Cosa vedere a Concordia Sagittaria

Cosa vedere a Concordia Sagittaria

Concordia Sagittaria è un piccolo paese assolutamente da vedere. Esso è situato in Veneto, nel ricco nord-est della regione, ma il motivo principale per cui vi consiglio di visitarlo è il suo patrimonio culturale. I romani, durante la loro dominazione, la chiamavano Iulia Concordia e furono loro a fondare questo centro abitato.

Quando gli importanti resti archeologici furono scoperti, si parlò di un avvenimento eclatante, tanto che qualcuno chiamò Concordia Sagittaria la “Piccola Pompei” a nord di Venezia. Durante il medioevo, il nome rimase semplicemente Concordia, ma successivamente venne aggiunta la parola Sagittaria, un evidente riferimento alla fabbricazione di frecce che qui si effettuava in epoca romana (in latino freccia si dice “sagitta“).

Come potrete vedere, Concordia Sagittaria non offre soltanto un’esperienza culturale ma anche degli spettacolari panorami naturali; affacciata sul fiume Lemene, la cittadina è immersa nel verde e in una vegetazione rigogliosa. Per inciso, il fiume in questo tratto è navigabile, e la vista del paese dal fiume è spettacolare.

Fiume Lemene
Fiume Lemene

Come arrivare

Per arrivare a Concordia Sagittaria in auto, dovrete prima raggiungere la città di Portogruaro, dalla quale dista pochissimi chilometri. Da qui, seguite le indicazioni verso Caorle; costeggiando il Lemene arriverete ad un ponte che sorpassa il fiume. Proprio alla vostra destra troverete il centro del paese, che è la parte più interessante e che contiene tutte le attrazioni principali.

Anche arrivando in treno o in autobus, la vostra prima tappa è Portogruaro. Per arrivare a destinazione dovreste prendere un taxi o un pullman, anche se le corse dei mezzi pubblici non sono molto frequenti. In ogni caso, trovate gli orari sul sito della ATVO, la compagnia di trasporto pubblico del Veneto Orientale.

Cosa vedere a Concordia Sagittaria

Cosa vedere a Concordia Sagittaria
Cattedrale di Santo Stefano

Prima di imboccare il ponte, vedrete un parcheggio, sempre sulla vostra destra. Se siete in auto, vi consiglio di lasciare lì il vostro mezzo, perchè non ci sono molte altre possibilità nel centro del paese. Del resto, le attrazioni sono concentrate nella stessa area, quindi non dovrete neanche camminare molto per vedere tutte le cose che Concordia Sagittaria ha da offrire e potrete apprezzarle meglio.

Cattedrale di Santo Stefano

Affacciata sulla piazza principale della cittadina, cioè Piazza Celso Costantini, si trova l’antica e bellissima Cattedrale di Santo Stefano. E’ considerata come la chiesa principale della città, e a mio avviso anche la più bella. Risale al 1466 ma ha subito tutta una serie di restauri e di modifiche; in particolare essa fu in parte distrutta da un incendio verso la metà del VI secolo. Pare che le macerie furono ricoperte da uno spesso strato di sabbia portata da successive alluvioni.

La modifica più evidente subita dalla Cattedrale di Concordia Sagittaria fu l’aggiunta della Cappella dei Martiri, dove vengono conservate alcune reliquie. La chiesa si distingue per il rosone che spicca in posizione centrale nella parte frontale e per le due navate laterali.

Ma l’edificio non è solo un luogo di culto, perchè all’interno troverete anche delle notevoli opere d’arte; se fate un salto nella chiesa, potrete ammirare dei bellissimi affreschi murari.

Battistero di Concordia Sagittaria

Il Battistero di Concordia Sagittaria
Il Battistero di Concordia Sagittaria

Proprio dietro la Cattedrale potrete vedere il Battistero di Concordia Sagittaria. Potete accedervi gratuitamente e liberamente, visto che il suo portone non è chiuso a chiave; vedrete un cartello con la semplice scritta “Per favore, chiudete la porta“, quindi prego, accomodatevi.

Il Battistero è in stile romanico e fu eretto per volontà dal vescovo Regimpoto, e sembra essere ancora più antico della Cattedrale. Anche esso ha subito delle ristrutturazioni, sia a causa dell’incendio che devastò la Cattedrale sia a causa degli scavi che vengono effettuati ancora oggi alla ricerca di resti romani.

L’aspetto piuttosto austero che si nota dall’esterno è in contraddizione con la parte interna, abbellita e impreziosita da splendidi affreschi.

Scavi archeologici

Cosa vedere a Concordia Sagittaria
Scavi archeologici a Concordia Sagittaria

L’attrazione principale da vedere a Concordia Sagittaria, e forse per qualcuno il principale motivo per una visita, sono gli scavi archeologici. L’itinerario per vedere i resti romani che sono stati riportati alla luce comincia dalla piazza della Cattedrale. Su un lato della chiesa, potrete vedere un tratto della via romana Annia, i resti di alcuni magazzini e il complesso paleocristiano conosciuto come Basilica Apostolorum.

Da qui, dirigetevi verso via Faustiniana, altra zona dove sono visibili dei resti di edifici romani. Tra questi, quel che rimane di una porta, un tratto delle mura che cingevano la città e quello che era un centro termale.

Nella zona di via Mazzini ci sono i resti di un’altra porta e una parte dell’antico abitato, tra cui fa spicco la Domus dei Signini e infine uno spazio che un tempo era occupato da un anfiteatro. L’ultima tappa del percorso è in via San Pietro, dove si può ancora vedere un ponte romano.

Potete visitare l’area archeologica in autonomia, ma se siete degli appassionati archeologi potete anche cercare una guida esperta. Un’altra alternativa è rivolgervi al Museo Nazionale Concordiese che si trova a Portogruaro. Il museo infatti organizza delle visite guidate degli scavi; inoltre, sempre nel museo potrete ammirare molti reperti storici di epoca romana che sono qui conservati.

Sala Consiliare

Ponte Romano
Ponte Romano

La Sala Consiliare, che ospita il Municipio di Concordia Sagittaria, è il primo edificio che vedrete arrivando nel paese. Esso si affaccia sul fiume Lemene ed è abbellito da un piccolo loggiato sulla parte anteriore; una piccola scalinata lo collega al fiume. L’edificio risale al 1523 e fu costruito per volere del Vescovo Giovanni Argentino.

Sul davanti vedrete un monumento e due lapidi dedicati ai caduti nelle due Guerre Mondiali e una statua, realizzata da Celso Costantini (lo stesso personaggio a cui è dedicata la piazza principale). La statua è dedicata a tutti i lavoratori che hanno perso la vita nei lavori di bonifica dei territori paludosi intorno a Concordia.

Il Palazzo Vescovile

Palazzo Vescovile
Palazzo Vescovile

Proprio sul lato opposto della strada vedrete un altro palazzo; si tratta del Palazzo vescovile, ora adibito a Canonica. Esso risale alla metà del 1400, e in origine vantava un terzo piano. L’edificio è stato ristrutturato varie volte, sia nella parte interna che esterna; sulla sua facciata si intravedono alcune delle modifiche sono state fatte.

Quello che rende il palazzo facilmente distinguibili è la presenza di reperti romani incastonati nella sua facciata; inoltre, proprio sul marciapiede antistante, vedrete delle rocce, anche esse provenienti dagli scavi archeologici. Si tratta di resti prelevati dalle rovine romane.

Dove dormire a Concordia Sagittaria

Cosa vedere a Concordia Sagittaria
Sala Consiliare

Concordia è un paese davvero molto piccolo, di conseguenza le possibilità di trovare un alloggio non sono enormi. Ci sono dei piccoli bed & breakfast, ma non molto altro. Per questo motivo, il mio consiglio è quello di cercare una sistemazione nella vicina Portogruaro, anche perchè la visita delle due cittadine non vi porterà via più di un giorno e mezzo, al massimo due.

Dove mangiare a Concordia Sagittaria

Il discorso cambia parlando di cibo e ristoranti, infatti a Concordia ci sono parecchi interessanti ristoranti e trattorie dove si mangia benissimo e senza spendere un capitale. Tutte le volte che ci siamo stati abbiamo sempre mangiato al Banacher, un locale che offre specialità venete di tutti i tipi. E’ situato in un posto un pò scomodo da trovare, ma per fortuna è ben segnalato da cartelli e indicazioni vari.

Se poi vi piace la pizza, dovete assolutamente provarla da Sacco e Vanzetti, una pizzeria situata in posizione molto centrale. Attenzione, però, perchè è sempre presa d’assalto, soprattutto nei week end; per questo motivo vi conviene prenotare altrimenti rischiate di non trovare posto!

Piazza principale di Concordia Sagittaria
Piazza principale di Concordia Sagittaria

Potete trovare altre informazioni sul sito ufficiale di Concordia Sagittaria.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Cosa vedere a Chioggia in un giorno
Il Sacrario di Redipuglia
Il Castello di Miramare
La Risiera di San Sabba a Trieste


20 Comments to Cosa vedere a Concordia Sagittaria

  1. andrea ha detto:

    sono stato tantissimi anni fa con la scuola! Una zona del Veneto purtroppo poco considerata ma con una storia ricchissima

    • Teresa ha detto:

      E’ vero, chi pensa ad una vacanza in Veneto generalmente pensa alle spiagge, alle Dolomiti o alle città d’arte; ma ci sono tante zone tutte da scoprire!

  2. Paola ha detto:

    Rimango sempre sorpresa di quanta bellezza e quanti Borghi abbiamo in Italia!
    Paesaggi davvero incredibili!

  3. Arianna ha detto:

    Non conosco proprio questa zona ma le città sul fiume mi piacciono molto hanno sempre una visuale molto suggestiva 😍

  4. Claudia ha detto:

    Molto molto interessante. È incredibile che in Italia abbiamo così tanti luoghi incredibili che alcuni passano totalmente ignorati

  5. Bru ha detto:

    Davvero un angolino del paese molto carino, non ne avevo mai sentito parlare di Concordia Sagittaria ma mi ha colpito in positivo il vostro dettagliato racconto, mi piace scoprire questi posti meno famosi!

  6. Sara ha detto:

    Non conoscevo questa piccola Pompei…!
    Ammetto che le mie esplorazioni in Veneto non sono state moltissime… Dovrò rimediare prima o poi!

  7. Patrizia ha detto:

    Già il nome richiama parte della sua storia. Uno di quelli che piacciono a me! Mai vista, ma sicuramente fonte d’interesse. Sicuramente pianificherò una gita!

  8. Libera ha detto:

    Mi sembra un borgo davvero molto caratteristico e ricco di storia . Gli scavi archeologici non possono che aumentare la mia curiosità nel voler visitare questo luogo .

  9. ANTONELLA ha detto:

    Sono sempre affascinata dai resti romani delle nostre città. I basolati, le basiliche e gli anfiteatri su cui si sono stratificate le successive costruzioni medioevali. Onestamente non conoscevo Concordia Sagittaria ma ti ringrazio per averne parlato, merita davvero un fine settimana

  10. Ma è una piccola culla di tesori archeologici di inestimabile valore! Non ne avevo mai sentito parlare sai? E’ stato bello scoprirla con il tuo articolo oggi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress