Cosa vedere alla Valletta in tre giorni

Cosa vedere alla Valletta

Vedere la Valletta, la capitale di Malta, significa scoprire la sua storia e le sue tradizioni. E’ la più piccola tra tutte le capitali europee ed è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco. Essa si trova su una collina e la cosa che vi colpirà da subito sono i bastioni che la circondano e la proteggono.

Passeggiando per le sue strade (alcune delle quali piuttosto ripide e faticose da salire) vedrete dei bellissimi edifici, alcuni dei quali sono molto antichi. Non parliamo poi degli spettacolari panorami sul mare di cui potrete godere dall’alto. Insomma, non so se lo avete capito ma per noi vedere la Valletta è stata una splendida esperienza.

Un pò dappertutto vedrete i segni della passata dominazione britannica: le statua della Regina Vittoria, le tipiche cabine telefoniche rosse, e naturalmente la guida a sinistra. La lingua più parlata è l’inglese, ma vedrete molti cartelli scritti in una lingua strana, che altro non è che il maltese. Questo idioma ha origini arabe, soprattutto sembra derivare dal magrebino, quindi per noi incomprensibile!

Cosa vedere alla Valletta
Una ripida stradina della Valletta

Come muoversi alla Valletta

La Valletta va visitata rigorosamente a piedi, perchè è il modo migliore per apprezzarne l’atmosfera e scoprire i suoi pittoreschi angoli nascosti. Inoltre, le principali attrazioni sono tutte raccolte nel centro storico quindi facili da raggiungere.

Noi abbiamo utilizzato solo un pullman gratuito che ci portava dal traghetto da Sliema fino alla parte opposta dell’isola, ai piedi dei Giardini Barrakka e viceversa. Se poi volete fare una cosa molto romantica, potete vedere la Valletta a bordo di una carrozzella tirata da un cavallo. Ce ne sono dappertutto e i conducenti vi chiederanno se volete usufruire dei loro servizi. Noi abbiamo preferito camminare, quindi non saprei dirvi il costo del servizio, ma immagino che non ci sia un prezzo standard e tutto dipenda dalla durata della corsa.

Cabina telefonica
Cabina telefonica

Cosa vedere alla Valletta e nel suo centro storico

Il nostro primo approccio con la Valletta è stato dalla parte di Sliema, siamo arrivati con il traghetto e poi ci siamo arrampicati per le sue ripide viuzze fino a raggiungere il centro storico. Da lì è stata tutta una sorpresa e un continuo fare fotografie perchè ogni angolo meritava almeno uno scatto!

Cosa vedere alla Valletta
Cattedrale di San Paolo

Cattedrale di San Paolo

La guglia di questa cattedrale spicca distintamente nello skyline della Valletta, la si vede già dal mare. E’ un’altra delle testimonianze della dominazione britannica ed è la più grande chiesa anglicana di tutta l’isola. Se siete stati a Londra, noterete subito la somiglianza con la famosa cattedrale londinese, anche se questa è più piccola.

Non è particolarmente antica, visto che risale solo al XIX secolo, ma è comunque molto suggestiva, soprattutto la parte interna. L’ingresso è gratuito; è aperta alla visita dalle 9 alle 17 tutti i giorni tranne il sabato, quando apre un’ora prima ma chiude alle 15. Ovviamente non è visitabile durante la funzione religiosa che si tiene la domenica mattina alle 11.

Esiste un’altra Cattedrale di San Paolo, che si trova nell’isola di Gozo, ma ne parleremo in un altro articolo.

Concattedrale di San Giovanni

Concattedrale di San Giovanni

Addentrandoci nel centro storico della Valletta, abbiamo raggiunto una delle vie principali, rigorosamente pedonale, piuttosto affollata e con parecchi negozi e bar dove gustarsi un buon caffè (e devo dire che a Malta il caffè è davvero buono).

Ed è proprio su questa strada che si affaccia quello che è considerato in assoluto come il monumento più visitato di Malta: la Concattedrale di San Giovanni. Onestamente, siamo rimasti sbalorditi da tanta insospettata bellezza: l’esterno della chiesa è veramente anonimo, ma l’interno è di una ricchezza e di una bellezza incredibile.

Devo confessare che siamo rimasti entrambi abbagliati dai soffitti decorati in oro e dai pavimenti in marmo. La Concattedrale è strettamente legata alla storia dell’Ordine dei Cavalieri di Malta, l’audioguida che viene fornita all’ingresso la spiega dettagliatamente, ma io non sono stata in grado di seguirla perchè davvero rapita da quello che mi circondava.

L’ingresso costa 15 euro a persona, e per me è stata una emozione poter usufruire per la prima volta nella mia vita di uno sconto per “senior”, pagando solo 12 euro. Si possono scattare le foto, ma è vietato l’uso del flash. In estate, vengono forniti alle signore degli scialli per coprire le spalle; vietatissimo l’uso dei tacchi a spillo che potrebbero rovinare il pavimento. Un consiglio: cercate di visitare la Concattedrale al mattino, appena apre i battenti al pubblico, verso le 9.30, per evitare di trovare troppa folla.

Per altre informazioni potete consultare il sito ufficiale della Concattedrale di San Giovanni.

Giardini Barrakka
Giardini Barrakka

Republic Street e Merchant Street

Le due strade più frequentate della Valletta sono Republic Street e Merchant Street. Sono considerate come le vie dello shopping e meritano una visita, anche solo per dare un’occhiata. Troverete i classici negozi per turisti, quelli che vendono i tipici souvenir: le calamite per il frigo, le magliette ecc. Ci sono anche delle gioiellerie dove gli artigiani maltesi vendono un prodotto tipico locale: la filigrana d’oro e di argento. Ma se non volete spendere molto, il souvenir più popolare è sicuramente la statuina di un cavaliere di Malta.

In Republic Street ci sono moltissimi locali dove potete fare la vostra pausa pranzo o semplicemente bere qualcosa; e alla domenica mattina vi si svolge un simpatico mercato locale.

The Bell
The Bell

Cosa vedere alla Valletta: Giardini Superiori e Inferiori di Barrakka

Un giro ai Giadini Superiori Barrakka è una delle cose da vedere assolutamente alla Valletta. Si tratta di un parco situato nel centro della città. Qui troverete delle panchine dove riposarvi un pò, degli archi e delle statue che lo decorano, ma il motivo principale per visitare il parco è la vista spettacolare che offre.

Potrete vedere dall’alto le Tre Città e scusatemi se è poco! La vista è talmente bella che noi ci siamo stati più volte, sia di giorno che di sera e non ci siamo stancati mai del panorama. Soprattutto, cercate di farci una puntatina per mezzogiorno, perchè a quell’ora si svolge una cerimonia veramente affascinante. Leggete il successivo paragrafo per scoprire di cosa si tratta.

I Giardini Inferiori invece sono nella parte bassa della città, sempre sul mare ma spostati verso forte Sant’Elmo. Sono più piccoli e meno scenografici, ma vale la pena di farci un salto per vedere due monumenti interessanti.

Il primo è il un piccolo edificio che onora la memoria di Alexander Ball, un gentiluomo che guidò la popolazione maltese nella guerra contro i francesi. Il secondo, che a me è piaciuto di più, è il Siege Bell War Memorial, che viene comunemente chiamato The Bell (la campana).

Saluting Battery

Saluting Battery

A mezzogiorno in punto, tutti i giorni, uno dei cannoni della Saluting Battery spara un unico colpo. Dall’alto dei Giardini Superiori di Barrakka vedrete una fila di cannoni puntata verso il mare; un tempo erano utilizzati per sparare dei colpi a salve che salutavano le navi che entravano nel porto di Malta.

La tradizione è stata mantenuta e alle 12 in punto un soldato in uniforme, con atteggiamento molto marziale, effettua la cerimonia di caricare il cannone e sparare. Trovatevi lì un pò prima perchè troverete molta gente desiderosa di assistere allo spettacolo, quindi è bene assicurarsi un posto in prima fila. Se poi volete, a pagamento, potete assistere alla cerimonia da vicino, a pochi metri di distanza alle spalle dei cannoni.

Le tre città
Le tre città

Le Tre Città

Si tratta di tre città fortificate che si trovano proprio di fronte alla Valletta e che si possono vedere dall’alto dei Giardini Superiori di Barrakka. I loro nomi sono Vittoriosa (chiamata anche Birgu in lingua maltese), Senglea e Cospicua. Si possono raggiungere con un traghetto a pagamento e, durante il tragitto godrete di una spettacolare vista della Valletta. Approfittatene per fare qualche foto. E’ possibile arrivarci anche con un autobus, ma vi garantisco che il percorso non è altrettanto scenografico, oltre al fatto che rischiate di rimanere bloccati nel traffico.

Le Tre città non sono molto grandi e potete tranquillamente girarle a piedi. Di solito un paio d’ore, al massimo tre, sono più che sufficienti per visitare questi piccoli centri e godersi quell’atmosfera un pò d’altri tempi che le caratterizza.

Forte Sant’Elmo

Cosa vedere alla Valletta: il Forte di Sant’Elmo e il National War Museum

Infine, parliamo di una delle cose più belle che dovete vedere alla Valletta. Il Forte di Sant’Elmo è una fortificazione eretta dai Cavalieri di Malta nel 1552 per proteggere la città e i suoi porti.

E’ veramente enorme e, dal momento che si affaccia sul mare, offre un panorama fantastico. Noi siamo stati particolarmente fortunati, visto che era una limpida giornata di sole e ci siamo goduti davvero la passeggiata sui suoi bastioni.

Altrettanto interessante è stata la visita al museo ospitato nel forte: il Museo Nazionale della Guerra. Percorrendo l’itinerario attraverserete varie sale e conoscerete la storia di Malta a partire dalle origine fino ai giorni nostri, passando per le varie battaglie e le due guerre mondiali.


38 Comments to Cosa vedere alla Valletta in tre giorni

  1. marina ha detto:

    Ho amato molto Malta e La Valletta. Contrariamente a quanti vanno a Malta per le spiagge e il mare, io a suo tempo feci un viaggio molto culturale, per cui Valletta fu senz’altro una tappa fondamentale del mio viaggio. Ammetto però che la mia attenzione fu attirata soprattutto dai siti archeologici però!

    • Teresa ha detto:

      Anche noi abbiamo fatto un viaggio tutto dedicato alla cultura, del resto viaggiando in dicembre le spiagge erano assolutamente da scartare!

  2. Mi hai incuriosito davvero molto, sembra che Malta e la sua capitale La Valletta abbia molta storia e cultura da offrire a chi vuole esplorarla!

  3. Claudia ha detto:

    Malta mi ricorda la mia adolescenza, è stata infatti la prima vacanza fatta da sola per imparare l’inglese! Dovrei tornarci e riscoprirla con gli occhi di oggi

  4. Marina ha detto:

    Ho vissuto un mese a Malta e mi piaceva tantissimo girare per La Valletta. Spero che nella Co Cattedrale non vi siate persi i quadri di Caravaggio!

    • Teresa ha detto:

      Ma certo che no, i quadri del Caravaggio sono stati la prima cosa che abbiamo visto, anche se c’era un pò di coda per ammirarli!

  5. Valentina ha detto:

    Molto interessante questo articolo, mi avete fatto fare un bel viaggio virtuale a la Valletta! Non sono ancora stata a Malta, ma mi piacerebbe molto vederla ed esplorarla per bene prima o poi!

  6. Eliana ha detto:

    É da un po’ che ho voglia di vedere Malta e La Valletta: non è lontano, non è una meta costosa in maniera eccessiva, ha tantissima storia e poi eh.. Il mare è splendido! Mi salvo il tuo articolo per un prossimo viaggio.

  7. Claudia ha detto:

    È stato un piacere leggere questo articolo perché spero di riuscire a organizzare un viaggio a Malta al mio prossimo rientro in Europa!

    • Teresa ha detto:

      Mi fa piacere sapere che questo articolo sia per te fonte di ispirazione, sono certa che Malta ti piacerà moltissimo!

  8. Bru ha detto:

    Malta mi è piaciuta e la Valletta ancora di più,l’ho visitata di fretta perché la mia destinazione finale era Gozo, tu hai descritto tante cose interessanti che purtroppo non ho visto

  9. andrea ha detto:

    La Valletta è stata una bellissima scoperta! Adoro i posti così super panoramici e allo stesso tempo suggestivi e carichi di storia!

  10. Lucia ha detto:

    Prima della pandemia avevo pensato di andare a Malta anche per fare un corso d’inglese. Spero di riprendere in mano questo progetto. Complimenti il vostro articolo è davvero dettagliato e pieno di consigli utili.

    • Teresa ha detto:

      i auguro e il tuo progetto, non solo per migliorare il tuo inglese, ma anche per visitare questa splendida destinazione!

  11. Arianna ha detto:

    Ho scoperto La Valletta un po’ sui social e già mi aveva conquistato, il vostro articolo fornisce molte più informazioni per cui ancora di più il desiderio di visitarla aumenta

  12. Paola ha detto:

    Malta ha un grande fascino: La Valletta è una vera bellezza. Ci sono andata e poi tornata, proprio perché ne sono rimasta incredibilmente affascinata. Non nascondo di aver cercato tutti gli scorci del Trono di Spade. Tutta Malta è stata la location perfetta per una serie così coinvolgente.

    • Teresa ha detto:

      Gli angoletti nascosti e suggestivi della Valletta sono tanti, anche se non necessariamente connessi con il Trono di Spade; penso che anche io ci tornerò!

  13. Veronica ha detto:

    Mi avete fatto visitare La Valletta attraverso i vostri occhi e mi rendo conto di essermi persa molto. Noi siamo stati solo pochissime ore e non abbiamo potuto esplorare tutto. Tra l’altro avevamo trovato la Concattedrale chiusa, quindi già vedere la vostra foto e leggere degli interni è come essere stati lì!

    • Teresa ha detto:

      La Valletta non è grande, ma almeno un giorno per visitarla ci vuole. Peccato per la Concattedrale, è davvero bellissima!

  14. Libera ha detto:

    La Valletta mi piace da sempre . Fino a prima del Covid ospitava nei barrakka Gardens un festival dedicato al vino con spettacoli di musica dal vivo e cibo locale . Era bellissimo

    • Teresa ha detto:

      Eh si, immagino che ci fossero molte iniziative prima del Covid che adesso sono state soppresse, speriamo che la situazione si normalizzi al più presto!

  15. Teresa Scarselli ha detto:

    Mi piacciono molto le antiche città in riva al mare, trovo abbiano un fascino unico.Non ho capito se le tre città fanno in realtà parte della Valletta e sono un’ulteriore fortificazione.

    • Teresa ha detto:

      Le Tre Città non fanno parte della Valletta, anche se sono vicinissime, come ho scritto nell’articolo sono tre centri piuttosto piccoli ma pittoreschi!

  16. Paola ha detto:

    Sono stata a Malta anni fa in una scuola estiva per l’inglese.
    Bellissima! Purtroppo alla Valletta siamo stati un solo giorno in visita, quindi tornerei molto volentieri!

    • Teresa ha detto:

      Molte delle persone che conosco sono state a Malta per imparare l’inglese e di conseguenza hanno girato abbastanza poco, ed è davvero un peccato!

  17. ANTONELLA ha detto:

    ma che bella sorpresa La Valletta! Ho scoperto dal tuo articolo molte cose di cui non avevo mai sentito parlare ad esempio le Tre Città. Sono certa che mi innamorerei anche io dei giardini di Barrakka e del loro panorama imperdibile

  18. Quanto mi ispira Malta! Più volte è stata nella mia lista dei posti da vedere, poi però qualche altra destinazione è passata in primo piano. Ora per fine aprile ho in mente sia Malta che Riga: sarà una sfida all’ultimo sangue – ti farò sapere!
    Come sempre un articolo con tutte le informazioni utili a programmare la visita.

    • Teresa ha detto:

      Grazie per i complimenti, spero che utilizzerai le informazioni che ho dato al più presto per visitare la Valletta!

  19. Leggo che ci sono davvero moltissime cose da fare e vedere a La Valletta! Mi piacerebbe davvero organizzare un viaggio qui, magari solo con mio marito! Sarebbe una nuova luna di miele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress