Salem Old Burying CemeteryLe streghe di Salem

visualizzato 1.345 volte

Le streghe di Salem

La cittadina di Salem, nel Massachussets, deve la sua fama al processo alle streghe che ebbe luogo nel 1692 e ai vari film che ne narrano la vicenda, tra cui “La seduzione del male” e “Le streghe di Salem” e alle opere di Nathaniel Hawthorne nato proprio a Salem.

Le streghe di Salem
Salem Witch Museum

Ma cosa accadde, con precisione? Alcune ragazze cominciarono ad assumere comportamenti strani (bestemmie, stati di trance) e a subire attacchi epilettici. Sembra che questa “epidemia” sia sia rapidamente estesa e, poichè nessuno era in grado di dare una spiegazione alla cosa, le giovani siano state accusate di stregoneria, processate e quindi condannate a morte (e possiamo immaginare come siano andate le cose durante il processo, visto che purtroppo all’epoca l’ignoranza e la superstizione regnavano sovrane!). Le streghe di Salem che persero la vita furono 25, alcune furono giustiziate e altre perirono in prigione in attesa del processo.
Oggi Salem è diventata una cittadina turistica, con tanto di slogan e simbolo che invita i visitatori a fermarsi: una strega vestita di nero, con il cappello a punta e la scopa, e il suo gatto, nero anche quello, invitano a fermarsi a Salem: “Stop by for a spell!” (Fermati per un incantesimo!).

Le streghe di Salem
Salem Old Burying Cemetery

Noi ci siamo capitati in una giornata piuttosto uggiosa e perfettamente in sintonia con l’atmosfera del luogo, ma questo non ci ha impedito di fare i nostri giri. Cosa abbiamo visto a Salem?
Innanzitutto il Salem Witch Museum, un edificio che dall’esterno è spettacolare, ma che del museo ha poco… all’interno si svolge una specie di spettacolo con una voce narrante che spiega i fatti accaduti al tempo delle caccia alle streghe. Il tutto in inglese, ma è possibile prendere una audioguida per ascoltare il racconto in italiano.
Molto più convincente è l’Old Burying Point Cemetery, il vecchio cimitero dove si possono vedere le lapidi delle vittime del processo alla stregoneria, e devo ammettere che questo mi è piaciuto molto di più, in quanto autentico.

Le streghe di Salem
House of the Seven Gables

L’attrazione numero 1, quella che proprio è imperdibile, è la House of Seven Gables (La Casa dei 7 Abbaini). In questa casa nacque e visse lo scrittore Nathaniel Hawthorne, autore della “Lettera Scarlatta”. La visita dura circa 35 minuti e vi mostrerà l’interno di questa dimora anche conosciuta come Turner-Ingersoll Mansion, molto ben conservata malgrado sia stata costruita attorno al 1668. Resterete colpiti dal suo fascino, dai suoi arredi e dalle spiegazioni fornite dalle guide. Poi non perdetevi una passeggiata nei bellissimi e vasti giardini.
Poi, se ancora non siete soddisfatti dopo questo tuffo nel passato, fatevi un giro sul porto, sedetevi in un locale sul mare e gustatevi un drink… alla faccia delle streghe si Salem!!

4 commenti - Lascia un commento
  1. Mich scrive:

    Da quando ho letto “le notti di Salem” di S. King ho sempre desiderato andarci, pochi altri posti attirano la mia attenzione come Salem per quanto riguarda gli States..
    Che invidia 🙁

    • Teresa scrive:

      Anche io ho letto quel libro e anche visto il film… le due cose non sono molto attinenti con la cittadina di Salem, ti garantisco che non ci sono i vampiri 🙂
      Ma ciò non toglie che davvero vale la pena di visitarla 🙂

  2. Adoro queste storie e salem mi ha sempre incuriosita tantissimo! Non me la lascerò sfuggire quando mi troverò nei paraggi! 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>


Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

BlogItalia - La directory italiana dei blog

Benvenuto , oggi è martedì, 27 giugno 2017