Sud Africa – Parco del Grande Karoo e Stellenbosch

GRANDE KAROO

Il faro di Mossel Bay

Sud Africa – Parco del Grande Karoo e Stellenbosch

Ultimo giorno dell’anno, ce la prendiamo comoda e continuiamo a percorrere la Garden Route, senza fretta e fermandoci quando ne abbiamo voglia per sgranchirci le gambe e scattare foto. A mezzogiorno ci fermiamo a Mossel Bay per pranzo, troviamo un ristorante proprio carino sul mare e tanto per cambiare ci mangiamo dell’ottimo pesce.

Knysna

Dopo una passeggiata “digestiva” riprendiamo la strada e raggiungiamo Knysna, il posto dove trascorreremo la notte di San Silvestro. E.. sorpresa! La guesthouse dove abbiamo prenotato (per un prezzo davvero modico) è spettacolare: si tratta di una villa in stile coloniale, parco magnifico con piscina e camera enorme, da urlo! Se vi interessa il nome è Waterfront Lodge, consigliatissimo!

 

 

Il centro di Knysna

Il centro di Knysna
Ci rilassiamo un pò, doccia e poi andiamo in centro per il cenone che abbiamo prenotato: in realtà si tratta di un cena normalissima, e per le 11.00 siamo già a nanna… vabbè, un capodanno diverso!
La mattina dopo ci rechiamo a visitare un altro rescue, ma questa volta si tratta di elefanti: enormi ma affettuosissimi, ti frugano dappertutto con la loro proboscide alla ricerca di cibo dopo che gli abbiamo generosamente elargito un bel cestino di frutta.
Salutiamo i nostri amici pachidermi e ci rimettiamo in strada. Purtroppo, quasi subito, vediamo un incidente gravissimo, una persona è stata travolta da una macchina mentre tentava di attraversare l’autostrada. Questa è una raccomandazione che devo davvero farvi: state attenti sulle autostrade perchè spesso i locali sono abbastanza incauti da attraversare.

Elefanti nel rescue

Elefanti nel rescue

Oudshoorn


Mai cavalcato uno struzzo????

Mai cavalcato uno struzzo????

Mentre il caldo diventa sempre più intenso, raggiungiamo Oudshoorn, una cittadina abbastanza anonima ma che è famosa per gli allevamenti di struzzo. Prima di tutto entriamo in una sala dove ci mostrano delle cose interessanti: come distinguere una borsa di vera pelle di struzzo da una tarocca, le famose piume di struzzo (per le quali veniva inizialmente allevato), una vetrina che mostra tutte le cose che uno struzzo può ingurgitare e una piccola incubatrice con le uova. Poi a bordo di un trattore, procediamo tra ampi recinti all’interno dei quali ci sono gli struzzi. E la nostra guida, nel frattempo, ci racconta tutti i dettagli relativi allo struzzo e al suo allevamento. Il top è quando Gianni si ritrova a cavalcare uno struzzo… divertentissimo!

 

 

Cascata

Cascata

 

 

 

Il nostro alloggio di questa sera è molto vicino, lo raggiungiamo facilmente, ci prepariamo ad uscire per cena ma poi ci fermiamo a chiacchierare con il proprietario, sua madre e il suo compagno, che sono gentilissimi e premurosi e soprattutto curiosissimi di conoscere lo stile di vita europeo! La cena è un disastro: abbiamo prenotato in un ristorante piuttosto chic (raccomandato dal proprietario della guesthouse), ma dopo aver atteso per oltre un’ora che il cameriere venga a prendere i nostri ordini, ci alziamo e ce ne andiamo piuttosto furenti… ci accontentiamo di un panino da McDonald!

 

 

 

 

 

 

 

147

Nel parco del Grande Karoo

La prima tappa del giorno dopo è una cascata lungo la strada, la Meisingspoort Waterfall, è davvero spettacolare e ci divertiamo ad osservare alcuni audaci giovani che si tuffano dall’alto delle rocce. Peccato non avere il costume, perchè con il caldo che fa un bagnetto ci starebbe proprio.

Parco del Grande Karoo

Poi si prosegue per Beaufort West, dove alloggeremo per una notte per poter visitare il Parco del Grande Karoo. Ci riposiamo un attimo e via! Nell’acquistare i biglietti, ci danno una cartina con gli itinerari da seguire, ma noi (ahimè) possiamo percorrerne solo uno, perchè per gli altri ci vuole il fuoristrada. Siamo un pò delusi, ma il nostro percorso è spettacolare, ci sono un sacco di panorami bellissimi;  anche moltissimi animali che si lasciano fotografare senza problemi. Alla fine del giro, stanchi e impolverati, torniamo in hotel.

Nel parco del Grande Karoo

Nel parco del Grande Karoo

 

 

Al mattino scopriamo di avere una ruota a terra, Gianni la cambia e poi troviamo un gommista che per una cifra ridicola e a tempo di record ce la ripara. Poi ci avviamo verso la nostra ultima destinazione: Stellenbosch. Abbiamo parecchia strada da fare, ma non ci pesa perchè ci sono un sacco di cose da vedere (compreso un babbuino seduto sul guardrail dell’autostrada).

 

 

Stellenbosch

Stellenbosch è situata nella zona del Sud Africa famosa per la produzione del vino, che peraltro è molto buono e non eccessivamente costoso. Il panorama che circonda questa cittadina è molto diverso da quello che abbiamo visto finora, sembra essere in un mondo diverso, sembra quasi di essere sulle Alpi italiane. Abbiamo alloggiato in un agriturismo che si chiama Knorhoek Country Guesthouse e ci hanno dato un cottage meraviglioso. In questi ultimi due giorni ci siamo rilassati il più possibile, visitando la cittadina di Stellenbosch che è molto carina. Abbiamo anche dedicato una intera mattinata al Butterfly World, un parco tropicale dove si può passeggiare in un enorme padiglione tra farfalle svolazzanti e vedere molti altri animali.

Farfalle a Butterfly World

Farfalle a Butterfly World

Poi, purtroppo, la vacanza finisce… con un magone incredibile, ci ritroviamo a fare le valigie e ad affrontare il viaggio di ritorno!

  Photogallery —>

 

 

(Next Post) »


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress