Nepal – il nostro itinerario di viaggio

Kathmandu

Il Nepal non era esattamente un viaggio nei nostri programmi; poi ho cominciato a vedere delle foto e dei documentari che mi hanno incantata. La curiosità nei confronti di questo piccolo stato himalayano è cresciuta al punto che abbiamo deciso di visitarlo.

Boudhanath
Boudhanath

Il clima
Il nostro viaggio è durato 13 giorni e ha avuto luogo nel periodo natalizio. Molte persone mi hanno chiesto se fossi pazza: la convinzione di molti (anche la mia, prima di informarmi) è che le temperature in quel periodo siano glaciali. E invece non è così; la valle di Kathmandu a dicembre offre un clima molto più mite del nostro inverno.

Budhanilkantha
Budhanilkantha

Di giorno si gira tranquillamente in maglietta a maniche corte, la sera si va in giro con un giubotto di media pesantezza. Spesso e volentieri abbiamo cenato all’aperto senza minimamente soffrire il freddo.
E non abbiamo avuto neanche un solo giorno di pioggia!

Kathmandu
Siamo arrivati a Kathmandu, la capitale del Nepal, quando era già buio, a causa di un ritardo dell’aereo. La nostra guida ci attendeva all’aeroporto con una bella sorpresa: ci è venuto incontro e ci ha messo al collo una sciarpa bianca, un segno di benvenuto e di benedizione.

Tempio Pashupatinath
Tempio Pashupatinath

Abbiamo trascorso a Kathmandu anche il giorno successivo, visitando una moltitudine di cose. Tra queste Budhanilkantha, il Monastero Kapan, Boudhanath, e il Tempio Pashupatinath.

Tempio Daksinkali
Il giorno successivo ci siamo recati a visitare innanzitutto il Tempio Induista di Daksinkali , dedicato alla Dea Kalì. Qui ci siamo fermati per parecchio tempo, per assistere ai riti sacri.
Dopo pranzo, abbiamo preso la strada per Bhaktapur, dove abbiamo trascorso la notte.

Monastero Kapan
Monastero Kapan

Namabuddha
Il Monastero di Namabuddha è stata la tappa del giorno dopo. Si tratta di un tempio buddista arroccato sulle colline, con una vista spettacolare sulla valle di Kathmandu da una parte e le vette dell’Himalaya dall’altra.
Ancora una volta, abbiamo dormito a Bhaktapur.

Chitwan
Chitwan

Parco di Chitwan
Subito dopo colazione, siamo partiti alla volta del Parco di Chitwan. Qui abbiamo trascorso due giorni, facendo varie escursioni nel parco e soggiornando in un hotel molto bello, completamente immerso nella natura.

Lumbini
Lumbini

Lumbini
Per raggiungere Lumbini, la città natale di Buddha, ci abbiamo messo una intera giornata, anche a causa delle molte interruzioni sulla strada dvute a lavori stradali. Anche qui abbiamo trascorso due notti, e una intera giornata a visitare questo luogo sacro.

Himalaya
Montagne dell’Himalaya

Pokhara
La tappa successiva è stata Pokhara, una cittadina molto graziosa sulle rive di un lago. Anche qui abbiamo visitato la città e i suoi dintorni. Spettacolare la vista delle montagne dell’Anapurna nelle giornate limpide. Qui abbiamo anche accolto l’arrivo del nuovo anno.

Campane di preghiera
Campane di preghiera

Kathmandu
Eccoci di ritorno a Katmandu. Abbiamo altre cose da visitare e da fare. Innanzitutto, ci siamo concesso un volo sull’Himalaya per poter vedere da vicino l’Everest, la montagna più alta del mondo.
Poi abbiamo visitato il Tempio Gokorna Mahadev. La nostra guida ci ha fatto un’altra sorpresa portandoci a pranzo a casa sua. Una bella esperienza vedere come vivono i locali e visitare una delle loro case; malgrado la mancanza di comunicazione verbale (i genitori della guida non parlano inglese), siamo stati davvero bene!
Poi siamo ripartiti per Nagarkot per ammirare il tramonto sulle montagne.

Bhaktapur
Bhaktapur

Bhaktapur
Bhaktapur è stata la nostra destinazione per questa giornata. E’ una delle cose più belle che abbia visto in Nepal, con i suoi templi e la sua gente meravigliosa. Abbiamo gironzolato e scattato foto per tutta la giornata, poi siamo tornati a Kathmandu per passare la notte sempre nel solito albergo.

Shyambhunath Stupa
Shyambhunath Stupa

Khatmandu
Abbiamo trascorso gli ultimi tre giorni nella capitale; dovevamo ancora visitare alcune attrazioni molto importanti. Patan, Durbar Square, la Shyambhunath Stupa (anche conosciuta come tempio delle scimmie) e la residenza della Dea Kumari sono state tra le cose che abbiamo apprezzato di più, così interessanti e autenticamente nepalesi.
E poi purtoppo è arrivato il momento della partenza; la guida, nel salutarci all’aeroporto, ci ha nuovamente messo una sciarpa al collo. Questa volta il colore era giallo, il suo significato è l’augurio di ritornare in questa splendida terra!


2 Comments to Nepal – il nostro itinerario di viaggio

  1. grazia squillaci ha detto:

    Un viaggio fantastico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Gianni e Teresa - I Nonni Avventura *** Sito ottimizzato per risoluzione 1600 x 900 | Travel Theme by: D5 Creation | Powered by: WordPress