Il Castello di Predjama: la visita e la storia

Castello di Predjama

Il Castello di Predjama è una delle più famose attrazioni della Slovenia; esso attira migliaia di visitatori tutti gli anni. La ragione del suo fascino sta innanzitutto nella sua posizione, incastonato nella roccia, e in secondo luogo nelle leggende che si narrano su Erasmo di Lueg, l’uomo misterioso che ne volle la costruzione e che lo abitò per anni.

Ingresso al Castello di Predjama
Ingresso al Castello di Predjama

Come arrivare al Castello di Predjama

Il Castello di Predjama è situato all’interno del Parco delle Grotte di Postumia. E’ facilmente raggiungibile con qualunque mezzo di trasporto.

In auto, potete arrivarci percorrendo la autostrada A!, sia che arriviate da Trieste o Lubiana. La vostra uscita è quella di Postumia. Ricordate che, per percorrere le autostrade slovene dovrete acquistare un tagliando (comunemente chiamata “vignetta“) nei tabaccai o i distributori di benzina alla frontiera. Potete scegliere voi la durata e quindi il costo: il prezzo più basso è di 15 euro per una settimana.

L’auto è senza dubbio il mezzo più comodo; una volta usciti dall’autostrada arriverete a destinazione dopo un paio di chilometri. L’unica difficoltà è che i parcheggi sono davvero scarsi, quindi potreste avere qualche problema in questo senso.

Il treno vi porterà direttamente a Postumia; potrete poi raggiungere il castello a piedi con una passeggiata di circa 25 minuti.

Con l’autobus, invece, arriverete proprio nel piazzale antistante le Grotte di Postumia; da qui prendete una navetta gratuita che vi porta al castello, ma potrete utilizzarla solo se in possesso di un biglietto per visitare le Grotte. La durata del trasferimento è di circa 20 minuti.

La navetta è disponibile solo nei mesi di luglio e agosto, quindi negli altri periodi potrete prendere un taxi che, per una cifra davvero modica, vi porterà al Castello.

Il castello illuminato
Il castello illuminato

Durata della visita, orari e prezzi

La visita complessivamente un’ora; in questo lasso di tempo, oltre al castello vero e proprio, potrete visitare anche la grotta che si trova sotto al castello. Purtroppo, la grotta è visitabile solo nel periodo che va da maggio a settembre.

Il prezzo del biglietto è di 14.90 euro per gli adulti, e sono previste delle riduzioni per gli studenti e i bambini. L’ingresso alla Grotta, invece, costa 10,90 euro. Volendo, potrete combinare il biglietto di ingresso al Castello con la visita alle Grotte di Postumia, oppure con altre attrazioni del parco.

Sul sito ufficiale del Parco delle Grotte di Postumia, troverete tutti i dettagli e la possibilità di acquistare i biglietti on line.

Per quanto riguarda l’apertura del castello, è aperto tutto l’anno; gli orari però variano a seconda delle stagioni. Vi consiglio di consultare il sito ufficiale per trovare informazioni dettagliate.

Dettaglio del Castello
Dettaglio del Castello

Consigli per la visita

Prima di entrare nel vivo della storia del Castello di Predjama, è opportuno che vi dia alcuni consigli per visitarlo:
– innanzitutto, portate con voi una maglia o un giubbotto, anche se effettuerete la visita in estate; l’interno del castello è molto umido e la temperatura è glaciale anche se fuori splende il sole estivo. Infatti, mi sono chiesta come facevano a viverci!
– non è possibile accedere al castello con cani o altri animali, neanche se sono di piccola taglia; quindi se avete con voi il vostro amico a quattro zampe, dovete organizzarvi in qualche modo!
– la visita del castello si svolge in autonomia; avrete solo una audioguida che vi aiuterà nella scoperta di questo posto così suggestivo.
– fate molta attenzione nel salire o scendere le scale; soprattutto in caso di pioggia possono essere scivolose, ma anche in condizioni normali sono abbastanza dissestate e pericolose;
– sappiate infine che la visita non è adatta per persone con problemi di scarsa mobilità o in carrozzina; se avete con voi bambini piccoli, lasciate il passeggino in macchina e attrezzatevi con un marsupio.

Interno del castello di Predjama
Interno del castello di Predjama

Storia del Castello di Predjama

Il Castello di Predjama, come tutti i castelli che si rispettino, è legato a miti e leggende. Nel caso specifico, il personaggio che lo abitò e il cui nome è indissolubilmente associato al castello è Erasmo di Lueg, conosciuto anche come Erasmo di Predjama.

Non era affatto un personaggio raccomandabile; era il signorotto del luogo ed il suo passatempo principale era quello di organizzare e realizzare delle razzie ai danni della popolazione locale, ma soprattutto delle carovane che attraversavano i suoi domini.

Sembra che questo comportamento fosse inizialmente tollerato, ma quando prese posizione nello scontro tra l’Imperatore d’Austria Federico III e il re d’Ungheria, prendendo le parti di quest’ultimo, la sua sorte fu segnata. Egli fu condannato a morte dall’Imperatore ed una grossa taglia venne messa sulla sua testa.

Erasmo, a questo punto, si rinchiuse nel Castello di Predjama e continuo con le sue scorrerie malgrado la sua residenza fosse assediata. Egli resistette per un anno ed un giorno, poi, a causa del tradimento di uno dei suoi servitori, venne ucciso nella situazione più indecorosa possibile: mentre era in bagno, fu colpito da una pallottola in pietra che mise fine alla sua vita.

Si dice che le sue spoglie siano state sepolte proprio a Predjama e che accanto alla sua tomba sia stato piantato un tiglio.

La Tana di Erasmo
La Tana di Erasmo

L’interno del Castello

L’attrattiva maggiore del Castello di Predjama è proprio la sua posizione; vedere questa struttura imponente con lo sfondo della roccia in cui è incastrata è davvero un colpo d’occhio. ci sono delle aree del castello dove è possibile vedere dove la roccia si incontra con l’intervento umano.

Ma anche l’interno, benchè molto semplice e spartano, ha il suo fascino. Forse perchè amo i castelli medioevali, ma io l’ho apprezzato molto.

Sono soprattutto alcune le sale che meritano di essere menzionate. Tra queste, la sala delle torture, le prigioni, la latrina dove Erasmo fu ucciso.

Imperdibile la Tana di Erasmo, conosciuta anche come “Nido dell’Aquila“. Si tratta di un antro a cui si accede attraverso un balcone che si affaccia sullo strapiombo. Questo posto aveva una importanza strategica per la vita del castello: in primo luogo, era qui che venivano conservate le scorte alimentari, ma era un ottimo punto di osservazione.

Infine, vi consiglio di visitare l’Armeria. Qui, un tempo, alloggiavano i soldati di Erasmo che erano incaricati di difendere il castello; oggi la sala ospita una collezione di armi d’epoca. Tra l’altro, sono presenti anche le prime armi da fuoco.

L'Armeria
L’Armeria

La grotta sotto il castello

Proprio sotto il Castello, si snoda un sistema di grotte carsiche per una lunghezza di circa 14 chilometri. E’ attraverso queste grotte e cunicoli che Erasmo realizzava i suoi raid a danno delle carovane.

Oggi, queste grotte sono diventate il dominio dei pipistrelli, che le abitano nei periodi più freddi. E’ proprio questa la ragione per cui le grotte possono essere visitate solo in alcuni periodi, per evitare di disturbare questi ospiti.

Potete scegliere tra due percorsi: quello definito turistico e l’avventuroso.

Il percorso turistico è relativamente semplice; verrete dotati di una torcia, visto che la grotta non è illuminata e percorrerete circa 700 metri dall’ingresso, fino a raggiungere la superficie. I principali punti di interesse di questo percorso sono la Scuderia, la Galleria dei nomi, la Galleria principale, la Sala grande.

Ben diverso è il discorso del percorso avventuroso. Si tratta di un vera e propria escursione speleologica, di difficoltà elevata e non effettuabile da tutti. Tra l’altro, questo secondo tipo di percorso va prenotato in anticipo presso il sito del castello. Le tappe più significative sono la Galleria di Erasmo, la Galleria orientale e la Buca del Vento.

 Grotta sotto il Castello di Predjama
Grotta sotto il Castello di Predjama

I fantasmi del castello

Il Castello di Predjama è stato inserito nella classifica dei 10 castelli più infestati d’Europa, e in particolare si colloca al sesto posto. Non male, vero?

Naturalmente, il fantasma che abita il castello è quello di Erasmo che, secondo la leggenda sarebbe ancora arrabbiato per essere stato tradito da uno dei suoi servitori, ma soprattutto non riesce ad accettare il modo in cui è morto.

Del resto, un uomo così coraggioso e orgoglioso, non può certo digerire il fatto di essere stato ucciso in una latrina, in un momento molto intimo e particolare.

Ma sarà vero? o è solo un modo per aumentare il fascino di questo castello?

I film girati nel Castello di Predjama

Un posto così particolare e suggestivo non poteva non essere utilizzato come set cinematografico.

Il più importante tra i film girati al Castello di Predjama è senza dubbio “Armour of God“, diretto da Jackie Chan. Inoltre, è qui che molte scene del reality “Ghost Hunters International” sono state girate.

Si dice anche che alcune delle scene della famosa serie “Il Trono di Spade” siano state ispirate dal Castello.


28 Comments to Il Castello di Predjama: la visita e la storia

  1. Sabrina ha detto:

    Storie di cavalieri, di armi e di spade in un contesto tipicamente medioevale mi hanno sempre affascinato e quando ci si mettono in mezzo magie, misteri vado in brodo di giuggiole. Se poi la collocazione è cosi strabiliante e particolare come questo di Predjama, merita sicuramente una visita.

    • Teresa ha detto:

      Hai colto il succo di questo castello; ha una posizione invidiabile e molto particolare, e l’atmosfera che si respira è quella dei vecchi bei tempi che non ci sono più!

  2. Marina ha detto:

    Che luogo incredibile, sarei davvero curiosa di visitarlo dato che adoro i castelli. Mi sembra di averlo visto come sfondo di qualche film, anche se non ho mai visto quello citato nel post.

    • Teresa ha detto:

      E’ una location molto suggestiva e romantica per un castello, anche se la storia del povero Erasmo non ha affatto un lieto fine; pensa che morte orribile!

  3. Adoro le storie di castelli infestati, e infatti mi sa che avevo sentito parlare di questo castello proprio per questo motivo. Curiosa la storia di Erasmo, soprattutto per la fine che ha fatto.
    Mi piace l’idea dei due percorsi, anche se penso proprio che eviterei quello avventuroso, rimanendo più “al sicuro” con quello turistico!

    • Teresa ha detto:

      La fine di Erasmo è da manuale, quando l’ho sentita la prima volta non ho potuto fare a meno di ridere immaginando la situazione. Poveretto!

  4. Veronica G. ha detto:

    Che luogo incantevole! Ne ho sentito tanto parlare e sarei curiosa di poterlo vedere dal vivo! Grazie per la tua spiegazione e soprattutto per i consigli e le info su come arrivare, utilissime e che terrò da parte per quando riuscirò ad organizzare!

    • Teresa ha detto:

      Sono sicura che il castello di Predjama ti piacerà un sacco; per me è uno dei più belli e suggestivi tra tutti quelli che ho visto!

  5. Che meraviglia. Credo che la parte più interessante sia proprio la grotta sotterranea. Sicuramente uno dei luoghi da vedere almeno una volta nella vita.

  6. Alessandra ha detto:

    Che bello questo castello! In questi giorni l’ha visitato anche una coppia di blogger che seguo! È veramente affascinante. Sono stata in Slovenia di passaggio qualche anno fa durante un weekend a Trieste e mi piacerebbe tanto tornare da quelle parti.

    • Teresa ha detto:

      La Slovenia è bellissima, abbastanza economica e soprattutto molto vicina all’Italia. E il Castello di Predjama è uno dei suoi tanti gioielli!

  7. Andrea ha detto:

    Un vero gioiello incastonato nella roccia! Bellissimo ancor di più illuminato la notte, credo che renda proprio bene l’atmosfera!

    • Teresa ha detto:

      Di giorno o di notte, il castello di Predjama è un autentico colpo d’occhio. Lo considero tra i castelli più belli che io abbia visto!

  8. Eliana ha detto:

    La storia mitologica di Erasmo, una specie di Robin Hood sloveno (a me la guida disse che una parte la destinava sempre ai poveri, poi va beh è un personaggio praticamente mitologico). Bello questo Castello, l’ho visitato due volte e ne sono sempre rimasta affascinata!

    • Teresa ha detto:

      E’ vero, Erasmo era considerato una specie di eroe, un Robin Hood… ma i furti da lui commessi non erano effettuati per il bene degli altri. Diciamo che è una figura molto controversa!

  9. paola ha detto:

    Conosco molto poco la Slovenia ma mi interesserebbe molto organizzarci un giro. Il castello mi attira molto perchè mi piacciono le antiche magioni con storie contorte e fantasmi vaganti. Inoltre mi sembra scenograficamente bellissimo. Un altro posto da aggiungere alla mia già lunga lista…

  10. ERMINIA SANNINO ha detto:

    wow è davvero stupendo. La sola visita vale l’intero viaggio! Davvero molto suggestivo.

  11. Claudia ha detto:

    Adoro i castelli e questo era assolutamente in cima alla lista di cose da vedere quando pianificavo un viaggio in Slovenia. Tutto rimandato ma spero di riuscire ad andarci presto e a fare magari l’escursione più complessa nella grotta!

    • Teresa ha detto:

      Noi abbiamo scelto di fare l’escursione turistica della grotta, l’altro itinerario è davvero troppo impegnativo per noi; ma siamo molto soddidfatti di quello che abbiamo visto!

  12. ANTONELLA ha detto:

    Povero Erasmo, il suo fantasma indignato mi pare di sentirlo tra le stanze gelide di questo suggestivo castello. Una cosa che proprio non farei è invece l’escursione alle grotte, nemmeno quella “turistica”: sono terrorizzata dall’idea di essere la sotto se poi ci sono i pipistrelli… meglio Erasmo!

    • Teresa ha detto:

      Povero Erasmo? Era un personaggio abbastanza equivoco, anche se alcune guide lo descrivono come un novello Robin Hood. Per quanto riguarda i pipistrelli, ti capisco, anche io non li amo molto, ma devo dire che non ne ho visti tanti!

  13. Helene ha detto:

    Ogni volta che vi visito il vostro blog trovo o un articolo di un luogo dei miei sogni, e sogno un po’ con il vostro racconto, oppure di una meta che ho da tempo in lista (così lunga che non finirò mai). Il castello di Predjama rientra tra questi, è da un po’ che medito un tour in Slovenia in camper, e questa meta sarebbe una tra le principali. Nel frattempo prendo appunti, grazie.

    • Teresa ha detto:

      Sono contenta che i nostri articoli ti siano utili per sognare o, meglio ancora per pianificare i tuoi viaggi. Spero che tu riesca ad andare in Slovenia al più presto!

  14. valeria ha detto:

    Proprio qualche anno fa in queste grotte sono nati diversi esemplari di protei, animali a metà tra anguilla e lucertola. Quasi un miracolo!

    • Teresa ha detto:

      Ecco, questa cosa proprio non sapevo. Ma del resto so che capita nelle grotte inesplorate, dove si sviluppano forme di vita che hanno bisogno di pace e tranquillità!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress