Cosa vedere a Dover, la città sulla Manica

Cosa vedere a Dover

Cosa vedere a Dover? Sono sicura che a questa domanda, la maggior parte di voi risponderebbe: le bianche scogliere. In effetti, esse sono l’attrazione più famosa della città, ma non l’unica.

Qualcun altro, invece, si troverà ad associare la cittadina di Dover al traghetto che la unisce al continente, più precisamente a Calais. E anche questo è vero; infatti, prima della costruzione dell’Eurotunnel, la Gran Bretagna era raggiungibile in aereo o con il traghetto che faceva la spola tra Dover e la Francia.

Il porto continua ad vantare una intensa attività, ma per lo più riservata alle merci; sono pochi coloro che arrivano in Gran Bretagna utilizzando il traghetto. La maggior parte dei visitatori si serve dell’Eurostar e del “Tunnel Channel”.

Cosa vedere a Dover
Fari nel porto di Dover

Dove si trova Dover e come arrivarci

Dover si trova nella contea del Kent, nella parte più meridionale dell’Inghilterra; essa si affaccia sul Canale della Manica. Dista poco più di 100 chilometri da Londra e può essere raggiunta in treno, pullman o auto.

Noi avevamo inserito Dover in un tour on the road dell’Inghilterra, pertanto ci siamo arrivati in macchina dopo aver visitato Canterbury, per poi proseguire alla volta di Brighton.

Ma potete anche organizzare una gita di un giorno dalla capitale, visto che la cittadina non è enorme e una giornata è più che sufficiente per vedere le principali attrazioni. I treni partono sia dalla Victoria Station che dalla Saint Pancras.

Il costo si aggira sulle 24 sterline, ma dovete stare attenti alla scelta del treno; alcuni infatti sono diretti e vi porteranno a destinazione in un paio d’ore. Altri invece richiedono uno o più cambi, quindi il tempo di percorrenza si dilata fino a 6 ore. Per sicurezza, vi consigliamo di consultare orari e prezzi sul sito di Trainline, dove potete anche acquistare il biglietto risparmiando.

Il viaggio in pullman con la National Express è molto più economico, visto che il biglietto vi costerà appena 7 sterline; la durata del viaggio, in compenso, è la stessa che con il treno.

Il porto di Dover
Il porto di Dover

Cosa vedere a Dover fuori dalla città

Le attrazioni da vedere a Dover sono concentrate in parte fuori dal centro urbano e in parte nell’abitato. Quindi vi consigliamo di scegliere da dove cominciare in base al mezzo di trasporto che utilizzerete. Arrivando in treno o pullman potreste iniziare il vostro tour dal centro città, ma se arrivate in macchina come noi, meglio cominciare dalla periferia.

Le bianche scogliere

Le bianche scogliere di Dover
Le bianche scogliere di Dover

Il fiore all’occhiello della cittadina sono indubbiamente le bianche scogliere (White Cliffs of Dover in inglese). Già il nome lascia capire di che cosa stiamo parlando: si tratta di splendide scogliere a picco sul mare dall’inconfondibile colore bianco. Esse infatti sono costituite da materiale gessoso che le rendono uniche al mondo.

Sono alte oltre 120 metri e si estendono per chilometri, sia in direzione ovest che est, verso Folkestone e Kingsdown. Il modo migliore per vedere lo spettacolo unico che le scogliere offrono è una escursione in barca, visto che dal mare appaiono molto più maestose. In città, troverete alcune agenzie dove prenotare una uscita sul mare.

In alternativa, potete percorrere il sentiero lungo le colline e godervi il panorama di Dover dall’alto, in particolare il porto. Nelle giornate particolarmente limpide, aguzzando la vista, potreste riuscire a vedere la costa francese in lontananza.

Per conoscere meglio la storia delle bianche scogliere di Dover, fate un salto al National Trust’s Gateway to the White Cliffs Visitor Center. Infine, proprio nelle immediate vicinanze, esiste una rete di cunicoli costruiti durante l’ultimo conflitto mondiale; si tratta del Fan Bay Deep Shelter, anche questi interessanti da visitare.

Il Faro di South Foreland

Cosa vedere a Dover
Il Faro di South Foreland

Proprio nella zona delle scogliere, c’è un’altra attrazione di Dover che dovete assolutamente vedere: il faro di South Foreland. Esso venne eretto in epoca vittoriana, nel 1843; ma dal 1988 ha finito il suo onorato servizio ed è diventato proprietà del National Trust.

Da quel momento è diventato un luogo molto caro ai locali, visto che offre un’area tranquilla dove consumare dei picnic e dove vengono organizzate iniziative per i bambini. Tra queste, la più popolare è la gara con gli aquiloni, che possono essere noleggiati gratuitamente.

Il faro è famoso anche per un altro motivo: è stato il primo faro ad utilizzare la luce elettrica e fu utilizzato da Guglielmo Marconi per i suoi esperimenti con la radio.

Potete salire in cima al faro e da lì godere di una vista panoramica di tutto rispetto; e visto che siamo in Inghilterra, potete gustare un ottimo five o’clock tea nella sala da te in cima al faro.

Cosa vedere a Dover: il Castello di Dover

Cosa vedere a Dover
Il Castello di Dover

Forse stenterete a crederlo, ma il Castello è stata la cosa che a noi è piaciuta di più tra tutte quelle che ci sono da vedere a Dover. Forse perchè ci siamo capitati durante una manifestazione che vedeva personaggi in costume d’epoca mentre svolgevano tornei con armi medievali. O forse semplicemente perchè siamo profondamente amanti dei castelli.

Si tratta del castello più grande di tutta l’Inghilterra, ed è probabilmente la fortezza più famosa del paese. Le sue origini sono abbastanza incerte, si dice che esso esista a partire dall’età del ferro; fu poi ampliato e rivisitato nel corso dei secoli. I primi interventi furono effettuati dai re sassoni, poi successivamente dal Normanno Guglielmo il conquistatore. Ma chi diede al catello l’aspetto attuale fu re Enrico II intorno al XII secolo.

Un ulteriore ampliamento fu effettuato durante le guerre napoleoniche; e durante la seconda guerra mondiale, furono realizzati dei tunnel che dovevano garantire una via di fuga in caso di invasione da parte dei nazisti.

Il fascino del castello non risiede solo nel suo aspetto esterno, nè nella sua posizione strategica; quello che abbiamo apprezzato di più è l’interno, dove è ancora possibile vedere ambienti arredati, sia pure in modo spoglio e spartano. Da non perdere la Grande Torre, il Museo e la Chiesa di Santa Maria in Castro.

Il Museo di Dover

Il Dover Museum si trova a poca distanza dal castello; è una delle attrazioni più apprezzate da vedere a Dover. Visitarlo è importante per conoscere e capire la storia della cittadina costiera a partire dal Neolitico fino (quasi) ai giorni nostri.

Tra l’altro, se visitate Dover in estate, vi accorgerete che è il luogo ideale per le famiglie con bambini; è qui che vengono organizzati i “Family Day“, durante i quali si svolgono attività interattive e ludiche per i più piccoli.

L’edificio che ospita il museo è su vari piani, ognuno dei quali è dedicato ad un periodo particolare: il periodo sassone, quello romano, quello normanno e così via. Al primo piano vengono ospitate le mostre temporanee.

Non perdetevi la Dover Bronze Age Boat, una piccola imbarcazione che risale all’età del Bronzo, come si intuisce dallo stesso nome. E’ considerata come la barca più antica del mondo.

Chiesa di Santa Maria in Castro

Chiesa di Santa Maria in Castro
Chiesa di Santa Maria in Castro

All’interno della cinta muraria del castello, nella parte più elevata, troverete la Chiesa di Santa Maria in Castro. La sua posizione vi garantisce una vista panoramica sensazionale.

Purtroppo, le opportunità di visitare la chiesa all’interno sono molto limitate. Infatti, essa è aperta solo al mattino della domenica, quando viene celebrata la messa. Ma se proprio ci tenete, potete prendere una guida a pagamento che vi permetterà l’accesso alla chiesetta.

Un particolare importante: proprio in questa area, vicino alla chiesa, potrete vedere il Roman Lighthouse, cioè l’unico faro romano sopravvissuto al mondo. Malgrado sia così antico, e non abbia subito alcun lavoro di restauro, il faro è ancora in ottime condizioni.

Cosa vedere nel centro di Dover

Spostiamoci adesso nel centro della città, dove ci sono altre belle cose da vedere. Non dimenticate di dare una sbirciata alle bianche scogliere anche da qui, forse sono un pò distanti, ma comunque bellissime da vedere.

The Pines Garden e St. Margaret’s Bay

Spostandovi verso il centro di Dover, incontrerete la Margaret’s Bay, una baia che offre degli splendidi panorami. Da qui parte la Margaret’s Bay Coastal Walk, un sentiero che, come suggerisce il nome, si snoda lungo la costa.

Qui troverete anche un parco enorme, il Pine Gardens; pensate che ricopre un’area di 5 acri. E’ una fresca e verdeggiante oasi dove i locali si rilassano nelle calde giornate estive; potete farlo anche voi e, se vi va, potete anche prendere una tazza di tea nella elegante sala denominata Pines Garden Tea Room & Museum.

Vedere la Roman Painted House di Dover

Roman Painted House
Roman Painted House

La Roman Painted House è un museo, ma molto speciale e diverso dagli altri. Innanzitutto è gestito da alcuni volontari; il loro obiettivo è di mostrare ai visitatori che la storia della cittadina di Dover è stata profondamente influenzata dalla conquista romana.

Anche la sede del museo è particolare; stiamo parlando di un ex bunker militare che a sua volta è stato costruito sulle rovine di una abitazione romana che risale addirittura al 10 secolo dopo Cristo.

All’interno si possono ammirare delle stanze di epoca romana abbastanza ben conservate. Il prezzo del biglietto di ingresso è di 4 sterline, quindi non è esoso. La visita comunque non dura più di un’oretta.

Blériot Memorial

Bleriot Memorial
Bleriot Memorial

Sapete chi era Bleriot e perchè è famoso? Io l’ho scoperto quando siamo andati a visitare il memoriale a lui dedicato. Si tratta di un aviatore francese che compì la prima traversata della Manica in aereo, il  25 luglio 1909.

L’evento è commemorato tramite una targa a forma di aereo, collocata nel punto esatto da cui avvenne il decollo. Il memoriale si trova all’interno dei boschi di di Northfall Meadow. Non è niente di particolarmente elaborato, però è emozionante sapere che proprio lì si è verificato un evento così importante.

Marine Parade e Dover Marina

Cosa vedere a Dover
Il lungomare di Dover

Trattandosi di una cittadina sul mare, anche Dover ha il suo lungomare, che viene comunemente chiamato Marine Parade. Vale la pena di fare una rilassante passeggiata, anche se la spiaggia di per se non è nulla di eccezionale e sicuramente non invita a fare un bagno.

Oltre a godervi il panorama, potete cogliere l’occasione per vedere British Legion War Memorial, dedicato alle operazioni svolte dalla British Legion durante le varie guerre; il Channel Dash Memorial, eretto in memoria di una operazione di attacco da parte della marina tedesca nel Canale della Manica, fortunatamente senza esito; la statua di Matthew Webb, famoso per essere il primo nuotatore ad aver attraversato la Manica.

In fondo al lungomare, troverete il Dover Marina, il porticciolo turistico che ospita imbarcazioni da diporto.

Connaught Park

Connaught Park
Connaught Park

Infine, se vi rimane ancora un pò di tempo, potreste visitare Connaught Park. E’ il più grande parco della città ed è stato istituito all’epoca del regno della Regina Vittoria. Infatti, nello stile tipico dell’era vittoriana, ha dei giardini e delle aiole curatissime e nella parte più bassa c’è un piccolo lago artificiale.

Per altre informazioni potete visitare il sito ufficiale di Dover.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Cosa vedere a Brighton in un giorno
Strafford upon Avon, la città natale di Shakespeare
La Cattedrale di Canterbury, il fulcro dell’Anglicanesimo
Oxford e Harry Potter
Residenze reali in Gran Bretagna


20 Comments to Cosa vedere a Dover, la città sulla Manica

  1. Valentina ha detto:

    Effettivamente appena sento o leggo il nome Dover, di immediato penso alle sue bianche scogliere. Non ho ancora avuto la possibilità di vedere la città, ma un bel viaggio on the road nel sud dell’Inghilterra è in programma da prima che scoppiasse la pandemia. Chissà se riuscirò a realizzare questo viaggio (lo spero tanto). Grazie a questo tuo articolo ho scoperto che c’è molto da vedere a Dover e chissà, magari, per raggiungere la città proverò l’Eurotunnel.

    • Teresa ha detto:

      Dover è la tipica bella cittadina inglese sul mare; ma purtroppo sono in molti a considerarla solo come un punto d’approdo per chi arriva dalla Francia.

  2. Paola ha detto:

    Dover me la ricordo come scalo delle tante crociere con i miei nonni, ma solitamente andavamo poi a visitare Londra.
    Sapevo che era famosa per le sue bianche scogliere, ma non avevo idea che avesse così tante cose da vedere!

    • Teresa ha detto:

      In generale si associa Dover allo scalo dei traghetti o alle bianche scogliere, ma ti garantisco che Dover è una città tutta da esplorare!

  3. Raffaella ha detto:

    Io sono una delle poche persone che è arrivata a Dover via mare dal porto di Calais e confesso che la vista delle scogliere mi ha davvero colpito. Il mio unico rammarico è proprio quello di non essermi fermata di più a Dover per visitare anche il castello.

    • Teresa ha detto:

      Vedere le bianche scogliere dal mare è uno dei miei sogni, ma mi sono dovuta accontentare di vederle da terra; sono spettacolari comunque!

  4. Veronica ha detto:

    Anch’io conoscevo Dover solo per le bianche scogliere ma non sapevo ci fosse molto altro. E dire che sono a poche ore di treno dalle coste del Kent. Ci sono posti davvero bellissimi in Inghilterra che vale la pena esplorare.

  5. Non ci sono mai stata ma qualche anno fa i miei genitori sono partiti da casa in camper (in Piemonte) e hanno attraversato il canale della Manica approdando proprio a Dover, e da lì sono arrivati fino in Cornovaglia. Ancora oggi ne parlano come di un viaggio bellissimo, e da allora sogno di poterlo fare anche io. Magari anche senza raggiungere la Cornovaglia, tanto tra Dover e dintorni di cose belle da vedere ce ne sono parecchie!

    • Teresa ha detto:

      L’Inghilterra è un paese bellissimo, nei dintorni di Dover ci sono tanti paesini da visitare; però se posso esprimere il mio parere, la Cornovaglia è ancora più bella!

  6. Eliana ha detto:

    A parte per le scogliere non conoscevo affatto Dover ma mi sembra una bella e pittoresca cittadina dove poter fare un sacco di attività: già che poi c’è un castello allora per me è un luogo da visitare, lo sai <3

  7. Libera ha detto:

    Le scogliere di Dover sono davvero splendide. Mi ricordano le cliffs di Moher in Irlanda . Un ottimo itinerario , ricco di spunti utilissimi .

    • Teresa ha detto:

      Le Cliffs of Moher non le ho ancora viste, mannaggia, ma spero di farlo presto. Comunque Dover non è solo scogliere 🙂

  8. Marina ha detto:

    Le bianche scogliere le ho viste varie volte dall’aereo e sono spettacolari, certo avvicinarle via mare deve essere davvero emozionante! Non sapevo che Dover avesse tante cose interessanti da vedere, ne terrò conto per una gita la prossima volta che andrò a Londra. Il castello è facilmente raggiungibile dal centro?

    • Teresa ha detto:

      Il castello non è proprio vicino al centro, ma se non vuoi fartela a piedi puoi sempre prendere un taxi, non dovrebbe costarti tantissimo!

  9. Patrizia ha detto:

    Direi che il vostro tempismo vi ha premiato! Chissà che bella la rievocazione storica, lo dico perchè a me piacciono molto questi eventi. In più adoro i castelli, quindi vi credo! Ho spesso notato che i viaggi in pulmann, pur avendo la stessa durata di quelli in treno, costano molto meno in vari Stati.

    • Teresa ha detto:

      Si, devo dire che siamo stati molto fortunati, la nostra visita al castello ha avuto senz’altro un valore aggiunto grazie alla rievocazione storica.

  10. Noi più volte abbiamo pensato di imbarcarci dalla Francia per raggiungere queste splendide falesie…ma l’idea di viaggiare sott’acqua mi fa mancare il respiro. Mio marito invece non vuole prendere l’aereo. Dovremmo trovare un compromesso…

    • Teresa ha detto:

      Esiste sempre il caro, vecchio traghetto, magari è una soluzione che soddisfa tutti e due e che vi permette di vedere le scogliere dal mare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress