Philadelphia, la città della Dichiarazione d’Indipendenza

Philadelphia. la capitale della Pennsylvania, è stata la capitale degli Stati Uniti per circa dieci anni e viene affettuosamente chiamata “Philly“. Il significato del suo nome è “città dell’amore fraterno”.

Pur essendo una delle più grandi città degli Stati Uniti, per la precisione la sesta, è ancora una città relativamente poco caotica e a misura d’uomo. Io non amo molto le grandi metropoli, ma Philadelphia mi è piaciuta molto.

Arrivo a Philadelphia
Arrivo a Philadelphia

Probabilmente amo questa città anche perchè è molto ricca di storia: è proprio qui che si svolsero alcuni avvenimenti fondamentali nella storia degli Stati uniti, tra cui la firma della Dichiarazione di indipendenza!

Quando andare a Philadelphia

I periodi migliori per visitare la città sono sicuramente l’autunno e la primavera.

E’ in questi mesi che le temperature sono gradevoli e le precipitazioni scarse; infatti Philadelphia è una città abbastanza piovosa e con un tasso di umidità elevato.

Durante l’estate, essa si riempie di turisti e i prezzi lievitano; e le temperature possono a volte essere abbastanza soffocanti, proprio a causa dell’umidità.

Ponte sul fiume Delaware
Ponte sul fiume Delaware

L’inverno è forse il periodo peggiore, visto che fa davvero molto freddo e la città si ammanta di neve, visto il suo clima continentale.

Certo, il fascino della neve è indubbio, soprattutto a Natale, quando le decorazioni e le luci rendono la città magica e affascinante. Ma visto che le precipitazioni nevose possono arrivare a circa 22 cm., potreste avere dei problemi a muovervi se non siete bene attrezzati.

Per chi soffre il freddo non è proprio il massimo, considerando che le temperature minime scendono di parecchi gradi sotto lo zero e le massime rimangono stabili sui 6/7 gradi.

Personaggi in costume dell'epoca
Personaggi in costume dell’epoca

Come muoversi in città

Per muoversi in città, potete utilizzare la metropolitana, l’autobus oppure il taxi. Se avete un’auto a noleggio, dimenticatevene, perchè trovare un parcheggio non è sempre facile e soprattutto il costo è abbastanza elevato.

Ci sono due società che gestiscono la metropolitana di Philadelphia: Septa e una dalla Patco. La prima è quella che probabilmente utilizzerete, in quanto gestisce la linea che interessano il centro della città.

Il prezzo di una singola corsa è di 2,50 dollari; ma esistono degli abbonamenti con durata variabile che vi permetteranno di risparmiare.

Esterno della Indipendence Hall
Esterno della Indipendence Hall

Vedete voi se scegliere il pass giornaliero, o settimanale o mensile a seconda delle vostre esigenze.

Se invece preferite l’autobus, potete utilizzare il Phlash Downtown Loop. Si tratta di una specie di shuttle che collega tutte le attrazioni storiche del centro della città

La frequenza delle corse è elevata, visto che passa un autobus ogni quarto d’ora. Il costo di una corsa è di 2 dollari, ma anche qui esiste la possibilità di acquistare un pass giornaliero o valido per due giorni.

Interno della Indipendence Hall a Philadelphia
Interno della Indipendence Hall a Philadelphia

Dall’aeroporto al centro di Philadelphia

Per raggiungere il centro città dall’aeroporto potete utilizzare il taxi, il treno e il bus.

I taxi applicano una tariffa fissa di 30 dollari per portarvi a destinazione e sono senza dubbio la soluzione più comoda anche se forse la meno economica.

La linea ferroviaria che porta verso il centro funziona tutto il giorno; potete acquistare il biglietto alle macchinette, pagandolo 6,50 dollari. Se invece lo acquistate a bordo, pagherete un sovrapprezzo che porterà il costo a 8 dollari.

Un tram a Philadelphia
Un tram a Philadelphia

Infine l’autobus: la linea che vi porterà al centro è la numero 37. Tenete conto che effettua varie fermate prima di raggiungere la fermata della metropolitana chiamata Snyder. Da qui dovrete usare la metropolitana per arrivare al vostro hotel.

Il costo del biglietto è di 2,25 dollari.

Cose da vedere a Philadelphia

Independence National Historical Park

La cosa che principalmente attrae i visitatori è la Independence Hall,  l’edificio in cui venne discussa e ratificata la Dichiarazione di indipendenza degli Stati Uniti.

Skyline di Philadelphia
Skyline di Philadelphia

Essa fa parte dell’ Independence National Historical Park.
Ed è da qui che abbiamo cominciata la nostra visita.

Dopo aver trovato un parcheggio (cosa abbastanza difficile a Philadelphia), ci avviamo verso Chestnut Street.


Qui veniamo indirizzati verso un edificio piuttosto moderno, l’Indipendence Visitor Center, dove un ranger ci consegna dei biglietti gratuiti per la visita, e dove facciamo qualche foto con due personaggi vestiti con abiti d’epoca.

Independence Hall

La statua di Rocky
La statua di Rocky

Raggiungiamo questo grazioso edificio in mattoni rossi e non dobbiamo attendere molto per iniziare la visita, accompagnati da un altro ranger che ci illustra i fatti salienti.

Conosco già i fatti, ma trovo estremamente suggestivo trovarmi in un luogo dove ha avuto luogo un avvenimento storico così importante, che ha determinato non solo la storia degli Stati Uniti, ma del mondo intero.

All’interno della sala ci sono dei banchetti e su ognuno di questi sono appoggiati alcuno oggetti, alcuni dei quali sono originali. per esempio ci sono gli occhiali di George Washington.

Non mancate di vedere anche la Liberty Bell. Questa enorme campana ha un enorme significato per gli americani, poichè rappresenta la libertà, la democrazia e l’indipendenza.

Museum of Art
Museum of Art

Alla base, potrete vedere la scritta Proclaim Liberty throughout all the Land unto all the Inhabitants thereof. (Proclama la libertà in tutto il paese e ai suoi abitanti).

Museum of Art

Tappa successiva è il Museum of Art, non perchè ci interessi davvero il museo, ma perchè abbiamo visto la sua scalinata nel film “Rocky“.

Lo skyline di Philadelphia da qui è molto bello, e ai piedi della scalinata c’è anche una statua in bronzo dedicata al famoso pugile.

Uscendo dalla città, costeggiamo il fiume Delaware. Questa è la parte della città che ci piace di più: la vegetazione è molto fitta e il fiume è solcato da canoe, ci sono anche dei cottage carinissimi. Si tratta della Boathouse Row!

Imbarcazioni sul fiume Delaware
Imbarcazioni sul fiume Delaware

Facendo un bilancio, posso dire che questa città mi è piaciuta abbastanza, ma non mi ha fatta innamorare profondamente come è successo per altri posti.

Forse è da mettere in conto il fatto che la nostra visita è stata veramente veloce, forse se ci fossimo fermati più a lungo l’avremmo apprezzata di più.

Questo è il sito ufficiale del turismo di Philadelphia, dove troverete altre utili informazioni.

Potrebbero interessarti anche questi articoli:
Washington DC, la meravigliosa capitale degli USA
Cose da fare a Las Vegas, la favolosa Sin City
Bodie la città fantasma in California
La Highway 1, la strada panoramica da Los Angeles a San Francisco
Death Valley, la caldissima Valle della Morte

« (Previous Post)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress