SintraSintra – Castello di Pena

Categorie: Diari di Viaggio, Europa
Commenti: Nessun Commento
Pubblicato il: 20 giugno 2016
visualizzato 966 volte

Sintra – Castello di Pena

Il nostro week end lungo a Lisbona ci ha portati anche a Sintra, una piccola città che è diventata famosa per il suo castello, il castello di Pena.
Abbiamo prenotato un tour per visitarlo, anche se Sintra si può raggiungere tranquillamente in treno, perchè volevamo anche visitare Cabo de Roca (il punto più occidentale del continente europeo) e Cascais, una delle spiagge più rinomate del Portogallo.

Sintra
Castello de Pena

Arriviamo davanti al cancello che si apre sul magnifico parco del castello di Pena e dopo il controllo dei biglietti comnciamo una ripida salita verso un punto panoramico. La guida ci aveva spiegato che si poteva salire al castello anche con un bus (a pagamento), ma che si trattava di un tragitto molto breve e valeva la pena di farlo a piedi! Bugia!!! Abbiamo dovuto scarpinare per parecchio e la salita era davvero irta… però è vero che il panorama una volta arrivati era notevole.

Sintra
Castello de Pena

Dopo aver fatto un pò di foto, siamo giunti al castello. Vi garantisco che è molto particolare: un miscuglio di stili diversi e una accozzaglia di colori, che nelle intenzioni del costruttore doveva rivaleggiare con il famoso castello di Neuschwanstein, in Baviera. Fu stato commissionato da Ferdinand August Franz Anton di Austria, che entrò per matrimonio nella famiglia reale portoghese e divenne re Ferdinando II. Egli voleva che la sua creazione rappresentasse un’opera lirica e il simbolo del romanticismo.

Sintra
Cabo de Roca

L’esterno è sicuramente imponente, e vale la pena di fare il giro dei bastioni, da cui si possono ammirare il parco, il centro abitato di Sintra e a distanza l’oceano!
Ma a mio avviso, la parte migliore è senza dubbio l’interno: fastoso, sontuoso e in alcune parti decorato con azulejos nel tipico stile portoghese.
Una volta finita la visita, ci siamo fermati a Sintra a mangiare un boccone e, vista la quantità di locali e ristorantini, c’era solo l’imbarazzo della scelta. Poi via, alla volta dell’oceano. In poco tempo abbiamo raggiunto Cabo de Roca ed è un posto che ti apre il cuore: una colonna sormontata da una croce (in stile piuttosto celtico) segna il punto più occidentale dell’Europa, e una scogliera a strapiombo sul mare ti affascina tanto che resteresti ore a contemplarla! Purtroppo c’erano un pò troppi turisti per i miei gusti, ma va bene lo stesso!

Sintra
La spiaggia di Cascais

Ultima tappa: Cascais, una località balneare che da sempre è stata annoverata tra le più esclusive e prestigiose, frequentata dai membri dell’aristocrazia di tutta Europa. Bella sicuramente, anche grazie alla splendida giornata di sole, ma non molto diversa dalle spiagge che si possono vedere in Italia. Facciamo una sosta di un’oretta per fare una passeggita, mangiare un gelato, dare un’occhiata alle vetrine. Perchè in fondo non c’è molto altro…
E poi si ritona a Lisbona!

Nessun Commento - Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Benvenuto , oggi è giovedì, 24 agosto 2017