Villa Adriana e le rovine romane

Villa Adriana

Villa Adriana è una delle principali attrazioni della cittadina laziale di Tivoli; insieme a Villa d’Este, ogni anno attira decine di migliaia di visitatori da tutto il mondo. Nessuna meraviglia, quindi, che l’Unesco l’abbia dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità a partire dal 1999.

Una visita al sito vi riporterà al tempo dei romani con gli imponenti resti, e ancora una volta potrete apprezzare le mirabili tecniche di costruzione da loro utilizzate. Ma non solo: la villa è anche una ottima occasione per passeggiare in un’area verde sconfinata. Pensate che l’area ad oggi visitabile si aggira sui 40 ettari, ma fortunatamente i monumenti più interessanti sono raggruppati, quindi non sarà una visita particolarmente stancante.

Come arrivare a Villa Adriana

Villa Adriana
Il Canopo

Villa Adriana si trova a Tivoli, a circa 28 chilometri da Roma ed è possibile raggiungerla comodamente sia in auto, ma anche con i mezzi pubblici.

Nel primo caso, percorrete la A24 fino al casello di Tivoli; in seguito dovete percorrere circa 2,5 chilometri sulla strada Maremmana Inferiore fino a raggiungere la frazione Villa Adriana. Poi seguite le indicazioni. Davanti alla villa troverete un parcheggio a pagamento molto vasto.

Se decidete di raggiungere la destinazione in autobus, dovete prendere un pullman Co.Tra.L. da Ponte Mammolo che vi porterà proprio davanti alla villa, a circa 300 metri. Per ottenere le informazioni sugli orari degli autobus e i prezzi dei biglietti, potete consultare il sito ufficiale della compagnia di trasporto.

Infine, se prendete il treno, potrete partire da una delle due stazioni di Roma, la Termini o la Tiburtina. Una volta arrivati a Tivoli, dovrete prendere un autobus locale CAT 4, la vostra fermata è proprio davanti alla villa.

Orari e biglietti per visitare Villa Adriana

Teatro marittimo
Teatro marittimo

Villa Adriana è aperta tutti i giorni dell’anno, tranne il giorno di Natale e di Capodanno. Per quanto riguarda gli orari di visita, essi variano a seconda della stagione e delle ore di luce. L’orario di apertura è sempre alle 8.30, sia in estate che in inverno, mentre l’orario di chiusura è alle 17 durante la brutta stagione e alle 19 nei mesi da maggio a settembre.

Il biglietto costa 10 euro per gli adulti, ma sono previsti vari tipi di riduzioni; inoltre potete acquistare dei biglietti combinati, per esempio il VillaePass Tivoli, che vi consentirà di visitare anche altre attrazioni della cittadina. Se acquistate questo pass, ricordatevi che dovrete comunque prenotare la vostra visita in anticipo.

Potete acquistare il biglietto presso la biglietteria, ma anche on line visitando questo sito. Potete effettuare la visita in autonomia o con una guida, che dovrete prenotare.

Informazioni utili

Le Cento Camerelle
Le Cento Camerelle

A proposito di consigli utili per visitare Villa Adriana, parliamo innanzitutto di abbigliamento. Se visitate la villa d’estate è necessario indossare un cappello perchè sicuramente troverete molto caldo, e dovete portare con voi acqua da bere. In giro troverete delle fontanelle di fresca acqua potabile dove potrete eventualmente riempire le vostre bottiglie. D’inverno, portate con voi un ombrellino da borsetta o un impermeabile perchè se dovesse piovere non troverete molti luoghi dove ripararvi.

In qualunque stagione visitiate la villa, è d’obbligo indossare delle scarpe comode e chiuse. Il terreno dove camminerete potrebbe essere sconnesso e ci sono dei dislivelli nascosti, quindi evitate di girare in sandali o infradito. Inoltre, la passeggiata sarà abbastanza lunga ed è vitale avere delle scarpe comode ai piedi.

All’inizio del parco, subito dopo la biglietteria, troverete un punto di ristoro, in sostanza un gabbiotto con tre o quattro distributori di bevande e snacks; per il resto non troverete bar o caffè, o ristoranti. Quindi se pensate di restare all’interno della villa per molto tempo, attrezzatevi per i fatti vostri. E per favore, non lasciate in giro carte o rifiuti!

Anche per quanto riguarda le toilette, io le ho viste solo all’ingresso, quindi non credo che ce ne siano altre in giro per il parco; prima di intraprendere la visita, fate un saltino al bagno perchè non avrete altre possibilità.

Se qualcuno si sta chiedendo quanto tempo ci vuole per visitare Villa Adriana, vi dirò che la risposta è impossibile da dare! Infatti, dipende tutto da voi; potete restare nella villa un paio d’ore, ma anche molto di più. Noi ci siamo rimasti circa quattro ore, poi il caldo era diventato talmente intenso (era luglio inoltrato) che abbiamo deciso di andare via.

Storia di Villa Adriana

Rovine romane
Rovine romane

Villa Adriana nacque nel II secolo d.c. per volere dell’Imperatore Adriano, da cui prende il nome. Egli scelse questo sito per erigere la sua dimora, probabilmente perchè è una zona ricca di acqua. Ci vollero circa 20 anni per completare tutte le strutture, e secondo me è un periodo brevissimo se si considera il numero degli edifici e le tecniche edilizie dell’epoca.

Il progetto dell’imperatore era molto ambizioso perchè egli voleva che la villa svolgesse più funzioni: innanzitutto quello di sua residenza privata, poi di luogo di rappresentanza. Inoltre, il suolo dove gli edifici furono eretti era abbastanza scosceso e irregolare, questo rese la realizzazione degli edifici più complessa. Considerando il risultato, si può comunque dire che il suo sogno è stato pienamente realizzato. Peccato che egli godette di questa meraviglia per un periodo limitato di tempo, visto che la sua morte si verificò solo pochi anni dopo il completamento del progetto.

Una volta morto l’imperatore, la villa continuò ad essere utilizzata, come dimostrano i lavori di restauro effettuati su alcuni edifici. Poi venne progressivamente abbandonata, forse perchè i costi di gestione e della mano d’opera erano troppo elevati. Pensate che essa venne depredata per un lungo periodo e le pietre e i marmi che costituivano gli edifici vennero asportati e utilizzati ad altri scopi. Per esempio, l’architetto Pirro Ligorio si servì dei materiali prelevati da Villa Adriana per costruire Villa d’Este.

Finalmente, a partire dal 1560, la villa fu riscoperta ed iniziarono i primi timidi tentativi per riportarla alla luce. Una più intensa attività di scavo fu intrapresa nel 1870, quando lo stato italiano acquisì la proprietà della villa, anche se alcune terreni sono ancora nelle mani di privati e gli scavi sono tutt’altro che terminati.

Cosa vedere a Villa Adriana

Giardino e biblioteche
Giardino e biblioteche

Le strutture presenti nella villa sono veramente tanti e ogni singola pietra trasuda storia. Ma ecco quali sono gli edifici veramente importanti e più significativi.

Complesso del Pecìle

Il Pecìle è una vasta piazza di forma rettangolare, decorata al centro da una vasca e sui lati da colonne. Nelle intenzioni dell’Imperatore, questa struttura doveva riprodurre il portico dipinto che si trovava nell’agorà di Atene. Quindi esso rappresentava il centro della vita culturale di Villa Adriana. Alcuni edifici termali collegavano il Pecìle ad un’altra importante struttura, cioè il Canòpo.

Il Canòpo

Villa Adriana
Il Palazzo

Il Canopo è formato da una vasca che doveva rappresentare un braccio del fiume Nilo e, nelle intenzioni dell’Imperatore Adriano, doveva rievocare il suo viaggio in Egitto. La vasca era circondata da un colonnato e da varie statue in stile greco.

Piazza d’Oro

Peschiera
Peschiera

La Piazza d’Oro è così chiamata perchè si pensa che essa un tempo fosse di una bellezza inimmaginabile; sembra che fosse un giardino con prati, aiuole, vasche e altre decorazioni che la rendevano molto gradevole. Era circondata da portici sui quattro lati.

A nord è possibile vedere la Casa Colonica, un edificio al cui interno sono stati ritrovati ritratti di personaggi del calibro di Marco Aurelio e Caracalla. Si pensa che il complesso avesse delle funzioni pubbliche.

Teatro marittimo

Piazza d'Oro
Piazza d’Oro

Sembra che il Teatro Marittimo sia la più antica tra tutte le costruzioni di Villa Adriana, e si ipotizza che, inizialmente fosse lì che l’Imperatore risiedesse. E’ un complesso ad un solo piano, che non ha nulla a che vedere con il teatro malgrado il nome.

E’ costituito da un portico che circonda un canale a forma di anello e, nel centro, è situato un isolotto al quale era possibile accedere tramite un ponte mobile, visto che non esistevano ponti fissi in muratura.

Le Terme

Villa Adriana
Piccole Terme

Esistono poi i resti di due strutture che, un tempo, avevano la funzione di stabilimenti termali. Sono di dimensioni diverse, e per questo motivo vengono chiamate rispettivamente Piccole e Grandi Terme. Le prime erano riccamente e finemente decorate con mosaici e altri materiali preziosi ed erano destinati alla famiglia imperiale a agli ospiti di riguardo.

Alle Grandi Terme, invece, accedevano gli ospiti non particolarmente importanti e il personale di servizio. Nei pressi degli edifici termali, si trovano i resti di alcuni edifici che sembra fossero destinati alle guardie dell’Imperatore, per questo motivo questo complesso viene chiamato Pretorio.

Sala dei Filosofi

Pretorio
Pretorio

La Sala dei Filosofi è così chiamata perchè al suo interno essa ospitava sette statue di saggi e filosofi, contenute in sette nicchie ancora visibili. La sala era destinata alle riunioni politiche di grande importanza; essa era ricoperta da marmo rosso, che rappresentava la potenza dell’imperatore.

Per altre informazioni potete consultare il sito ufficiale di Villa Adriana.


42 Comments to Villa Adriana e le rovine romane

  1. Elisa ha detto:

    Tutte le volte che sono stata a Roma mi sono limitata solo al centro storico peccato! Mi piacerebbe vedere queste meraviglie fuori città e includere Villa Adriana in un itinerario insieme al parco degli acquedotti, la zona dei castelli e ostia

    • Teresa ha detto:

      Anche noi abbiamo sempre visitato il centro di Roma, ma poi abbiamo deciso di prenderci un paio di giorni per visitare Villa Adriana e Villa d’Este, tutte e due bellissime!

  2. Nadia ha detto:

    Sono stata a Villa Adriana nell’agosto del 2008. Eravamo arrivati in autobus e faceva caldissimo. Probabilmente visitare il luogo con temperature più miti renderebbe la visita più piacevole. Con pranzo al sacco potrei starci ore ed ore.

    • Teresa ha detto:

      Noi ci siamo stati lo scorso luglio, un periodo molto caldo, ma ci siamo arrivati prestissimo, addirittura prima dell’apertura; in questo modo, per la maggior parte della visita la temperatura è stata gradevole!

  3. Claudia ha detto:

    Che meraviglia! Non sono mai stata a Tivoli e non ho mai visitato Villa Adriana ma è davvero impressionante quanto si sia preservato di questo meraviglioso testamento del passato.

  4. Arianna ha detto:

    Sono stata tante volte a Roma ma mai a Tivoli, le rovine romane sono un grande vanto italiano per cui dovrò cercare di organizzare una visita

  5. sara bontempi ha detto:

    Pensare che conosco Villa d’Este ma non conoscevo Villa Adriana! Questi sono i luoghi che più ama mio marito visitare, perciò ora gli dico di organizzare un bel fine settimana!

  6. Sara ha detto:

    Non puoi immaginare da quanto tempo diciamo di andare a visitare Villa Adriana e per una cosa per un’altra non riusciamo mai!
    Grazie per il tuo articolo così dettagliato e pieno di informazioni, ci sarà davvero molto utile!

    • Teresa ha detto:

      Vedete di organizzarvi e magari visitare la Villa in primavera, quando è al massimo dello splendore! Vale la pena!

  7. Veronica ha detto:

    Bellissimo sito archeologico, non lo conoscevo ma ho apprezzato moltissimo che avete aggiunto anche come arrivarci con i mezzi. Un vero peccato che negli anni fu depredata, resta comunque una meta che andrei volentieri a visitare.

    • Teresa ha detto:

      Pare che fosse normale, all’epoca, depredare un sito del materiale per costruirne un altro, anche se non mi pare una pratica giusta!

  8. Margherita ha detto:

    Sono stata a villa Adriana durante gli anni di liceo e, nonostante siano passati un bel po’ di anni, ricordo ancora distintamente alcune parti del complesso! E’ sicuramente un sito archeologico da non lasciare indietro..inoltre anche Tivoli è veramente bella!

  9. Claudia ha detto:

    Amiamo le tracce dei Romani e in Italia, grazie alla conservazione dei beni, ne abbiamo molte ancora ben visibili! Villa Adriana l’abbiamo conosciuta tra i banchi dell’università, quando ogni anno ci si organizzava un workshop e si progettava proprio per sfruttare i reperti storici in modo consono e in maniera da proteggere i beni conservati!

    • Teresa ha detto:

      E’ un posto davvero meraviglioso, un esempio dei tanti patrimoni artistici e culturali presenti in Italia!

  10. Mimì ha detto:

    Davvero straordinaria questa villa è la sua storia! Ci sono stata un po’ di decenni fa,da piccola, una vita da oramai, con i miei genitori! Mi avete fatto venire una grande voglia di tornarci al più presto! Grazie ragazzi!

  11. Marina ha detto:

    Essendo di Roma ho avuto la possibilità di visitare questa Villa che è davvero un capolavoro! Tivoli è così ricca di tesori, volendo ci sono anche terme, che merita proprio una visita.

  12. Alessandra ha detto:

    È da tempo che dico che vorrei andare a Tivoli e visitare Villa Este e Villa Adriana. Il tuo post è proprio utile: tante informazioni pratiche senza essere eccessivamente prolisso. Grazie mille!

    • Teresa ha detto:

      Penso che, parlando di posti come queste due bellissime ville di Tivoli, servano soprattutto info pratiche, perchè poi i luoghi sono indescrivibili, si raccontano benissimo da soli!

  13. Elena ha detto:

    Ma lo sai che dopo tanti viaggi a Roma a Tivoli non ci sono mai stata? Dovrò rimediare perché io adoro le rovine romane e mi incuriosiscono sempre tanto. Mi piace immaginare come fossero in origine e come potesse svolgersi la vita all’epoca. La prossima volta inserirò Villa Adriana nel mio itinerario! 😍

    • Teresa ha detto:

      I resti romani (o comunque le rovine di qualunque civiltà) fanno anche a me lo stesso effetto, ecco perchè le visito sempre volentieri!

  14. Eliana ha detto:

    Non ho mai visitato Villa Adriana ma so della sua incredibile magnificenza! Con questo tuo articolo mi è venuta ancora voglia di partire per il Lazio e di fare tappa alla splendida Tivoli!

    • Teresa ha detto:

      Tivoli è una tappa imperdibile per chi viaggia in Lazio, e vuoi sapere una cosa? si mangia anche benissimo!

  15. Teresa Scarselli ha detto:

    Quante meraviglie in un’unica istituzione museale!Leggo dall’articolo che il teatro marittimonon era in realtà un teatro? Si sa a quali funzioni assolvesse?

    • Teresa ha detto:

      Anche io pensavo che fosse un teatro, del resto il nome trae in inganno, però non si sa bene cosa fosse in realtà!

  16. Bru ha detto:

    Ma siete sempre in giro! bellissime queste rovine romane,quando torno a Roma devo dire alla mia amica di portarmi anche a Tivoli

  17. Paola ha detto:

    Amo Roma e tutto quello che le gira intorno! Avevo visitato Villa Adriana durante una gita scolastica al liceo e ero rimasta davvero affascinata dalla sua bellezza, quasi fuori dal tempo direi.

    • Teresa ha detto:

      Se posso darti un consiglio, vale la pena di visitarla di nuovo adesso che sei adulta, sono certa che la vedresti con occhi diversi!

  18. Libera ha detto:

    Il vostro nuovo articolo potrà tornarmi utile perché il prossimo mese sarò a Roma e questa volta ne visiterò i dintorni. È pazzesco come io ci sia stata tantissime volte e non sia ancora riuscita a visitare Villa Adriana a Tivoli.

    • Teresa ha detto:

      Il fatto è che a Roma ci sono già tante cose da fare che è difficile trovare il tempo per andare anche a Tivoli!

  19. Sono stata a Villa Adriana in gita. Forse addirittura in quinta elementare. Credo proprio sia arrivato il momento di vivere la magia di questo posto da adulta!

    • Teresa ha detto:

      Un posto come Villa Adriana va visto da adulti, non credo che un bambino potrebbe apprezzare le rovine che essa ospita; magari si divertirebbero a gironzolare nel parco!

  20. ANTONELLA ha detto:

    Che meraviglia! E’ da tanto tempo che ho viglia di visitare Villa Adriana e dopo il tuo post ho già deciso di andarci prima del caldo torrido dell’estate. Ho un affetto particolare per tutto quello che riguarda la storia romana, adoro la bellezza di cui sapevano circondarsi

    • Teresa ha detto:

      Per me è stata una meravigliosa sorpresa, ne avevo sentito parlare tanto, ma non mi aspettavo tanta bellezza!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress