Safari nella Moremi Game Reserve in Botswana

Safari nella Moremi Game Reserve

Uno dei parchi del Botswana dove si può effettuare uno splendido safari è la Moremi Game Reserve.

Come il nome stesso suggerisce, si tratta di una riserva istituita nel 1965, quindi relativamente di recente. Tra i parchi del Botswana, è uno dei meno grandi, non può certo rivaleggiare con il più famoso e vasto Chobe National Park; ma malgrado questo, offre una gamma molto vasta di panorami naturali e game drives indimenticabili.

In realtà, al momento della creazione, essa era intesa come riserva di caccia per le popolazioni indigene; fu proprio la popolazione dei Ba Tawana a volere l’istituzione della riserva, e in particolare una delle mogli del capo Moriemi, che le diede il nome.

Safari nella Moremi Game Reserve
Safari nella Moremi Game Reserve – Bufali

La Riserva Moremi in Botswana

La riserva è collocata nell’area orientale del Delta dell’Okavango; la città più vicina è Maun, che dista circa 80 chilometri. La strada che porta alla Moremi è asfaltata per il primo tratto; in seguito si trasforma in una pista di sabbia.

Anche i tracciati all’interno sono sabbiosi, ma non particolarmente difficili da percorrere. Per questo motivo, un safari nella Moremi Game Reserve può essere effettuato in autonomia.

All’interno della riserva esistono pochissimi lodges e aree di campeggio, ma i visitatori possono soggiornare nelle varie sistemazioni subito fuori dai suoi confini.

Quello che colpisce è la varietà dei panorami naturali che si offriranno ai vostri occhi. La vegetazione cambia a seconda delle aree e così il tipo di animali; troverete delle aree più aride che cedono il posto a boschi e lagune.

Potete effettuare il vostro safari nella Moremi Game Reserve nelle due grandi zone che la compongono: la Mapane Tongue, e la Chief Island.

Quest’ultima area è la più interessante poichè è proprio qui che si possono vedere i grandi predatori.

Safari nella Moremi Game Reserve
Schiene di ippopotami

Safari nella Moremi Game Reserve

Un safari nella Moremi Game Reserve può essere effettuato non solo a bordo di un veicolo 4X4, ma anche a piedi o a bordo della tipica imbarcazione chiamata mokoro. Si tratta di una piroga ricavata da un tronco, con il fondo piatto; oggi, però, queste imbarcazioni sono di plexiglass.

I mesi migliori per visitarla vanno da giugno a ottobre, cioè la stagione secca; è in questo periodo che si creano delle pozze dove gli animali vanno ad abbeverarsi. In questo modo gli avvistare gli animali sarà molto più facile.

Inoltre, la stagione che corrisponde al nostro inverno (e quindi all’estate australe) può essere molto calda e le temperature possono essere insopportabili.

E’ opportuno munirsi di un buon repellente per le zanzare, vista la presenza di molte zanzare malariche nell’area.

Safari nella Moremi Game Reserve
Leone in relax

Avvistamenti di animali

La riserva è il paradiso per tutti gli appassionati di safari. Innanzitutto, è possibile avvistare i Big Five con una certa facilità, tenendo comunque conto che la buona riuscita di un safari è dovuta anche alla fortuna.

Uno degli animali che è possibile vedere è il licaone; negli altri parchi, questa specie non è molto comune, ma qui è stato reintrodotta e viene monitorata. Non meravigliatevi, quindi, se vedrete qualche esemplare con un collare.

Un’altra attività che vi consigliamo di effettuare nella Moremi è il bird watching, visto che offre grosse opportunità in questo senso.

Per quanto riguarda la nostra esperienza, siamo rimasti stupiti nel vedere una mandria di bufali talmente numerosa da non vederne la fine; a occhio e croce ci saranno stati almeno 200 capi, tra piccoli e adulti!

Anche gli elefanti e le giraffe sono rappresentati in grandi quantità; per quanto riguarda i grandi felini, non ci è andata molto bene. Abbiamo visto tre leoni, ma nessun leopardo. Ma nonostante questo, è un parco che abbiamo apprezzato molto e dove ritorneremmo volentieri!

Elefanti
Elefanti

Per altre informazioni visitate il sito ufficiale.


14 Comments to Safari nella Moremi Game Reserve in Botswana

  1. Eliana ha detto:

    Se si parla di safari Donna Vagabonda risponde! Mamma mia come deve essere incredibile il Botswana, con la sua fauna ricca e misteriosa! Sono un po’ in disaccordo sulle politiche venatorie ma un viaggio qui lo farei di sicuro!

    • Teresa ha detto:

      Anche io non condivido le loro politiche, ma se mi metto nei loro panni posso anche capire le loro scelte; non ho mai visto così tanti elefanti e quindi in un certo qual modo comprendo il bisogno di diminuirne il numero.

  2. ANTONELLA ha detto:

    Dopo i parchi della Tanzania mi è proprio venuto il mal d’Africe e avrei tanto voluto visitare il Botswana,la Moremi Reserve sarà di sicuro inserita nel mio viaggio (prima o poi ci andrò) anche perchè mi piace l’idea che sia stata una donna a volerla opponendosi alla caccia per preservare gli stupendi animali che abitano questa zona.

    • Teresa ha detto:

      I parchi della Tanzania, soprattutto quelli del Nord, sono stupendi; ma per quanto riguarda i safari e gli avvistamenti di animali il Botswana è stato davvero il top!

  3. Mariarita ha detto:

    Che tristezza leggere articoli su posti così straordinari, sapendo di non poter varcare i confini della nostra Europa nel breve periodo. Ma mi segno tutto, appena verranno tempi migliori sarò pronta a seguire i vostri itinerari e consigli!

    • Teresa ha detto:

      Non disperare, sembra che la situazione Covid in Africa non sia poi così grave e che molti dei paesi al di sotto dell’equatore stanno riaprendo le frontiere. Io non vedo l’ora!

  4. Arianna ha detto:

    Il Botswana è nella mia Wish List da un pò, dopo aver scoperto i safari in Kenya, Sud Africa e Namibia voglio completare il cerchio!

    • Teresa ha detto:

      Se hai già fatto dei safari, sai già cosa aspettarti; ma il Botswana ti sorprenderà con la quantità e varietà di animali non solo nei parchi, ma anche al di fuori!

  5. Elena Vizzoca ha detto:

    Ho sempre pensato che un giorno avrei fatto anche io un safari. Mi piacerebbe fotografare la natura e soprattutto gli animali nel loro ambiente naturale. Aggiungerò questa magnifica riserva nella lista.

    • Teresa ha detto:

      I safari sono come le ciliegie: uno tira l’altro! E’ il tipo di viaggio che noi preferiamo, peccato che in questo periodo le frontiere di molti paesi africani sono ancora chiuse!

  6. Beatrice ha detto:

    Anche io ho fatto un safari in Sudafrica in una riserva ai confini con il Botswana. Sono sempre bellissime esperienze, vedere gli animali nel loro habitat.

    • Teresa ha detto:

      Se hai dato una occhiata in giro sul mio blog, avrai capito che con me sfondi una porta aperta. Siamo innamorati dell’Africa, e per noi fare un safari è un piacere ineguagliabile.

  7. Sarebbe una bellissima esperienza da fare in famiglia. Spero solo che Si possa riprendere presto a progettare viaggi come questo senza timore.

    • Teresa ha detto:

      Il safari è una esperienza meravigliosa sempre e comunque, in famiglia, in coppia o da soli. Anche io spero che riaprano presto le frontiere, non vedo l’ora di tornare in Africa!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress