Crociera sul Nilo, sulle tracce di Agata Christie

La crociera sul Nilo, sulle acque del fiume sacro… Chi di voi non ha mai sognato di farla? Luxor, Edfu, Karnak e Assuan… nomi che evocano reminiscenze scolastiche, ma anche il libro di Agata Christie. E finalmente anche per noi era arrivato il grande momento!

Crociera sul Nilo
La Steigenberger Minerva

Reduci dall’escursione ad Abu Simbel, la nostra guida ci ha accompagnati alla nostra nave, la Steigenberger Minerva.
E’ qui che ci imbarcheremo per la nostra crociera sul Nilo.

La Minerva non è tra le navi più nuove e non è molto grande; ma si respirava un’aria molto retrò. Sembrava di essere tornati indietro nel tempo, e di vivere all’epoca di Poirot.



La nostra cabina era abbastanza grande e confortevole, ma noi passavamo la maggior parte del tempo sul ponte superiore. Da lì potevamo goderci la lenta navigazione sulle tranquille acque del fiume. E magari anche gustarci un buon drink servito al bar.

Crociera sul Nilo
Tempio di Kom Ombo

Kom Ombo e Edfu

La prima escursione che abbiamo  effettuato durante la crociera sul Nilo è stata al tempio di Kom Ombo. E’ consacrato a Sobek, il dio coccodrillo e Horo, il dio falco.

Crociera sul Nilo
Navigazione sul Nilo

Il giorno dopo invece abbiamo visitato il tempio di Edfu. Si tratta di un tempio dedicato al Dio Horus e per dimensioni è il secondo tempio in Egitto. E’ rimasto sepolto sotto la sabbia per millenni, ma in passato era uno dei templi più importanti.

La visita dei due templi ci è piaciuta molto. L’unico neo è stato il caldo intenso, soprattutto nell caso del tempio di Edfu.

Infatti abbiamo visitato quest’ultimo nel primo pomeriggio. Per quanto armati di acqua e cappellino, continuavamo a cercare l’ombra.

Tempio di Edfu
Tempio di Edfu

Una curiosità: per raggiungere quest’ultimo tempio abbiamo preso un calessino, ed è stato divertente attraversare la cittadina a bordo di questo veicolo trainato dal cavallo.

Chiusa di Esna

Anche se il programma del viaggio prometteva animazione a bordo, le attrazioni sono state abbastanza limitate.

Tempio di Edfu
Tempio di Edfu

Solo una sera ci hanno offerto uno spettacolo di danza del ventre. E’ stato piacevole, ma niente di eccezionale, visto che per noi non era una novità.

Ma non ci siamo annoiati comunque perchè i nostri compagni di viaggio erano molto simpatici e ci siamo fatti delle gran chiacchierate!

Tramonto sul Nilo
Tramonto sul Nilo

Il pomeriggio in cui abbiamo attraversato la Chiusa di Esna è stato uno spasso! Sulle rive del fiume c’erano un sacco di persone che volevano venderci di tutto: tovaglie, vestiti ecc.

Non eravamo interessati, ma oltretutto la trattativa era impossibile. Allora hanno cominciato a lanciare di tutto; e devo dire che avevano una mira infallibile perchè tutta la loro merce arrivava fino sulla nave!

Poi alcuni di loro ci hanno seguiti con le barche, cercando di concludere affari dalla finestra delle cabine: molto tenaci!

Luxor

Colossi di Memnone
Colossi di Memnone

Luxor è stato il top della crociera sul Nilo! Anche se l’avevamo già visitata durante una vacanza a Marsa Alam, l’abbiamo rivista volentieri.

Una volta sbarcati, abbiamo preso una barca che ci porta sulla riva ovest del Nilo. Poi con un pullmino ci siamo diretti alla Valle dei Re.

Tempio della regina Hatshepsut

La prima tappa è stato il Tempio della regina Hatshepsut, che veniva chiamata la regina faraone. Ella infatti regnò per vent’anni sull’Egitto, assicurandogli ricchezza e prosperità.

Il suo tempio è stato gravemente danneggiato nel tempo, alcune parti non originali, perchè restaurate, altre sono state lasciate abbandonate.

Valle dei Re
Valle dei Re

Mentre il caldo aumentava, abbiamo visto i famosi Colossi di Memnone. Si tratta di due enormi statue ricavate ognuna da un unico blocco di roccia, alti 18 metri. Erano situati a guardia di un tempio ormai scomparso.

Valle dei Re

La Valle dei Re è celebre perchè in essa si trovano le tombe dei faraoni. Si tratta di cunicoli scavati nel terreno, riccamente decorati; in essi i faraoni venivano sepolti assieme a dei tesori, cibo e tutto quello che poteva servire loro nel trapasso.

Tempio di Karnak
Tempio di Karnak

Ce ne sono 62, ma solo alcune sono visitabili. La più famosa è senza dubbio quella di Tutankamon. E’ la più piccola, ma è l’unica in cui sono stati trovati reperti storici, alcuni anche di valore.

Potete ammirare cià che è stato ritrovato in questa tomba al Museo Egizio del Cairo.
Per visitare la tomba di questo faraone è necessario pagare un supplemento. Purtroppo non è possibile scattare delle foto all’interno delle tombe, quindi non ci è possibile mostrarvele.

Templi di Luxor e Karnak

Nel pomeriggio abbiamo attraversato il Nilo per andare a visitare i due famosi templi di Luxor e Karnak.

Tempio di Karnak
Tempio di Karnak

Entrambi enormi, ti fanno sentire la grandezza di questa grande civiltà del passato. In entrambi si trovano delle colonne imponenti, delle statue colossali.

Devo dire che entrambe le volte che li ho visitati mi sono piaciuti molto. Nel tempio di Karnak trovo stupenda la fila di piccole sfingi proprio all’ingresso, e anche lo scarabeo attorno al quale bisogna girare alcune volte (non ricordo quante) per avere fortuna.

Tempio di Luxor
Tempio di Luxor

Nel tempio di Luxor, invece, è bellissima la statua di Ramses I situata proprio all’ingresso: è veramente gigantesca, ma del resto pare che questo grande faraone fosse un pò megalomane!

L’unico problema, anche questa volta è stato il caldo davvero intenso! Devo dire che tutti abbiamo accolto con sollievo il ritorno alla nave, dove abbiamo trascorso l’ultima notte prima di partire per Marsa Alam!

Potrebbe interessarti anche l’articolo All’ombra delle Piramidi

« (Previous Post)


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress
error: Content is protected !!