non solo rappresentazioni teatrali, ma anche concerti ed altri eventi. Nel caso foste interessati ad assistere ad uno spettacolo, trovate la programmazione sul sito ufficiale del Teatro Arriaga.

Cattedrale di Bilbao

Cattedrale di Bilbao
Cattedrale di Bilbao

Uno dei gioielli nascosti nel centro del Casco Viejo e da vedere assolutamente a Bilbao è la sua Cattedrale. E’ il principale luogo di culto dell’intera città ed è dedicata a San Giacomo (in spagnolo Catedral Basílica de Santiago).

La sua importanza è dovuta al fatto che ospita la Diocesi di Bilbao a partire dal 1955, ma soprattutto perchè è una delle tappe più importanti del Cammino di Santiago. Se prestate attenzione, vedrete incastonata nella pavimentazione la famosa conchiglia simbolo dei pellegrini che si recano a Santiago di Compostela. Infatti, il patrono della città basca è proprio San Giacomo.

Dove oggi sorge la cattedrale, esisteva una modesta chiesa dedicata a San Giacomo Maggiore. Sfortunatamente essa venne distrutta da un incendio nel 1374. Venne quindi organizzata una vendita di indulgenze da Papa Gregorio XI. Con i fondi ricavati, venne eretta la nuova cattedrale, la cui costruzione durò oltre un secolo.

Costruita in stile gotico, essa ha tre porte d’accesso; oltre a quella principale, quella normalmente utilizzata dai fedeli e dai visitatori, la più decorativa è quella che porta direttamente al Chiostro e che viene conosciuta come  Puerta del Ángel – o Puerta de los Peregrinos. Il nome deriva dal fatto che i pellegrini diretti a Santiago di Compostela utilizzano questo accesso per entrare nella chiesa.

All’interno potrete ammirare la Cappella Maggiore; ma soprattutto abbiamo trovato interessante la Cripta occulta, dove si possono vedere alcuni resti della chiesa andata distrutta. Su tutto il perimetro della cattedrale, nelle navate laterali, si vedono le cappelle funerarie di alcune famiglie nobili di Bilbao.

Il biglietto di ingresso alla cattedrale costa 6 euro con l’audioguida e la visita dura circa un’ora e mezzo. Trovate altre informazioni sul sito ufficiale della cattedrale di Bilbao.

Cosa vedere a Bilbao: mercato la Ribera

Mercato la Ribera
Mercato la Ribera

A poca distanza dalla Cattedrale, troverete il mercato de la Ribera. L’edificio che lo ospita è estremamente moderno e non sembra affatto un mercato, a me ha dato l’idea di un centro commerciale all’avanguardia, con tanto di porte scorrevoli e scale mobili. Eppure, l’ironia è che il sito dove la struttura è stata eretta è una delle zone più antiche di tutta la città di Bilbao, come testimonia la presenza di molti antichi edifici, tra cui la Chiesa di San Anton, che vi consiglio di vedere almeno dall’esterno.

Il mercato della Ribera vanta un record: è stato dichiarato come il Mercato Generale Municipale più completo del mondo. Noi siamo riusciti ad arrivarci nel tardo pomeriggio, quindi i banchi erano abbastanza sforniti, per questo il mio consiglio è di andarci al mattino, in modo da gustarvelo nel pieno del suo splendore.

Ma anche nel tardo pomeriggio, quando i negozi hanno già chiuso, il mercato è un luogo molto frequentato, sia dai locali che dai turisti. Questo perchè al primo piano si trovano moltissimi punti di ristoro che permettono di gustare degli ottimi aperitivi accompagnati dagli immancabili tapas e pinchos. Esiste anche una birreria (in spagnolo cervezeria). Trovate anche il Cafè-Bar la Ribera la cui terrazza si affaccia sul fiume e dove la sera vengono organizzati vivaci spettacoli di musica dal vivo.

Museo Guggenheim

Chiesa di San Anton
Chiesa di San Anton

Dal 1997, anno in cui venne inaugurato, il Museo Guggenheim è diventata la principale attrazione di Bilbao. La sua costruzione ha avuto un forte impatto economico sulla città, e i costi per la sua costruzione, peraltro ingenti, sono stati recuperati nel giro di soli 4 anni.

Si trova nella parte settentrionale del centro di Bilbao, sulle rive del fiume. La visita dura almeno mezza giornata e il biglietto può essere acquistato presso la biglietteria oppure on line sul sito ufficiale del museo. Questa seconda opzione è la più conveniente, non dal punto di vista economico, ma perchè vi permetterà di saltare le code che spesso sono decisamente lunghe.

L’edificio che ospita il museo è un’opera d’arte già esso stesso; costruito in calcare, vetro e titanio, è stato interpretato in diversi modi. Qualcuno ci ha visto un pesce privato della testa, o un fiore o addirittura un carciofo tagliato a metà. Io lo trovo davvero bizzarro, ma con tutto il rispetto per l’architetto Gehry, che lo ha progettato, lo trovo abbastanza sgradevole.

Oltre alle mostre temporanee e quelle permanenti, anche lo spazio circostante fa parte dello spazio espositivo del museo. L’opera d’arte più famosa, quella che è diventata praticamente il simbolo di Bilbao, è il gigantesco ragno di bronzo e marmo chiamato Maman di Louise Bourgoise. E’ talmente grande che lo si vede dalla sponda opposta del fiume. Troviamo poi Puppy, una scultura creata con le begonie, opera di Jeff Koons.

Se intendete vedere il Museo Guggenheim di Bilbao, vi consigliamo di raggiungerlo con i mezzi pubblici, visto che i parcheggi nella zona sono pochissimi e tutti a pagamento.

Basilica de Nuestra Senora de Begoña

Cosa vedere a Bilbao
Nuestra Senora de la Begona

Una visita alla Basilica di Nuestra Senora de Begoña significa non solo vedere una delle più belle chiese di Bilbao, ma anche immergersi nella natura e vedere la città dall’alto. Essa infatti si trova sulla cima del Monte Artagan e da lì domina tutta Bilbao.

La zona è piena di parchi e di verde, ci siamo divertiti molto a vedere tanta gente che faceva jogging o si allenava con vari attrezzi messi a disposizione all’interno dei parchi. Diciamo che abbiamo trovato un’atmosfera molto più rilassata rispetto ai ritmi della città, con un traffico praticamente inesistente.

La basilica è circondata da una leggenda: si dice che gli abitanti della zona abbiano trovato una scultura lignea raffigurante la Vergine Maria. Quando tentarono di spostarla in un altro luogo dove potevano adeguatamente venerarla, una voce intimò loro di fermarsi e non fu possibile muovere la statua neanche di un millimetro. Per questo motivo, la chiesa venne costruita esattamente in quel luogo. E’ la chiesa più amata dagli abitanti di Bilbao e nel giorno di Amatxu, cioè il 15 agosto, sono moltissimi i pellegrini che la visitano.

Potete raggiungere la Basilica percorrendo la Calzadas de Mallona, una scalinata composta da 213 gradini, oppure prendendo un ascensore a pagamento chiamato “Ascensor de Begoña“. Il biglietto costa solo 90 centesimi per salire e per scendere. Tra l’altro, in cima alla collina non esiste una biglietteria, quindi pagherete il biglietto di ritorno una volta tornati giù.

Ponte Bizkaia (Puente Colgante)

Museo Guggenheim
Museo Guggenheim

Il Puente Colgante ( o Bizkaia in basco) è un ponte molto particolare e che vale la pena di vedere. Si tratta del ponte trasportatore sospeso più antico del mondo e che è ancora perfettamente funzionante. Esso attraversa il fiume Nervion e trasporta milioni di persone all’anno da una sponda all’altra, collegando le due località di Portugalete e di Getxo.

Nel piano più basso, vengono caricate le auto, poi la passerella si sposta da una parte all’altra. Nella parte superiore, invece, esiste una passerella pedonale. Il ponte è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dell’Unesco ed è stato ideato e realizzato dall’architetto Alberto de Palacio nel 1893. Per l’epoca, questa era senza dubbio un’idea rivoluzionaria.

Vedere Bilbao dall’alto: la funiculare del monte Artxanda

Puente Bizkaia o Colgante
Puente Bizkaia o Colgante

Un’altra opportunità per vedere Bilbao dall’alto è una piccola gita al Monte Artxanda. Il modo migliore per arrivarci è prendere la Funicolare di Artxanda, che parte da Plaza Funikularreko, che significa appunto Piazza della Funicolare. La trovate sul lato nord del fiume, non molto distante dal Museo Guggenheim. Le corse partono ogni 15 minuti, quindi non preoccupatevi di dover attendere a lungo.

Dopo aver fatto una passeggiata nel verde, potrete rilassarvi in uno dei caffè o addirittura pranzare nel ristorante che troverete sulla cima. Il prezzo del biglietto della funicolare è 1,65 euro, ma si riduce a 60 centesimi se siete in possesso della Bilbao-Bizkaia Card.

Cosa mangiare a Bilbao

Come in tutte le città dei Paesi Baschi, anche a Bilbao si mangia benissimo. E anche qui la tradizione vuole che dobbiate assaggiare i famosi pinchos, spostandovi da un locale all’altro. Il posto migliore dove farlo è sicuramente il Casco Viejo.

Sempre nella città vecchia, troverete moltissimi ristoranti che offrono pesche fresco e ottimamente cucinato. E’ stato proprio qui che io e Gianni abbiamo mangiato la prima di una lunghissima serie di paella de marisco (cioè con i frutti di mare). Ovviamente questa soluzione costa di più dei pinchos, ma credetemi, ne vale la pena.


26 Comments to Cosa vedere a Bilbao in due giorni

  1. Marina ha detto:

    A me Bilbao è piaciuta tanto, tranquilla, pulita, comoda da girare. Il Museo Guggenheim l’ho trovato strepitoso come edificio mentre mi ha un pò deluso la collezione.

  2. Bru ha detto:

    Cari nonni avventura siete sempre in giro per il mondo… e fate bene, perchè io adoro i vostri splendidi tour

    • Teresa ha detto:

      Purtroppo ultimamente abbiamo girato poco, la pandemia ci ha tarpato le ali come è successo a molti viaggiatori; ma intendiamo rifarci nei prossimi mesi. Continua a seguirci!

  3. Veronica ha detto:

    Sono sempre stata titubante su Bilbao perché non riuscivo a capire se ne valesse davvero la pena o meno ma dopo aver letto il vostro post, devo dire che mi avete convinta. Decisamente una città che unisce l’antico con il moderno!

    • Teresa ha detto:

      Sono contenta di sapere che il nostro articolo ti abbia convinta; Bilbao è una città che merita una visita di almeno due giorni. Quando la visiterai, mi farai piacere se ti è piaciuta!

  4. Paola ha detto:

    Ho visto Bilbao molti anni fa, quando era ancora in trasformazione da città meno interessante e piena di industrie a capitale dell’arte contemporanea. La passione spagnola si respira comunque nell’aria e nei suoi bellissimi musei. Mi piacerebbe tornarci.

    • Teresa ha detto:

      Per noi è stata la prima volta a Bilbao e abbiamo apprezzato tutto; a parte il tempo nuvoloso e un paio di acquazzoni che ci siamo beccati!

  5. Sara Slovely ha detto:

    Sono appassionata di mercati e credo che una delle prime cose che andrei a vedere di Bilbao sarebbe sicuramente il mercato La Ribera. Mi lascia un po’ perplessa che sia così moderno e che, come dici tu, assomigli più a un centro commerciale. Ma sono sicura che mi piacerebbe comunque!

  6. Eliana ha detto:

    Purtroppo nel mio ultimo tour spagnolo no ho potuto inserire Bilbao tra le tappe, ma non appena mi si offrirà l’opportunità le incredibili linee che caratterizzano il Guggenheim saranno certamente protagoniste di un intero set fotografico!

    • Teresa ha detto:

      Se appena ne hai la possibilità, vai a visitare Bilbao. E’ davvero bella, e se sei appassionata di musei e arte moderna, apprezzerai molto il Guggenheim!

  7. Libera ha detto:

    Non lo avrei mai detto che Bilbao fosse una città così ricca di luoghi interessanti e da vedere. Conosco meglio la Spagna del sud e il Portogallo, devo assolutamente rimediare .

    • Teresa ha detto:

      E’ stata la nostra prima volta in spagna e abbiamo visitato città e luoghi meravigliosi, Bilbao è sicuramente una di queste!

  8. Claudia ha detto:

    Non conosco per niente Bilbao ed è un peccato che sia una città che non vi ha convinto fino in fondo perché a giudicare dalle foto di questo post sembra avere attrazioni molto belle

    • Teresa ha detto:

      E’ una bella città, ma troppo grande per i miei gusti e soprattutto non è sul mare come altre che abbiamo visitato. Ma dovendo dare un consiglio, direi che merita una visita!

  9. Bilbao è una delle città più eclettiche della Spagna. Deliziosa di giorno e straordinaria di notte, vivibile anche con i bambini. La paella poi, mangiata in locali tipici, diventa il non plus ultra della vacanza.

    • Teresa ha detto:

      Non posso che essere d’accordo, soprattutto per quanto riguarda la paella, che è stato il leit motiv della nostra vacanza in Spagna!

  10. Valentina ha detto:

    Quanti bei ricordi ho legati a questa città – vorrei tanto tornarci, infatti.
    Comunque l’attrazione che ho preferito è stato il Museo Guggenheim con il grande ragno posto vicino all’ingresso. Anche il gigante Puppy è un’installazione molto particolare.
    Ricordo bene anche i tanti pinchos che ho assaggiato. In Spagna, secondo me, non c’è un posto in cui non si mangi bene… un po’ come in Italia 😉

    • Teresa ha detto:

      Per quanto riguarda il cibo, sono d’accordissimo. Invece il ragno mi ha fatto una certa impressione, sono animali che proprio non reggo e questo l’ho trovato davvero inquietante!

  11. Come ti ho già scritto in un commento all’articolo su San Sebastian, anche io avevo in programma un viaggio nei Paesi Baschi (per il momento lo considero solo rimandato). Bilbao ovviamente era una delle mete previste e ora mi hai fornito anche un elenco completo delle cose da vedere! Non ero ancora scesa nei dettagli della pianificazione per cui mi ero segnata il mercato de la Ribera, e il Guggenheim perché avevo letto che al suo interno c’è un ristorante molto interessante.

    • Teresa ha detto:

      Il Guggenheim e il mercato della Ribera sono soltanto due delle tante cose che puoi fare o vedere a Bilbao. Noi non ci siamo certo annoiati, e lo stesso sarà per te!

  12. ANTONELLA ha detto:

    Nel mio immaginario Bilbao è il Guggenheim! Chissà perchè non avevo pensato che anche il centro storico della città abbia delle località molto interessanti. Io non lo trovo brutto come dici e mi piacerebbe davvero visitarlo

    • Teresa ha detto:

      In effetti sono molte le persone che identificano nel Guggenheim l’attrazione principale di Bilbao, ma credimi, non è l’unica.

  13. Valentina ha detto:

    Non sono mai stata a Bilbao ma mi piacerebbe molto! Il vostro articolo è davvero interessante e mi ha fatto scoprire posti di Bilbao che non avevo mai sentito nominare… grazie per i consigli!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress