On the road in Sud Africa

L’on the road che abbiamo fatto in Sud Africa qualche anno fa è stato uno dei viaggi migliori della nostra vita.

In molti continuano a chiedermi se è un viaggio sicuro e se è possibile effettuarlo in autonomia: la risposta è assolutamente si!

Il Sud Africa è un paese piuttosto tranquillo e in generale non ci sono grossi problemi di criminalità.

On the road in Sud Africa
Sud Africa: sulla strada

E’ chiaro che nelle grandi città ci sono delle zone da evitare, soprattutto di notte. Ma a parte le normali precauzioni che si devono prendere in ogni circostanza mentre si è in viaggio, la sicurezza non è un problema.

Perchè un on the road in Sud Africa

Perchè il Sud Africa è un paese ricchissimo di panorami naturali; ogni angolo è una sorpresa.

Questo significa che muoversi in autonomia è assolutamente indispensabile per poter assaporare tutta la bellezza di questa nazione.

Un tour organizzato, in qualunque parte del mondo, è sempre vincolante; bisogna rispettare dei tempi nonchè le esigenze dei membri del gruppo.

Ma se si è da soli, ci si può fermare tutte le volte che si vuole, per fare le foto, sgranchirsi le gambe o semplicemente assaporare il panorama.

Inoltre, non tutte le zone sono raggiungibili in pullman; quindi se non siete dotati di mezzo proprio, ahimè sarete costretti a rinunciare alla visita di alcuni punti che decisamente meritano.

Betty's Bay
Betty’s Bay

Noi abbiamo percorso tantissimi chilometri; siamo partiti da Cape Town, dove abbiamo noleggiato la nostra auto ed abbiamo percorso la Garden Route fino a Knysna.

Poi abbiamo proceduto verso l’interno, per andare a visitare il parco del Grande Karoo e Stellenbosch. E probabilmente ci abbiamo messo il doppio del tempo che si impiegherebbe normalmente, visto che ci fermavamo in continuazione. Ma ne valeva davvero la pena!

Noleggiare un’auto

Il prezzo di un’auto a noleggio in Sud Africa non è eccessivo. Ovviamente dipende da vari fattori.

Innanzitutto dipende dal tipo di auto che noleggerete: noi avevamo preso una normale Toyota Corolla, che è stata più che sufficiente per le nostre esigenze.

On the road in Sud Africa
On the road in Sud Africa

Solo quando abbiamo visitato il parco del Grande Karoo abbiamo rimpianto di non avere un 4X4, poichè nel parco ci sono dei tracciati non percorribili se non avete un fuoristrada. Ma pazienza, il parco ci è piaciuto molto lo stesso.

Ci siamo accontentati di percorrere i due percorsi meno impervi e forse meno popolati da animali, ma lo spettacolo è stato garantito comunque.

Un’altra delle variabili che può incidere sul prezzo è il numero di persone che possono guidare il veicolo. Noi generalmente scegliamo la formula unico guidatore, perchè io odio guidare; quindi è Gianni che si sobbarca questo compito.

Ma in realtà bisogna dire che la cosa non gli dispiace affatto, anzi gli piace farlo… per fortuna!

Ultimo fattore da tenere in considerazione è il periodo dell’anno in cui noleggerete l’auto: ovviamente in alta stagione il prezzo aumenterà sensibilmente.

Al momento del noleggio vi chiederanno la carta di credito e la patente internazionale. Quest’ultima è facilmente ottenibile in Italia al prezzo di una ottantina di euro ed ha la validità di due anni.

Capo di Buona Speranza
Capo di Buona Speranza

On the road in Sud Africa: le autostrade

Potrà sembrarvi strano, ma le autostrade sudafricane sono bellissime, addirittura migliori di quelle che si trovano in Italia.

In molti tratti ci sono tre corsie e il traffico non è mai caotico, anche se diventa un pò più intenso nei pressi delle grandi città.

Ovviamente, visto che abbiamo visitato solo una parte dello stato, questo vale per le strade che abbiamo percorso noi.

Molto importante: la gran parte delle autostrade è gratuita e non è necessario pagare nessun pedaggio.

L’unica cosa a cui dovete prestare attenzione sono gli incauti attraversamenti dei locali. Ebbene si, abbiamo visto più di una persona attraversare l’autostrada, sia di giorno che di notte.

On the road Sud Africa Hermanus
Hermanus

Quindi siate prudenti e guidate con cautela, perchè da un momento all’altro qualcuno potrebbe tagliarvi la strada.

Purtroppo, una volta abbiamo visto un incidente sull’autostrada, proprio nei pressi di Knysna: a terra c’era un corpo completamente avvolto in un lenzuolo insanguinato, oltre ad una ambulanza e ad un paio di pattuglie della polizia. Questo naturalmente ci ha fatto pensare al peggio.

Ci è capitato anche di trovare dei greggi di pecore che attraversavano l’autostrada; questo è stato un problema per modo di dire, visto che era visibile da molto lontano e Gianni ha avuto tutto il tempo per rallentare.

Per quanto riguarda gli animali della savana, non ne abbiamo mai incontrati al di fuori dei parchi, come invece ci è successo in Botswana.

On the road e risparmio

Ultima considerazione, ma sicuramente non la meno importante è che il viaggio on the road vi consente di risparmiare.

On the road Sud Africa Panorama nei pressi di Knysna
Panorama nei pressi di Knysna

Come ho già detto, le autostrade non richiedono il pagamento di pedaggio ed il costo del carburante è abbastanza modico; sicuramente il prezzo è di molto inferiore a quello che siamo costretti a pagare in Italia.

Un viaggio di gruppo vi costerebbe molto di più; ma anche prendere un driver con auto privata sarebbe un inutile aggravio di costi.

Quindi, il mio consiglio è di stilare un itinerario, noleggiare un’auto e poi, con l’aiuto di un navigatore potrete andare dappertutto in Sud Africa.

Per altre informazioni, potete consultare il sito ufficiale dell’Ufficio del Turismo del Sud Africa

Potrebbero interessarti anche i seguenti articoli:
Kruger National Park, il parco più vasto del Sud Africa


26 Comments to On the road in Sud Africa

  1. Valeria ha detto:

    Gli on the road in Africa sono per me la quintessenza del viaggio. Ricordo poi quello in Sudafrica come abbastanza semplice e alla portata anche di chi è alle prime armi.

    • Teresa ha detto:

      Infatti è un viaggio alla portata di tutti, visto che le strade sono molto buone; forse l’unica difficoltà potrebbe essere la guida a sinistra, ma basta farci l’abitudine!

  2. Andrea ha detto:

    Ho vissuto in questo paese meraviglioso per sei mesi e non ha mai smesso di stupirmi! Anche io l’ho visitato con vari on the road ed é assolutamente il modo migliore per spostarsi e vedere i vari paesaggi del Sud Africa! Io ho adorato la wine route!

    • Teresa ha detto:

      Tutto il Sud Africa è sbalorditivo, noi sogniamo di tornarci almeno un’altra volta per scoprire tutte le cose che ancora non abbiamo visto… e ti garantisco che ce ne sono!

  3. Helene ha detto:

    I vostri on the road non solo sono uno più bello dell’altro ma sono anche quelli che sogno da una vita. Il vostro viaggiare rientra molto nel nostro genere anche se noi, avendo il camper, per ora ci limitiamo a luoghi decisamente più vicini. Per ora mi accontento di sognare leggendovi.

    • Teresa ha detto:

      anche noi avevamo pensato di prendere un camper, ma poi abbiamo rinunciato perchè saremmo stati molto limitati nei nostri viaggi. Magari ci ripenseremo tra qualche anno, quando saremo due vecchioni! 🙂

  4. julia ha detto:

    Anche per me è stato uno dei viaggi più belli che ho fatto e condivido il muoversi in autonomia, il modo più bello

  5. Raffaella ha detto:

    il vostro blog è davvero ispirante. Mi avete già fatto venire voglia di fare almeno una decina di viaggi.

  6. paola ha detto:

    Il Sudafrica è uno dei pochi paesi del continente facilmente girabile in auto. I vantaggi dell’on the road sono moltissimi: è soprattutto la personalizzazione del viaggio alle tue esigenze. Il Sudafrica è davvero meraviglioso.

    • Teresa ha detto:

      L’on the road è il modo migliore per visitare qualunque paese, ma purtroppo non sempre è possibile. Ma per fortuna il Sudafrica offre grosse opportunità in questo senso!

  7. CRISTINA ha detto:

    Uno dei viaggi più belli mai fatti e che voglio rifare con mio figlio!Spero di tornare presto in questa terra magica!

    • Teresa ha detto:

      Anche io ho tutte le intenzioni di ritornarci; anche se ancora non so bene quando, visto che ho tanti progetti e programmi per la testa!

  8. Alessia ha detto:

    Quello a Città del Capo è stato uno dei viaggi più belli della mia vita. Anzi, ti dirò di più, mi è piaciuto talmente che a volte fantastico di trasferirmi laggiù un giorno… Anche noi avevamo noleggiato una macchina per visitare i dintorni… Una scelta che rifaremmo altre cento volte! ?

    • Teresa ha detto:

      Ci credi? anche noi avevamo valutato un trasferimento a Cape Town, ho degli amici italiani che abitano lì e mi dicono che si sta benissimo. Quindi è una opzione che stiamo ancora valutando!

  9. Maddalena ha detto:

    Mi hai convinto, credo proprio che, sentendo un pò la tua esperienza, noleggiare l’auto sia il modo migliore per visitare il Paese.

  10. Rossella ha detto:

    Un viaggio incredibile che ho effettuato tre anni fa con la mia famiglia. Quanta nostalgia di quei luoghi! Quanto alle strade, non abbiamo avuto particolari problemi, anche andando a nord, salvo in un caso, dove abbiamo attraversato una strada nazionale particolarmente piena di buche profonde. Un viaggio sicuro anche con i bambini

    • Teresa ha detto:

      Sono d’accordo con te; non solo è un viaggio molto sicuro, ma soprattutto è un viaggio che ti incanta con i suoi panorami!

  11. Sicuramente sceglierei anche io un viaggio in autonomia perché sono sicura che dopo qualche ora perderei la pazienza in gruppo con altre persone! Il bello di un viaggio on the road è proprio il fatto di poter scegliere un itinerario, decidere dove e per quanto tempo fermarsi, cambiare strada. Ora ho aggiunto anche il Sud Africa alla lista dei posti da vedere 😉

    • Teresa ha detto:

      Gli on the road hanno i loro vantaggi in qualunque parte del mondo; e il Sud Africa è tra i migliori viaggi che abbiamo fatto in autonomia!

  12. roberta ha detto:

    Poche persone, in effetti, pensano a un on the road in Sudafrica. Dal mio punto di vista, è un’idea magnifica, che spero di mettere in pratica prima o poi… Che paesaggi!

  13. ANTONELLA ha detto:

    Sono d’accordo conte, i viaggi in autonomia sono i migliori proprio per la possibilità di fermarsi quando si vuole e magari anche di cambiare programma all’ultimo momento se si scopre una deviazione interessante. Anche io di solito cerco di noleggiare l’auto e organizzare in autonomia il percorso. Con le accortezze che anche tu segnali non abbiamo mai avuto problemi, certo ci vuole un volontario che si sobbarchi le ore al volante!

    • Teresa ha detto:

      Per fortuna noi non abbiamo problemi in questo senso, perchè a mio marito piace guidare e lo fa volentieri. Quindi ogni volta che possiamo noi viaggiamo on the road!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress