Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen, in Baviera

Garmisch-Partenkirchen è una rinomata località sciistica situata nel cuore delle montagne bavaresi, ma quali sono le cose da vedere e da fare nella cittadina, se non avete voglia di sciare?

Come raggiungere Garmisch-Partenkirchen

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Hotel a Garmisch-Partenkirchen

Se decidete di raggiungere Garmisch in aereo per trascorrere una vacanza rilassante tra le sue cime innevate, dovrete atterrare a Innsbruck, l’aeroporto più vicino.

Garmisch è a solo 35 chilometri di distanza. Se l’alloggio che avete riservato fornisce un servizio di navetta dall’aeroporto, il gioco è fatto. In alternativa potrete prendere un taxi che vi porti a destinazione.

Ma se il vostro programma prevede anche una visita nei dintorni della città, allora vi suggerisco di noleggiare un’auto per poter essere indipendenti nei vostri giri.

Infatti, i dintorni di Garmisch-Partenkirchen offrono molte cose da vedere, soprattutto attrazioni naturali, e sarebbe davvero un delitto non approfittare per della vostra visita per organizzare qualche escursione.

Tenete comunque conto che il modo migliore per spostarsi all’interno della cittadina è sicuramente a piedi; infatti il centro cittadino è zona pedonale, di conseguenza l’auto vi servirà solo per spostarvi nei dintorni.

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Trampolino olimpico

Quando andare a Garmisch-Partenkirchen

Tutte le stagioni sono una ottima possibilità per visitare la zona; ovviamente dipende molto dalle vostre esigenze e dai vostri interessi.

L’inverno è la stagione ideale per sciare e praticare altri sport invernali; quindi se non vi piace il freddo o se non vi interessa lo sci, magari è meglio cambiare stagione.

La primavera e l’autunno sono due stagioni stupende per una visita della zona, soprattutto l’autunno, quando le foglie degli alberi cambiano colore e creano un affascinante e caldo sfondo. tenete conto che la temperatura in questo periodo può ancora essere abbastanza rigida, soprattutto di sera e di primo mattino.

L’estate è la stagione che vede il maggior numero di visitatori; questo perchè molti approfittano di Garmisch-Partenkirchen come una base da cui partire per visitare i castelli di Ludwig e la bassa Baviera in generale.

Essendo alta stagione, vi consigliamo di prenotare il vostro alloggio con un certo anticipo, perchè altrimenti rischiate di trovare poca scelta.

Noi avevamo alloggiato all’ Almenrausch und Edelweiss, innanzitutto per la sua posizione centralissima, ma anche per l’atmosfera tipica che si respira.

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Aspettando il treno

Cosa mangiare a Garmisch-Partenkirchen

La cucina è un misto tra le tipiche pietanze bavaresi, con qualche escursione nella cucina austriaca, visto che Garmisch si trova a pochissima distanza dal confine.

Oltre alle solite pizzerie, che ormai trovate in qualunque angolo del mondo, le trattorie della città offrono piatti come i würstel, preparati in diversi modi, e rigorosamente accompagnati da crauti; lo stinco e l’arrosto di maiale; la Wiener Schnitzel, cioè la cotoletta impanata alla viennese.

Potete anche andare sul leggero, ordinando una delle tante zuppe che troverete nel menu.

Infine, potete darvi alla pazza gioia e gustare un meraviglioso dolce: la scelta è vastissima. Ma se volete un consiglio da “esperta”, allora prendete lo strudel di mele servito con la salsa di vaniglia, assolutamente il massimo. Oppure una fetta di Sacher Torte, una autentica delizia cioccolatosa!

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Sul cocuzzolo della montagna!

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen

Il paesino è delizioso, è una delle località sciistiche più rinomate della Baviera; ha ospitato le Olimpiadi Invernali nel 1936 e per ben due volte i Campionati Internazionali di sci alpino, nel 1978 e nel 2001.

Le attrazioni da vedere nel centro di Garmisch-Partenkirchen, comunque, sono proprio pochine; ma i suoi dintorni sono molto ricchi di storia e di panorami naturali.

Tra le cose che possiamo suggerire c’è sicuramente la Sankt Martin Alte Kirche, una chiesa che vanta delle meravigliose vetrate e affreschi piuttosto antichi; un giro sulla Ludwigstrasse con le case decorate e i negozi di artigianato (oltre a tante pasticcerie tentatrici); e magari un salto al casinò, nel caso vi piaccia il gioco d’azzardo.

Nel periodo estivo, vi consigliamo anche un giro al Kurpark, un parco molto ricco di verde dove si tengono dei concerti quasi tutte le sere.

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Sullo Zugspitze

Cosa vedere nei dintorni di Garmisch-Partenkirchen: Zugspitze

Qui la scelta si fa molto ampia: vediamo quali sono le cose che non potete assolutamente perdere.

Cominciamo dallo Zugspitze, la montagna più alta dell’intera Germania con i suoi 2962 metri di altezza.

E’ possibile raggiungere la cima in due modi; potete utilizzare un trenino a cremagliera che parte ogni ora dalla Bayerische Zugspitzbahn di Garmisch-Partenkirchen; il primo treno parte alle 7.30, l’ultima corsa è alle 14.30. Per gli ultimi 350 metri dovrete prendere una funivia.

In alternativa al treno, potete prendere una funivia che parte dal lago Eibsee, si tratta di una delle funivie più lunghe di tutta Europa.

Noi abbiamo fatto l’andata in treno e il ritorno in funivia, anche se la funivia mi ha causato qualche problema, visto che, come già sapete, soffro di vertigini.

Il panorama dall’alto della montagna è comunque fantastico. Mentre siete in cima, non perdetevi una foto con il cartello che vi segnala che le vette intorno a voi appartengono a ben quattro stati diversi, cioè Italia, Germani, Austria e Svizzera.

Un altro record; sullo Zugspitze troverete un bar/ristorante, si tratta del più alto del mondo. Impossibile non consumare qualcosa, magari un’ottima birra bavarese.

Cosa vedere a Garmisch-Partenkirchen
Il Lago Eibsee dall’alto

Gita al Lago Eibsee

Una volta scesi dalla funivia, vi troverete sul lago Eibsee. Se avete tempo e voglia, potete fare una bella gita in pedalò, spostandovi da un isolotto all’altro.

Vi garantisco che è estremamente rilassante, ma non dimenticate di portare voi acqua da bere, e soprattutto di utilizzare un bel pò di crema per proteggervi dal sole. Non dimenticate che siete ad una altitudine non indifferente e che il riflesso dell’acqua potrebbe scottarvi. E velo dico per esperienza, perchè quando siamo scesi dal pedalò, sia io che Gianni eravamo piuttosto “tostati”!

Sul Lago Eibsee
Sul Lago Eibsee

Le gole di Partnach e di Hollentalklamm

A poca distanza da Garmisch-Partenkirchen, potete anche vedere le gole create dal fiume Partnach: dovete spostarvi di circa tre chilometri a sud-est della città per ammirare uno spettacolo naturale senza paragoni.

La gola è lunga oltre 700 metri per una profondità di un’ottantina di metri; vederla d’estate è un vero colpo d’occhio, ma d’inverno essa assume un fascino particolare grazie alle bianche formazioni di ghiaccio che si creano con le basse temperature.

La gola di Hollentalklamm dista un pò di più, circa 6 chilometri ed è altrettanto spettacolare. Da qui, partono vari sentieri che possono portare fino ad oltre i mille metri e che vi danno l’opportunità di esplorare la fantastica natura della zone.

Gola di Partnach
Gola di Partnach

Vedere la residenza di Ludwig nei pressi di Garmisch-Partenkirchen

Una vacanza nella bassa Baviera non è completa senza una visita ai castelli di Re Ludwig. Molti visitatori usano Garmisch come punto di partenza per visitare le famose residenze costruite dal “Re Triste”.

Ma se non volete spostarvi molto, potrete comunque vedere una traccia della presenza del re a Garmisch-Partenkirchen.

A Schachen, infatti, troverete la “casa del re”, un padiglione di caccia utilizzato da Ludwig; non è assolutamente paragonabile alle altre residenze legate al suo nome. Si tratta infatti di uno chalet di legno, con la tipica struttura delle abitazioni alpine.

Ma gli interni sono estremamente fastosi, si contano ben 5 saloni arredati in modo lussuoso e una sesta sala, chiamata “sala Turca“, nota soprattutto per le sue vetrate.

Padiglione di caccia a Schachen
Padiglione di caccia a Schachen

Potrebbe interessarti anche questo articolo:
Cosa vedere a Salisburgo in due giorni


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress