Itinerario di viaggio in Sri Lanka di 15 giorni

Abbiamo preparato il nostro itinerario di viaggio in Sri Lanka con molta cura, visto che era il nostro viaggio di nozze. Come è ovvio, volevamo che tutto fosse perfetto e così è stato.

Ci siamo affidati a Buddhi Jayasekara, della agenzia Siriranga Viaggi, per scegliere le tappe più interessanti, sia dal punto di vista naturalistico che culturale. Perchè Sri Lanka ha tantissimo da offrire, e solo di recente è diventata una meta ambita dai viaggiatori.

Polonnaruwa Sri Lanka
Polonnaruwa

Itinerario di viaggio in Sri Lanka: quando andare

Il periodo migliore per andare in Sri Lanka va da gennaio a marzo.

In questo periodo, tutte le aree dell’isola godono di un clima favorevole; le temperature sono elevate pur non essendo soffocanti e il rischio di pioggia è praticamente inesistente.

Negli altri periodi, potreste incontrare il monsone soprattutto nella zona settentrionale e orientale. Questo significa un alto tasso di umidità e improvvisi acquazzoni.

Una delle cose che maggiormente abbiamo apprezzato è la temperatura dell’acqua del mare, si aggira intorno ai 29 gradi praticamente tutto l’anno, proprio come piace a noi!

Tramonto a Passekuda - Sri Lanka
Tramonto a Passekuda – Sri Lanka

Itinerario di viaggio in Sri Lanka: il nord

1° giorno

La prima tappa è stato il complesso archeologico di Polonnaruwa, situato nella parte nord est dell’isola. Si tratta di un sito molto vasto e abbiamo trascorso lì l’intera giornata.

2° e 3° giorno

Poichè il nostro itinerario di viaggio in Sri Lanka era molto ricco, abbiamo pensato di concederci un paio di giorni di relax al mare a Passikuda, nella parte a nord-est dell’isola.. Il mare di Sri Lanka non è il più bello del mondo, ma ci siamo davvero goduti questa piccola pausa.

Tempio  Koneshwaran - Sri Lanka
Tempio Koneshwaran

4° giorno

Il quarto giorno lo abbiamo trascorso in transito: l’unica sosta significativa è stata a Trincomalee. Questa tappa era doverosa per visitare il tempio hinduista di Koneshwaran, coloratissimo e con una splendida vista sul mare.

5° giorno

Il giorno dopo, abbiamo effettuato la visita di uno dei simboli di Sri Lanka, la Rocca di Sigiriya.

E’ una delle cose più belle che abbiamo visto durante questo viaggio, ma anche una delle più faticose! Era anche possibile fare un trekking a dorso di elefante, ma ci abbiamo rinunciato.

Rocca di Sigiriya
Rocca di Sigiriya

6° giorno

Dambulla è stata un’altra sorpresa: incredibilmente affascinante con i suoi templi scavati nella roccia e le sue enormi statue di Buddha.

Abbiamo trascorso una mezza giornata ammirando le sue bellezze, prima di raggiungere la successiva destinazione.

Itinerario di viaggio in Sri Lanka: il centro

7° giorno

Ancora una volta abbiamo passato la giornata in transito; ci siamo spostati dal nord verso il centro di Sri Lanka.

A Kandi abbiamo trascorso una intera giornata, la mattina è stata dedicata al Tempio del Dente di Buddha e il pomeriggio alla visita dell’orto botanico Peradeniya.

Dambulla
Dambulla

Una giornata molto densa, quindi; il tempio è molto interessante e caratteristico, mentre il giardino botanico è considerato tra i più belli del mondo!

8° giorno

Ci spostiamo di nuovo alla volta di Ramboda. Qui la natura la fa da padrona: il motivo per cui visiteremo questa zona sono le sue cascate e le piantagioni di thè.

Durante il percorso è possibile ammirare una vegetazione incredibilmente verde e le donne che raccolgono manualmente le foglie del thè.

Prima di raggiungere l’hotel, che si affaccia sulle cascate, ci siamo fermati ad una fabbrica dove le foglie del thè vengono lavorate prima di essere esportate in tutto il mondo.

Tempio del Dente di Buddha
Tempio del Dente di Buddha

9° giorno

La prossima destinazione del nostro itinerario di viaggio in Sri Lanka è Nuwara Eliya. La città non è niente di speciale, trascorriamo la mattina visitando mercatini, poi ci aspetta una splendida esperienza.

Il nostro driver acquista per noi un biglietto per un treno che ci porterà ad Ella.

Il percorso del treno si snoda attraverso panorami incredibilmente belli: foreste, cascate e piantagioni di thè.

Ma quello che è fantastico è che il treno è privo di porte quindi possiamo sporgerci fuori per fare foto e apprezzare il panorama!

Piantagioni di thè
Piantagioni di thè

10 giorno

Ad Ella ci fermiamo solo una notte; poi si riparte per raggiungere Yala.

Qui effettueremo un safari nel Parco Nazionale di Yala, che è rinomato soprattutto per la presenza di leopardi.

Purtroppo non siamo stati così fortunati da vederne, ma l’escursione è stata comunque molto bella!

Inserire il mare in un itinerario di viaggio in Sri Lanka

Giorni 11 al 16° giorno

Infine, si ritorna al mare. Sei fantastici giorni di relax ci attendono sulla spiaggia di Mirissa. Dopo tutti gli spostamenti e qualche alzataccia, un pò di tranquillità ci voleva proprio.

Purtroppo, allo scadere dei sei giorni, il driver è venuto a riprenderci.

Parco nazionale di Yala
Parco nazionale di Yala

Abbiamo trascorso l’ultima notte a Negombo, sulla strada per raggiungere il nostro hotel abbiamo effettuate delle tappe per la fortezza di Galle e per fare un pò di shopping a Colombo, la capitale.

Consigli e informazioni utili per organizzare un itinerario di viaggio in Sri Lanka

Ecco alcune informazioni che vi saranno utili per organizzare il vostro viaggio in Sri Lanka:

– il visto: potete ottenerlo on line a questo sito, pagando 35 dollari con la carta di credito; potete anche farlo direttamente al vostro arrivo in aeroporto, in questo caso il prezzo è inferiore, visto che pagherete 30 dollari.

– la valuta locale è la rupia cingalese. Le carte di credito sono accettate solo nei grandi hotel e ristoranti, quindi è bene avere sempre un pò di rupie.
Per cambiare gli euro in rupie, la nostra guida ci aveva consigliato di rivolgerci alle gioiellerie. Inoltre, più alto è il taglio delle banconote migliore è il tasso di cambio che spunterete!
Nelle città troverete facilmente degli sportelli ATM, mentre sono molto rari nei villaggi.

Mirissa
Mirissa

vaccinazioni: non ci sono vaccinazioni obbligatorie; la possibilità di contrarre la malaria in Sri Lanka è minima, quindi basta solo avere alcune accortezze (usare un buon repellente, per esempio) per non avere problemi.

sicurezza in Sri Lanka: stiamo parlando di un paese assolutamente sicuro. Noi non abbiamo avuto problemi di nessun tipo, anche quando ce ne siamo andati in giro da soli. La gente è sempre molto cordiale e disponibile e (cosa che abbiamo apprezzato) non lo fa nella speranza di ottenere una mancia, ma solo per gentilezza d’animo.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress