Taj Mahal, consigli per la visita

Taj Mahal

Il Taj Mahal è probabilmente il monumento più famoso dell’India, oserei dire che ne è l’icona per eccellenza.

Ed un motivo c’è: questo armonioso edificio bianco che si staglia contro il cielo azzurro è veramente pura poesia. Esso viene annoverato tra le sette meraviglie del mondo moderno.

Si trova ad Agra, ogni anno sono centinaia di migliaia le persone che lo visitano, sia locali che stranieri.

Ingresso al Taj Mahal
Ingresso al Taj Mahal

Come arrivare al Taj Mahal

Agra è situata a poco più di 200 chilometri a sud della capitale Delhi, quindi i tempi di percorrenza in auto si aggirano intorno alle 3 ore e mezzo o quattro a seconda del traffico.

Ma se non siete dotati di macchina, potrete comunque raggiungere la città dell’Uttar Pradesh in autobus o in treno.

Potete fare una escursione di una sola giornata per vedere il solo Taj Mahal, anche se ad Agra c’è anche altro da vedere.

Vediamo come potete arrivarci in treno. Esiste un treno diretto che parte dalla stazione di Nuova Delhi e che vi porterà ad Agra Cantt in due ore circa.

Evviva il Taj Mahal!
Evviva il Taj Mahal!

Il costo del biglietto è di circa 140 rupie (quindi molto economico); i treni partono ogni ora.

L’utilizzo del pullman è meno comodo e anche più costoso; infatti l’autobus copre lo stesso tragitto in 6 ore e il prezzo del biglietto sale a oltre 400 rupie.

La storia del “mausoleo dell’amore”

Il significato del nome è “Palazzo della Corona“. Fu costruito nel 1630 dall’imperatore moghul Shah Jahan in memoria della sua defunta moglie Mumtaz Mahal.

La donna morì nel mettere al mondo il suo 14esimo figlio (poveretta!). L’imperatore amava molto la sua terza moglie, e soffrì molto per la sua perdita. Così decise di erigere questo colossale e splendido monumento per onorarne la memoria.

Purtroppo, il figlio che causò la morte della madre fu fonte di molte altre sofferenze per il padre. Egli infatti depose il padre dal trono e lo fece imprigionare nel Forte di Agra.

Giocando con la cupola!
Giocando con la cupola!

Pare anche che, essendo il minore dei figli, per poter ottenere il potere egli abbia ucciso tutti i suoi fratelli.

Si dice che Shah Jahan avesse in mente di costruire un mausoleo simile per se stesso al là del fiume Yamuna, che si trova alle spalle del Taj Mahal; questa volta però aveva intenzione di usare del marmo nero.

Per questo si parla del Taj Mahal Nero, del quale però non esiste alcuna traccia.

Caratteristiche del Taj Mahal

Il monumento è interamente costruito in marmo bianco, proveniente dalle vicine cave di Pushkar. Dicono che questo marmo abbia le stesse caratteristiche del marmo di Carrara, ma che sia molto più duro, quindi più difficile da lavorare.

Nelle foto non è possibile vederlo, ma ogni lastra di marmo è un basso rilevo, e in alcune sono incastonate pietre preziose o semi preziose, come per esempio giada e zaffiri.

Dettaglio
Lastra di marmo incisa

La costruzione del mausoleo durò oltre 20 anni, diede lavoro a migliaia di persone e per trasportare le lastre di marmo dovettero essere usati gli elefanti.

La simmetria che caratterizza il Taj Mahal è notevole; da qualunque parte lo guardiate vi accorgerete che ogni cosa è stata pensata per creare una assoluta armonia.

La visita

Potete acquistare il biglietto presso la biglietteria, il prezzo è di 1000 rupie (più o meno 16 euro) per gli stranieri e di sole 40 rupie per i turisti indiani. Insieme al biglietto riceverete una bottiglia d’acqua a testa e dei sacchetti di plastica da mettere ai piedi.

In realtà, dovrete togliere le scarpe solo mentre sarete proprio in cima al monumento, per il resto potrete girare con le scarpe ai piedi.

Conservate il biglietto perchè potrete usufruire di un piccolo sconto presso il Forte di Agra se lo esibirete alla biglietteria.

Taj Mahal
Taj Mahal

Prima di accedere al sito, passerete dei rigorosi controlli di sicurezza (come sempre le donne da una parte e gli uomini dall’altra).

Portate con voi solo lo stretto indispensabile perchè molti oggetti non passeranno i controlli; per esempio sigarette, accendini, cibo, bastoncini per i selfie ecc.

Noi avevamo lasciato quasi tutto in macchina e avevamo con noi solamente il cellulare e la macchina fotografica.

Con la guida o da soli?

Anche se è possibile visitare il monumento in autonomia, vi consiglio caldamente di prendere una guida. Da soli sarebbe davvero difficile riuscire ad apprezzare tutta una serie di dettagli che rendono l’edificio così unico.

All’ingresso, troverete tantissima gente che si offre di accompagnarvi nel vostro giro, ma la gran parte di loro non sono guide ufficiali; di conseguenza non hanno una buona preparazione per rendere la vostra visita piacevole.

Fiume Yamuna
Fiume Yamuna

Noi avevamo una guida prenotata da Susindia e Prem Viaggi, che ci aspettava fuori dal sito e che ci ha accompagnati per tutta la durata della visita (e in seguito ci ha anche accompagnati al Forte di Agra).

Si è dimostrato estremamente preparato e ha saputo rispondere ad ogni nostra domanda. Inoltre, abbiamo scoperto che è molto “creativo” perchè ci ha fatto decine di foto molto originali.

Quando visitare il Taj Mahal

Molte guide suggeriscono di visitare il sito nelle prime ore del mattino per evitare le folle di turisti indiani.

Ma per esperienza posso dirvi che l’ora migliore è nel primo pomeriggio, visto che è quello il momento in cui la luce è migliore per apprezzare appieno il Taj Mahal.

E’ proprio in quelle ore che il cielo è particolarmente azzurro e mette in risalto il candido splendore del monumento. Questo vi consentirà di scattare delle foto eccellenti.

Edificio all'ingresso del Taj Mahal
Edificio all’ingresso del Taj Mahal

Inoltre, la folla è sicuramente tanta, ma il posto è talmente grande che essa non costituirà un problema.

Solo all’ingresso troverete dei mendicanti che vi chiederanno soldi, o venditori che vi importuneranno per farvi comprare i loro oggetti.

A me è capitato due volte di trovare delle persone che volevano farsi scattare una foto insieme a me; non ho capito bene il motivo, ma mi sono proprio sentita una superstar 🙂

Per altre informazioni potete visitare il sito ufficiale.


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress
error: Content is protected !!