Sri Lanka 2015 – seconda parte

Il nostro giro di Sri Lanka continua, ci dirigiamo verso Kandy dove pernottiamo in un altro hotel mozzafiato, sia per il lusso che ci sorprende che per la posizione. Si tratta del Amayahills Hotel, situato sulla cima delle colline, da cui abbiamo potuto godere di un tramonto spettacolare gustando un’ottima tazza di tea offertaci da camerieri vestiti con i costumi tipici. Solita doccia, una cena a buffet colossale, poi abbiamo gironzolato per l’hotel per ammirare ancora il panorama.

Kandy dall'alto

Kandy dall’alto

Kandy

Il mattino dopo, la prima visita è stata al tempio che custodisce il sacro dente di Buddha. E’ stata una delle cose che ho apprezzato di più, malgrado la confusione e la folla enorme di fedeli venuti ad adorare la reliquie.

Tempio del Dente di Buddha

Tempio del Dente di Buddha

 

Tempio del Dente di Buddha

Tempio del Dente di Buddha

Buddhi ci ha affidati ad una guida che, oltre a illustrarci la storia del tempio, si preoccupava di farsi largo tra la folla e di portarci in prima fila per farci vedere meglio. Quando siamo stati in prossimità della reliquia, la calca era indicibile e non è stato possibile vedere molto o fare delle belle foto, ma io ho trovato l’atmosfera molto suggestiva.
Una volta fuori, abbiamo fatto una piccola pausa in un localino dove Buddhi ci ha offerto un ottimo espresso, poi ci siamo recati all’orto botanico. E’ enorme, purtroppo ci siamo arrivati nelle ore più calde della giornata e non abbiamo pensato di prendere un golf cart per risparmiarci un pò di strada. Le cose che abbiamo visto sono notevoli: ma la punta di diamante è la Orchid House, una serra dedicata esclusivamente alle orchidee, di tutti i tipi, di tutte le varietà, di tutti i colori. Difficile staccarsi e andare via!   

 Photogallery Orchidee –>

Orto Botanico di Kandy

Orto Botanico di Kandy

Ramboda Falls

Lasciamo Kandy e ci inoltriamo in mezzo alle famose piantagioni di tea di Ceylon: distese di arbusti a perdita d’occhio… e qui e là uomini e donne con i loro sacchi che effettuano la raccolta a mano. Raggiungiamo una delle tante fabbriche del te, per visitarla e vedere come il tea viene prodotto. Una ragazza molto gentile ci accompagna spiegandoci le varie fasi, poi ci scorta nel loro store dove ci viene offerta una tazza di questo ottimo infuso e dove acquistiamo una scorta di tea incredibile (un’ottima idea per i regali per amici e parenti al nostro ritorno).

Piantagione di tea

Piantagione di tea

Avvicinandoci al nostro hotel ammiriamo molte cascate tra le rocce, e guarda caso il nostro hotel è proprio il Ramboda Falls. E’ un hotel carino, anche se non esattamente lussuoso, ma la posizione è spettacolare. Facciamo un pò di foto (siamo proprio al tramonto), ceniamo con Buddhi (è diventata una piacevole abitudine), poi nanna.
La mattina dopo siamo a Nuwara Elliya, siamo abbastanza in alto e iniziamo la giornata mettendoci una felpa, poi ci diamo allo shopping. Troviamo un posto dove vendono giacche della North Face e magliette e camice della Tommy Hilfiger, quindi facciamo un pò di acquisti.

Ramboda Falls

Ramboda Falls

Ella

Nel pomeriggio, dobbiamo prendere un trenino che in tre ore ci porterà ad Ella, attraverso foreste e piantagioni di te! Buddhi compra i biglietti e ci saluta, lo ritroveremo ad Ella. Il viaggio è stato lungo ma non ci siamo davvero annoiati, abbiamo visto cose splendide e scattato milioni di fotografie. Al nostro arrivo, visto che abbiamo saltato il pasto, Buddhi ci porta in un localino dove abbiamo mangiato una pizza ottima, poi via in hotel.

Sul trenino!

Sul trenino!

Questa volta caschiamo maluccio… l’Ella Gap Hotel è abbastanza modesto, con tutta una serie di piccoli difetti che certo non lo rendono molto godibile, anche la colazione è abbastanza scarna, ma va bene, per una sola notte può andare bene, inoltre Buddhi ci spiega che è il migliore della cittadina.

Parco Nazionale di Yala

Ed eccoci all’ultima tappa: partenza per Yala, il parco nazionale dove nel pomeriggio faremo il safari e, speriamo, vedremo il leopardo. Ci registriamo al The Safari Hotel, a Tissamaharama, bellissimo, con una piscina molto invitante nella quale facciamo qualche tuffo prima del safari.

Bufali a bagno!

Bufali a bagno!

Con una jeep ci inoltriamo nel parco nazionale e devo dire che siamo rimasti un pò delusi; il leopardo non si è fatto vedere, ma di animali ne abbiamo visti molti, scimmie, bufali, coccodrilli, elefanti, cervi…. è stata una esperienza molto piacevole. Lasciamo il parco all’imbrunire, ceniamo in hotel e ci prepariamo alla partenza per il mare il giorno dopo… Mirissa, arriviamo!


One Comment to Sri Lanka 2015 – seconda parte

  1. Daniela Tinè ha detto:

    Kandy, stupenda affacciata sul lago omonimo. Il mio ricordo và al ” Dente di Buddha”, fare la coda per un’ora, non è stata cosa da poco, con il caldo e un sacco di gente che ti soffocava, ma la misticità del luogo, mi ha appagata per tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress