•  
  • Generali
  • Vaccinazioni e profilassi in viaggio: cosa fare?

Vaccinazioni e profilassi in viaggioVaccinazioni e profilassi in viaggio: cosa fare?

Categorie: Generali
Commenti: 2 commenti
Pubblicato il: 26 maggio 2016
visualizzato 1.300 volte

Vaccinazioni e profilassi in viaggio: cosa fare?

Una delle domande che mi vengono poste con maggiore frequenza è la necessità di fare delle vaccinazioni e profilassi in viaggio verso alcune destinazioni.
Soprattutto la domanda riguarda la profillassi contro la malaria.
La risposta è semplice: dovete informarvi presso gli uffici della Asl nella vostra zona, in quanto essi dovrebbero essere bene aggiornati sulla situazione nei vari paesi. Ho volutamente usato il condizionale (dovrebbero) in quanto alle volte non sanno neppure di cosa si parla e per precauzione vi raccomandano di prendere di tutto.

Vaccinazioni e profilassi in viaggio
Mappa della malaria

Poi è necessario parlare con il vostro medico di base, il quale conoscerà senz’altro la vostra situazione fisica e saprà dirvi se è opportuno assumere dei farmaci e quali.
Quando i Nonni Avventura erano in partenza per il Sud Africa, l’ASL ci aveva consigliato di assumere il Malarone (il cui nome secondo me suona abbastanza inquietante): secondo loro avremmo dovuto prendere una pastiglia al giorno per sette giorni prima della partenza, una al giorno per tutta la durata del viaggio (15 giorni) e ancora per una settimana dopo il ritorno. Considerando il costo del medicinale, avremmo speso quasi più di Malarone che di aereo 🙂
Casualmente, in quei giorni mi recai dal mio medico di base per una visita e gli parlai della faccenda: avreste dovuto vedere la sua espressione di fronte al nome “Malarone” e alle dosi che ci erano state consigliate! Inorridito, mi spiegò che con la mia patologia (di cui parlo in questo articolo) era assolutamente impensabile prendere quel prodotto, perchè avrebbe potuto crearmi gravi problemi respiratori e chiunque me lo avesse consigliato era un folle.

Vaccinazioni e profilassi in viaggio
Zanzara anofele

Spinta dalla curiosità, feci una ricerca su Internet e… il mio bravo dottore aveva ragione: il Malarone ha un sacco di effetti collaterali e prima di assumerlo è bene sapere a cosa si va incontro. In più la malaria non è poi così grave e facile da prendere se si seguono le opportune precauzioni: nelle ore critiche (per esempio al tramonto) indossate pantaloni lunghi e maglie con le maniche lunghe, e portate con voi un repellente per le zanzare, tipo Autan.
Del resto, la direttrice del lodge dove eravamo nel parco Kruger mi fece notare che i locali dovrebbero prendere pastiglie vita natural durante per difendersi dalla malaria, cosa che invece non fanno!
Quindi non affidatevi a quello che leggete in giro sul web, perchè ognuno di noi ha una situazione diversa e solo il nostro medico saprà consigliarci per il meglio… per evitare di spendere soldi inutili e vederci rovinata la vacanza!

2 commenti - Lascia un commento
  1. stefano scrive:

    il congiuntivo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Benvenuto , oggi è sabato, 21 ottobre 2017