Viaggio in Sudafrica fai da te: come organizzare

Viaggio in Sudafrica fai da te

Un viaggio in Sudafrica fai da te è estremamente semplice da organizzare; basta solo parlare un pò di inglese e sapersi adattare alla guida a sinistra.

Ma per il resto è un gioco da ragazzi: le strade ed autostrade sono ampie e ben tenute e tutte gratuite; i principali punti di interesse sono ben segnalati; la sicurezza nelle città non è un problema, a patto di adottare alcune cautele.

Certo, il Sudafrica è un paese molto, molto grande e nell’organizzare il vostro viaggio fai da te dovete tenerlo presente; impossibile vedere tutto, ma facendo delle scelte si può vedere davvero molto.

Viaggio in Sudafrica fai da te
Leonessa nel Kruger

Quanti giorni ci vogliono per visitare il Sudafrica? Per poter vedere il minimo indispensabile, è consigliabile pianificare un itinerario di almeno 15 giorni, perchè in due settimane si riesce a farsi un’idea di questa splendida terra. Se poi i giorni fossero di più, sarebbe meglio.

Ecco le tappe che abbiamo effettuato nel nostro tour del Sudafrica di 15 giorni.

Viaggio in Sudafrica fai da te: le tappe

Parco Nazionale Kruger

Viaggio in Sudafrica fai da te
Kruger national Park

Con un volo dalla Malpensa abbiamo raggiunto la parte orientale del paese per visitare il Parco Nazionale Kruger. Avevamo prenotato 5 notti in una riserva privata, quindi i rangers sono venuti a prenderci all’aeroporto di Hoedspruit per portarci a destinazione.

Questo è stato il nostro primo safari africano, ed è stata una esperienza davvero unica, che ha lasciato in noi un segno indelebile, visto che da allora il safari è diventato per noi come una droga.

Se volete conoscere il motivo per cui abbiamo scelto di alloggiare in una riserva privata, potete leggere questo articolo che abbiamo scritto sul Kruger.

Cape Town

Sul Waterfront di Cape Town
Sul Waterfront di Cape Town

Con un volo, ci siamo spostati dall’altra parte del paese, a Cape Town. Già dall’aereo, la città ci ha fatto innamorare con la sua magia. Appena usciti dall’aeroporto, abbiamo ritirato la nostra auto e abbiamo cominciato a girare questa zona del Sudafrica da soli.

A Cape Town abbiamo trascorso tre giorni, ma solo un paio dedicati alla città, perchè poi abbiamo visitato anche i dintorni. In questo articolo su Cape Town potete scoprire cosa abbiamo visto in città, troverete anche dei consigli utili per ottimizzare la vostra visita ed evitare qualche piccolo disguido.

Da Cape Town a Knysna: la Garden Route

Viaggio in Sudafrica fai da te
Capo di Buona Speranza – Cape Point

Ci siamo lasciati la meravigliosa Cape Town alle spalle e abbiamo cominciato a percorrere una delle strade panoramiche più belle del mondo: la Garden Route. E’ una strada che vi lascia senza fiato per i meravigliosi panorami naturali che offre, è una continua sorpresa tra spiagge, dune, oceano e vegetazione rigogliosa.

Le occasioni per fermarsi a scattare delle foto sono tante, ma ci sono delle tappe imprescindibili: il famosissimo Capo di Buona Speranza e Boulder Beach, Cape Agulhas, Hermanus e molte altre. Abbiamo scritto un articolo su tutte le cose che è possibile vedere durante il tragitto sulla Garden Route; penso che possa esservi utile per pianificare le vostre giornate.

Boulder Beach
Boulder Beach

Viaggio in Sudafrica fai da te: da Knysna a Oudtshoorn

Abbiamo lasciato la costa per dirigerci verso l’interno. La prima delle cose che volevamo visitare era Oudtshoorn. La cittadina di per se non è niente di speciale, a parte qualche edificio coloniale molto carino; quello che ci interessava veramente era la visita ad un allevamento di struzzi.

La visita comincia con una specie di piccolo museo, dove viene illustrata la storia di questi allevamenti. In origine lo struzzo veniva allevato per le sue piume, utilizzate per abbellire i vestiti delle gran dame del passato; pare che il loro valore fosse inestimabile. Ad oggi, lo struzzo viene allevato soprattutto per la carne e per la pelle con le quali si producono costosissimi accessori, soprattutto borse.

La visita vera e propria consiste in un giro tra i recinti che ospitano gli struzzi; alle volte organizzano anche delle gare di velocità, facendo salire i visitatori su questi animali che dicono essere molto veloci.

Cape Agulhas
Cape Agulhas

Parco del Grande Karoo

Prossima tappa Beaufort West. Non l’avete mai sentita nominare? Non mi meraviglia, visto che non è una città importante. L’unico motivo per cui i turisti ci si fermano è che è un ottimo punto di partenza per visitare un’altro dei parchi del Sudafrica, il Grande Karoo.

E’ un parco che merita una visita, anche se non offre la possibilità di avvistare i famosi Big Five. E’ possibile visitarlo in autonomia, con la vostra auto, anche se i percorsi che potrete effettuare dipendono molto dal tipo di auto che avete. Anche sul Grande Karoo abbiamo scritto un articolo che vi aiuterà nell’organizzare la visita.

Oudtshoorn
Oudtshoorn

Stellenbosch, la terra dei vini

L’ultima tappa del nostro viaggio in Sudafrica fai da te è stata Stellenbosch, situata nella terra di produzione dei famosi vini sudafricani. Qui potrete soggiornare presso una delle tante aziende vinicole e degustare i vini che ormai sono famosi in tutto il mondo.

Il bello di questa zona è la natura rigogliosa e la tranquillità di cui si può godere. Nei due giorni che abbiamo trascorso a Stellenbosch ci siamo veramente rilassati; ci siamo limitati ad una visita della cittadina e a qualche passeggiata per ricaricare le batterie prima del ritorno a casa.

Se volete sapere di più su cosa offre la cittadina di Stellenbosch, potete leggere l’articolo che abbiamo scritto a questo proposito.

Parco del Grande Karoo
Parco del Grande Karoo

Viaggio in Sudafrica fai da te: consigli utili

Ecco alcuni consigli utili da tenere presente nel momento in cui deciderete di organizzare un viaggio fai da te in Sudafrica. Alcuni possono sembrare scontati, ma è bene tenerli presenti in ogni caso.

Innanzitutto è opportuno stipulare un’assicurazione di viaggio che vi copra non solo per il rischio di annullamento del viaggio, ma anche per le eventuali spese sanitarie da sostenere nel caso vi succedesse qualche incidente durante il vostro soggiorno.

Per quanto riguarda i documenti di viaggio, è necessario avere un passaporto elettronico con validità residua di sei mesi. Non è necessario nessun visto per un soggiorno inferiore ai 90 giorni.

Stellenbosch
Stellenbosch

Parliamo invece della patente internazionale; in teoria è sufficiente la patente italiana per poter guidare sulle strade del Sudafrica, ma alcune compagnie di autonoleggio esigono che abbiate anche quella internazionale. Quindi, prima di prenotare la vostra auto, è bene che vi informiate bene.

Non esistono vaccinazioni obbligatorie per entrare in Sudafrica; ma per visitare alcune zone sarebbe opportuno fare la profilassi contro la malaria. Prima di decidere se farla, è consigliabile parlare con il vostro medico che saprà sicuramente consigliarvi cosa è meglio fare.

Per altri spunti di viaggio in Sudafrica, potete consultare il sito ufficiale del turismo sudafricano.


50 Comments to Viaggio in Sudafrica fai da te: come organizzare

  1. Federica Assirelli ha detto:

    A volte l’ho preso in considerazione ma poi non ho mai finalizzato questo viaggio. E pensare che mio cugino vive lì da tantissimi anni a Cape Town! Prima o poi sicuramente andrò a trovarlo!

    • Teresa ha detto:

      E’ un peccato che tu ancora non abbia visitato questa terra meravigliosa, spero che tu riesca a farlo il prima possibile!

  2. Rossella ha detto:

    Il nostro primo viaggio extra Europa con i nostri figli 🤩. L’Africa ti entra dentro: al ritorno tutta la famiglia ha pianto per una settimana per la nostalgia. Chi dice che non esiste il mal d’Africa? Noi abbiamo optato per un flu & drive e non abbiamo avuto alcun problema.

  3. Valentina ha detto:

    Il Sudafrica mi incuriosisce molto. Il mio fidanzato c’è stato anni fa con la sua famiglia e ora stiamo pensando di andarci insieme. Anche lui ha detto che due settimane sono proprio il minimo e sarebbe bello poter programmare un viaggio di 20/22 giorni. Vedremo… sicuramente per quest’anno salta… chissà se riusciremo ad andarci il prossimo 🙂
    Tu quando ci sei stata? Il periodo migliore è settembre, giusto?

    • Teresa ha detto:

      Noi ci siamo stati nel periodo natalizio ed è stata una bellissima esperienza vivere l’estate australe; pensa che a Città del Capo abbiamo visto un enorme albero di Natale accanto alla scritta “saldi estivi”. Quanto abbiamo riso! Ci siamo stati in tutto 17 giorni, ma abbiamo dovuto un pò accorciare alcune tappe per riuscire a stare nei tempi!

  4. paola ha detto:

    Questo è un viaggio che spero proprio di fare, sono stata in Kenya e a Zanzibar, e ho voglia di scoprire ancora molto in Africa.
    Grazie per tutte le informazioni, sicuramente preziose per l’organizzazione di questo viaggio.

    • Teresa ha detto:

      In Africa c’è tanto da vedere e da scoprire; io non vedo l’ora di tornarci. Ti auguro di riuscire a visitare il Sudafrica, è una terra stupenda!

  5. Silvia ha detto:

    Buon giorno, ho sentito molti racconti sul Sud Africa e non capisco più dove stia la verità: hai trovato che fosse un Paese pericoloso? Vorrei andarci da sola appena sarà possibile.

    • Teresa ha detto:

      Assolutamente no, come ho scritto nell’articolo non abbiamo avuto nessun problema di nessun tipo durante il nostro tour. Quindi mi sentirei di consigliarla come destinazione!

  6. Maria Grazia ha detto:

    Dovevo andare in Sud Africa nell’agosto 2020. Ovviamente non è stato possibile. Quando sarà il momento dovrò rivedere il mio itinerario e sicuramente farò tesoro anche di quanto hai scritto in questo post.

    • Teresa ha detto:

      Sono lieta di sapere che trovi utile il mio articolo e ti auguro di riuscire ad andare in Sudafrica prima possibile, è una terra meravigliosa!

  7. Mimì ha detto:

    Ciao Teresa!
    Uno splendido itinerario, il vostro, e molto utili i vostri consigli!

    In teoria avevo previsto di andare in Sud Africa quest’anno, ma a cascata, è saltato tutto! Non demordo e metto fra i preferiti il tuo articolo, in attesa di poter “riorganizzare” al più presto.

    A presto. Mimì

    • Teresa ha detto:

      E’ una tristezza pensare quanti viaggi sono saltati e quanti sogni si sono infranti. L’unica cosa che possiamo fare è sperare che la situazione cambi al più presto, io comincio a non poterne più!

  8. Claudia ha detto:

    Sul web ho letto tanti pareri negativi sul Sud Africa soprattutto per via della pericolosità nelle città più grandi. Ho letto anche di persone che sono state minacciate e obbligate a prelevare del denaro al bancomat e consegnarlo ai malviventi. Voi avete mai avuto paura?

    • Teresa ha detto:

      Onestamente a noi non è mai successo niente del genere e non abbiamo mai avuto paura nè ci siamo sentiti minacciati; certo che nelle grandi città ci vogliono attenzioni e cautele per non incorrere in incidenti spiacevoli, però questo vale in Sudafrica come in ogni altra parte del mondo.

  9. Flavia ha detto:

    Il viaggio in Sudafrica per me è stato il più bello di tutti. Non mi è risultato molto difficile organizzarlo da sola; ho vacillato solo un pò durante l’organizzazione del Safari, ma semplicemente perché da noi non ci sono quindi non avevo la minima idea di come potesse essere.

    • Teresa ha detto:

      Il safari è stato sicuramente la parte più bella del nostro viaggio in Sudafrica; ma tutto il resto è stato sicuramente all’altezza!

  10. Michela ha detto:

    Un bellissimo itinerario! Io sono molto incuriosita dal partecipare ad un safari in questi magnifici parchi! Deve essere un’esperienza incredibile!

    • Teresa ha detto:

      Il safari è l’esperienza più bella che si possa fare durante un viaggio in Sudafrica; ma attenzione, se ne fai uno non puoi smettere di farne!

  11. Raffaella ha detto:

    Che terra ricca di contraddizioni il Sudafrica! Confesso di non aver amato particolarmente la metropoli di Cape Town, ma ho apprezzato tantissimo la natura che la circonda.

  12. Arianna ha detto:

    II Sudafrica è un paese che resta nel cuore, il paese arcobaleno ha veramente tanto da offrire. Viaggiarlo in un on the road è il modo migliore per visitarlo in piena libertà, con le dovute accortezze però come hai sottolineato, non tutte le zone sono perfettamente sicure, non avete parlato di Johannesburg ad esempio non so se l’avete visto, a mio avviso merita molto per la visita di Soweto, però lì occorre davvero fare attenzione.

    • Teresa ha detto:

      Di Johannesburg abbiamo visto solo l’aeroporto sia in partenza che all’arrivo, per il resto per noi è ancora una realtà sconosciuta. Ma ho sentito dire che è abbastanza pericolosa.

  13. Paola ha detto:

    In effetti anche io in Sudafrica non ho avuto alcun problema ad organizzare un faidate. Bastano un buon navigatore, una macchina comoda e le idee chiare sull’itinerario. Tutto il resto è semplice da trovare, da vedere e da vivere. L’unico problema è stato l’orario di alcuni parchi: è meglio chiedere sempre l’orario di chiusura e stare attenti ad uscire in tempo. In un parco sono rimasta chiusa dentro ed è stata davvero un’avventura riuscire ad uscire!

    • Teresa ha detto:

      Deve essere stata una brutta esperienza; noi in generale cerchiamo di entrare nei parchi all’alba, perchè è l’orario migliore per vedere gli animali, ma siamo sempre riusciti ad uscire in tempo utile!

  14. Sara - Slovely.eu ha detto:

    Il Sudafrica è un po’ che è sulla nostra lista dei viaggi da fare, era in programma proprio in questi anni poi è arrivato il Covid e addio… Ottimo articolo da ricordarsi di rispolverare per quando finalmente riusciremo a ripartire, non vedo l’ora di poter (ri)vedere i Big 5!

    • Teresa ha detto:

      Vedere i Big Five è una esperienza da brivido, anche se non sempre ci si riesce; ci vuole una grande fortuna perchè i rinoceronti e i leopardi sono abbastanza difficili da vedere.

      • Sara Slovely.eu ha detto:

        Per fortuna durante il nostro viaggio in Namibia siamo riusciti a vederli tutti e cinque. E’ proprio dopo la namibia che ci siamo innamorati dell’Africa e abbiamo pensato di visitare anche il Sudafrica.

        • Teresa ha detto:

          Per noi è stato il contrario, ci siamo innamorati del Sud Africa e subito dopo abbiamo voluto visitare la Namibia e il Botswana. Purtroppo il viaggio in Zambia è saltato, mannaggia!

  15. Eliana ha detto:

    Dovevo visitare questa splendida terra insieme a mio padre proprio l’anno scorso e alla fine… É staltato tutto. Ci saremmo andati con un tour organizzato da Avventure nel Mondo. La vostra esperienza è sicuramente molto interessante e quasi quasi prendo in considerazione l’idea di fare un viaggio solo noi due!

    • Teresa ha detto:

      Onestamente, viaggiare in due è la cosa migliore perchè in questo modo non si è legati al gruppo e alle sue esigenze. Noi preferiamo così e fino ad ora non ce ne siamo mai pentiti!

  16. Erminia Sannino ha detto:

    Leggendo l’articolo mi sono ricordata di quella volta che un cliente mi ha chiesto di fare l’escursione con lo squalo bianco. In pratica ti mettono in una gabbia e ti immergono nel mare!!! Aiutoooo! Comunque il sud Africa è davvero un bel viaggio da fare e abbastanza semplice da visitare.

    • Teresa ha detto:

      Ho sentito anche io di questa escursione, la fanno nei dintorni di Gaansbai; onestamente neanche noi ce la siamo sentita di farla!

  17. Claudia ha detto:

    Sogno un viaggio in Sud Africa da una vita e questo tuo post mi ha proprio fatto volare con la fantasia. Speriamo di riuscire a realizzare questo sogno nel prossimo futuro!

    • Teresa ha detto:

      Auguriamoci che la pandemia sia presto sconfitta e che si possa riprendere a viaggiare; c’è tutto un mondo che aspetta solo di essere scoperto!

  18. Elena ha detto:

    Faccio spesso viaggi fai da te, li trovo più stimolanti ed anche divertenti perchè sono io che decido gli itinerari. Mi piace, quindi, quando trovo articoli come questo, sicuramente utili per ottimi spunti. Il vostro itinerario in Sudafrica è fantastico.

    • Teresa ha detto:

      Più che altro, è fantastico il Sudafrica, uno dei paesi più belli che abbiamo visitato; e tra l’altro uno dei più semplici da girare da soli.

  19. Sara ha detto:

    Qualche anno fa abbiamo fatto un bel viaggio on the road di quasi due mesi percorrendo in autonomia da Cape Town fino a Johannesburg viaggiando lungo la costa e facendo un magnifico safari al Kruger.
    Complimenti anche per il vostro bel viaggio e per i tuoi consigli, tutti utilissimi per organizzare un viaggio fai da te in Sudafrica, un paese che abbiamo trovato meraviglioso!

    • Teresa ha detto:

      Beati voi che avete avuto così tanto tempo, purtroppo per motivi di lavoro noi abbiamo potuto stare solo 16 giorni. Ma sono stati sufficienti per innamorarsi di questa splendida terra.

  20. valeria ha detto:

    Anche io ho un’amica del liceo che vive da diversi anni a Cape Town: in questi anni non sono mancati gli inviti ma per motivi di lavoro mi risultava difficile organizzare la visita. Aspetto la cosiddetta “new normal” e al prossimo invito non mancherà di partire per Cape Town!

    • Teresa ha detto:

      Quando si tratta di viaggiare, io penso che non si debba mai farsi sfuggire un’opportunità; e questo vale soprattutto se si parla di Africa, una terra che amo!

  21. ANTONELLA ha detto:

    Solitamente preferiamo i viaggi fai da te perchè consentono una migliore gestione del tempo e delle cose da vedere, il fatto che il Sudafrica sia relativamente facile da girare in autonomia mi fa desiderare ancora di più andarci. Il safari al Kruger deve essere meraviglioso, ma quanto sono belle quelle gazzelle (sono gazzelle vero?) a strisce bianche !!!

    • Teresa ha detto:

      Anche noi, come te, amiamo i viaggi fai da te, non solo perchè possiamo vedere quello che ci pare e andare dove vogliamo; ma soprattutto perchè ci divertiamo a costruirceli da soli. Quelli nella foto sono kudu femmine

  22. Beatrice ha detto:

    Il Sudafrica è stato il mio viaggio di nozze, quindi lo ricorderò sempre con affetto perché legato ad un momento speciale. Un paese magnifico, con molte contraddizioni,

    • Teresa ha detto:

      Se è stato il tuo viaggio di nozze, non esito a credere che ti sia rimasto davvero nel cuore; un viaggio di nozze è sempre più speciale degli altri!

  23. Un viaggio bellissimo che vorrei fare da tempo. A un certo punto avevo iniziato a cercare i voli, poi per qualche motivo ho cambiato completamente destinazione e sono finita in Israele!
    I paesaggi sono veramente stupendi, e in particolare mi piacerebbe dedicare del tempo nella zona di Stellenbosch, magari organizzando qualche degustazione di vini.

    • Teresa ha detto:

      Il Sudafrica è tutto bello, ma la zona di Stellenbosch ha un certo che di europeo. Se ti piace il vino, è un vero paradiso. Gianni ci scherza su e dice che ha passato 48 ore in ebbrezza alcolica 🙂

  24. Annalisa Trevaligie_travelblog ha detto:

    Abbiamo degli amici a Cape Town, e ci invitano spesso ad andare. Con la bimba piccola non me la sentivo, ora invece ha sette anni e credo sia in grado di affrontare un viaggio simile. Speriamo di farlo presto.

    • Teresa ha detto:

      Il Sudafrica è un paese che va benissimo per i bambini, quindi non farti scrupoli e parti tranquilla, vedrai che ti piacerà!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress